Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Salute / Postura scorretta: cosa comporta e come correggerla

Postura scorretta: cosa comporta e come correggerla

Tutte le conseguenze di una postura scorretta e come correggerla.

di The Wam

Giugno 2022

La postura assunta da ogni individuo racconta molto di sé, del suo carattere, della sua personalità, dello stile di vita che conduce e della sua emotività. Tuttavia, possono verificarsi circostanze o si possono adottare abitudini o stili di vita che tendono ad alterare quella che dovrebbe essere una postura corretta, che rispetti cioè le curve fisiologiche della colonna vertebrale.

Quando questo si verifica e si assumono posizioni o un portamento errato per lungo tempo, possono insorgere disturbi e patologie piuttosto comuni e fastidiosi.

La postura scorretta, ad esempio, è tre le principali cause del mal di schiena, della rigidità articolare, delle contratture muscolari e dei problemi circolatori.

Se le disfunzioni sono più gravi si può alterare persino la struttura ossea dell’organismo o creare squilibri che rendono la vita di tutti i giorni difficili

Quali sono le conseguenze di una postura scorretta?

Un’alterazione della postura non causa problemi solo alle ossa, ma anche ai tessuti a questi connessi e ai diversi organi.

Una postura scorretta può essere alla base di problemi a muscoli, tendini, legamenti e nervi spinali. Si può soffrire di frequenti contratture e infiammazioni, con ripercussioni anche sull’apparato digestivo, urinario e riproduttivo.

Una cattiva postura, inoltre, può dare origine a una respirazione innaturale, in seguito alle alterazioni del diaframma, che è a diretto contatto degli organi vitali, come cuore e polmone, ma anche problemi circolatori.

Persino il reflusso gastroesofageo può essere causato da una postura poco corretta.

I sintomi con cui si possono manifestare questi disturbi sono diversi e non sempre riconoscibili e direttamente riconducibili ai problemi posturali.

Tra questi possiamo annoverare stanchezza, nausea, emicrania, stress, acufeni, labirintite, vertigini, problemi di equilibrio, mal di denti, dolori muscolari e articolari e molti altri ancora.

Per diagnosticarla servono senza dubbio pareri specialisti ed esami più approfonditi, in grado di rilevare i difetti di postura e indicare la via migliore per poterli correggere prima che possano aggravarsi i sintomi o insorgere malattie più gravi. La diagnosi, in alcuni casi, può vedere il coinvolgimento anche di medici provenienti da rami della medicina differenti, come osteopata, ortopedico, fisioterapista, podologo e posturologo.

Come correggere i problemi di postura

La postura scorretta può essere associata a diverse cause, una vita troppo sedentaria, problemi alla vista, problemi ai denti, scarsa attività fisica, ansia, stress e traumi pregressi.

Una volta individuata la causa, sarà necessario lavorare su questa, prima di tutto, per risolvere il problema di postura.

Le tipologie di intervento, infatti, possono essere diverse e comportare un intervento mirato su differenti parti del corpo.

Se le cause sono riconducibili ai piedi e al modo in cui questi poggiano a terra, si possono utilizzare solette antishock o plantari adatti; se riguardano la bocca, si possono applicare bite per ridare equilibrio all’occlusione.

Si può ricorrere alla rieducazione vestibolare o a tecniche di visual training, se il problema di fondo riguarda la vista.

Come accade nella maggior parte dei casi, però, il problema riguarda più che altro l’apparato muscolo-scheletrico e prevede l’intervento di osteopati o fisioterapisti che, attraverso massaggi, fisioterapia e ginnastica mirata possono riequilibrare e correggere la postura dei pazienti.

Oltre al percorso rieducativo, i medici possono anche prescrivere l’assunzione di terapie farmacologiche, in particolare per alleviare eventuali dolori o fastidi alle articolazioni.

Postura scorretta: cosa comporta e come correggerla
Postura scorretta: cosa comporta e come correggerla

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp