Prestazione occasionale senza partita Iva: limiti e procedura

Prestazione occasionale senza partita Iva: vediamo insieme quali sono i limiti, il funzionamento e la tassazione.

3' di lettura

Prestazione occasionale senza partita Iva – Come funziona, quali sono i limiti da rispettare e come funziona la tassazione? Vediamolo insieme nei prossimi paragrafi (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE

Prestazione occasionale senza partita Iva: come funziona

Se vuoi intraprendere o sei già avviato in un’attività saltuaria e non continuativa è molto probabile che tu abbia scelto di lavorare con prestazione occasionale senza partita Iva.

Ciò non vuol dire che si possa sempre scegliere di lavorare senza aprire partita Iva e, quindi, una soluzione ideale per evitare obblighi fiscali.

Per poter lavorare senza partita Iva, infatti, l’attività deve rispondere ai seguenti requisiti:

  • Non deve essere svolta in modo professionale;
  • Non deve essere continuativa;
  • Non deve essere sottoposta a coordinazione del lavoro e impiego di mezzi.

In sostanza, puoi lavorare a queste condizioni solo se si tratta di attività molto limitate nel tempo.

Non sempre la prestazione occasionale prevede la sottoscrizione di un contratto. Molto spesso infatti ci si accorda in maniera informale su tempi di scadenza e importi.

Per quel che riguarda invece le ricevute in riferimento alle attività occasionali si definiscono “non fiscali” e rappresentano “quietanze di pagamento”, ossia l’avvenuto pagamento della prestazione.

La ricevuta dovrà presentare:

  • i dati anagrafici di prestatore e committente,
  • la data di emissione e il numero della ricevuta,
  • il corrispettivo lordo della prestazione,
  • ritenuta d’acconto al 20% se il committente è sostituto d’imposta;
  • importo netto.

In quanto ricevute non fiscali richiedono l’applicazione di una marca da bollo da 2 euro se l’importo dovuto per la prestazione supera i 77,47 euro.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Limiti da rispettare e tassazione

Per poter definire i limiti della prestazione occasionale senza Partita Iva è necessario definire le due principali tipologie di attività non continuative:

  • Lavoro autonomo occasionale;
  • Lavoro occasionale accessorio.

In particolare la prima categoria riguarda chi svolge attività non legate ad albi o elenchi professionali.

Per quel che riguarda invece il lavoro occasionale accessorio si fa riferimento ad attività non abituali, ma svolte per un committente e non in autonomia.

Per poter lavorare con prestazione occasionale senza partita Iva, l’attività dovrà rispettare i seguenti limiti:

  • non più di 30 giorni con lo stesso committente in un anno;
  • compenso non superiore a 2500 euro dallo stesso committente;

Un aspetto importante riguardo alla prestazione occasionale senza partita Iva è la possibilità di esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi a patto che la prestazione abbia fruttato un reddito sotto i 4.800 euro lordi nell’arco dell’anno.

Tuttavia, presentare la dichiarazione dei redditi ti consentirebbe in questo caso di recuperare le ritenute di acconto che ti sono stata applicate.

Per farlo sarà necessario dichiarare gli importi nella categoria dei “redditi diversi” indicandoli:

  • Nel quadro D del 730;
  • Nel quadro RL del modello Redditi Persone Fisiche.

Dovrai quindi indicare l’importo lordo e la ritenuta d’acconto subita. In questo modo potrete ottenere una specifica detrazione IRPEF che abbatte l’imposta.

Oltre la soglia dei 5000 euro, invece, avrai necessità di iscriverti alla Gestione Separata Inps e versare i contributi.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sulla prestazione occasionale senza partita Iva non esitare a scriverci su Instagram.

Prestazione occasionale senza partita Iva: limiti e procedura
Prestazione occasionale senza partita Iva: limiti e procedura

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie