Prestiti con garanzia dello Stato fino al 31 dicembre 2021

Prestiti con garanzia dello Stato fino al 31 dicembre 2021: per piccole e medie imprese ma anche per artigiani, commercianti e professionisti. La garanzia si estende per il 90% per i prestiti fino a 30.000 euro e all'80% per finanziamenti di entità superiore. È possibile farlo direttamente online e ricevere la risposta in pochi giorni. Di pensa di prorogare l'agevolazione, ma la discussione è ancora in alto mare.

4' di lettura

Termina tra qualche mese la possibilità di chiedere prestiti con la garanzia dello Stato. L’agevolazione termina il 31 dicembre 2021. È stata introdotta con il decreto legge Liquidità, varato nell’aprile del 2020 e poi modificata nel giugno 2021 dal Sostegni Bis.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Si sta discutendo di una possibile estensione dei prestiti con garanzia dello Stato per il prossimo anno. Ma siamo distanti dalla decisione, che potrebbe non arrivare.

Le piccole e medie imprese che hanno intenzione di aderire resta quindi poco tempo. Due mesi e mezzo. Insieme a loro (ma con un limite di prestito che non va oltre i 30mila euro), anche esercenti, artigiani e professionisti.

L’agevolazione è stata disposta per dare una mano alle Pmi in crisi per le conseguenze della pandemia di Covid. Una platea mica da niente: cinque milioni di aziende, l’ossatura dell’economia nazionale. Le Pmi sono infatti il 90% del totale delle imprese italiane.

Prestiti con garanzia dello Stato: importo e tempi di rimborso

Ma vediamo come si può ottenere e quanto tempo occorre per i prestiti alle piccole e medie imprese.

La garanzia concessa dallo Stato copre il 90% dell’importo per prestiti che sono sotto i 30mila euro, e dell’80% per prestiti che sono superiori.

La somma complessiva del finanziamento viene stabilita nel rispetto di due parametri:

  • il primo, il 25% del fatturato aziendale;
  • il secondo, il doppio delle spese salariali.

Il prestito deve essere rimborsato entro 10, 15 anni se è fino a 30mila euro. Mentre il tempo massimo è di 8 anni per prestiti di entità superiore.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Prestiti con garanzia dello Stato: come richiederli

Come si richiedono i prestiti con garanzia dello Stato? Per avere dettagli basta collegarsi al sito Fondo di Garanzia – Ministero dello Sviluppo Economico, dove sono anche le banche che hanno aderito all’iniziativa:

Prestiti con garanzia dello Stato: anche online

Ci sono anche intermediari finanziari autorizzati dalla Banca d’Italia, come Credimi, che è leader dei finanziamenti digitali per le imprese in Europa. Basta poco, anche due minuti. È sufficiente collegarsi al sito inserire la Partita Iva. La risposta di fattibilità arriva dopo poco. Se c’è un responso positivo, all’azienda viene inviato un preventivo, dettagliato e definitivo, entro tre giorni lavorativi. Molto prima di una banca tradizionale.

Ma come riescono a essere così veloci le risposte?

Tutto merito di una tecnologia che raccoglie dati e rating. Con tutte quelle informazioni si analizzano in automatico molte variabili:

  • andamento attività commerciale ed economica;
  • storia delle società;
  • informazioni sull’imprenditore;
  • andamento di tutti i finanziamenti che sono stati attivati.
  • In genere per concedere un prestito non serve altro.

Prestiti con garanzia dello Stato: approvazione automatica

Se poi si considera che questi finanziamenti sono coperti dal Fondo di Garanzia per piccole e medie imprese, è facile intuire che non vengano richieste delle garanzie sui beni mobili o immobili, crediti commerciali, pegni o fidejussioni personali.

E infatti, il decreto legge Liquidità ha stabilito che ai fini dell’ammissibilità del finanziamento non venga effettuata alcuna valutazione del merito di credito del soggetto beneficiario finale da parte del Gestore del Fondo. «Per le operazioni fino a 30mila euro – si legge sul sito Fondi di Garanzia – è prevista l’approvazione automatica da parte del Fondo: le banche possono quindi erogare i finanziamenti anche prima della delibera di garanzia».

Prestiti con garanzia dello Stato: senza vincoli di utilizzo

Questi prestiti con garanzia dello Stato sono senza vincoli di utilizzo. In pratica l’imprenditore è libero di usarde il denaro per qualsiasi tipo di esigenza:

  • pagare i fornitori;
  • i dipendenti;
  • le tasse;
  • fare investimenti utili per l’azienda.

I prestiti digitali in Italia stanno crescendo a ritmi importanti. Sono stati superati i 3 miliardi di euro, che è una cifra superiore a quelle che sono state erogate in Paesi come Francia, Spagna o Germania.

Merito anche di una dimestichezza con i sistemi bancari digitali che sono sempre più utilizzati nella Penisola e hanno avuto un incremento importante durante la pandemia, quando, evidentemente, tanti italiani hanno compreso che si potevano effettuare tranquillamente operazioni bancarie senza entrare in una filiale.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie