Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti / Prestiti con pensione minima: i limiti del divieto

Prestiti con pensione minima: i limiti del divieto

Quali sono i limiti di divieto per i prestiti con pensione minima e perché esistono? Vediamo insieme come funziona l'erogazione di credito e perché ci sono limitazioni.

di The Wam

Febbraio 2022

Quali sono i limiti di divieto per i prestiti con pensione minima e perché esistono? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

In questo articolo vedremo insieme come funziona l’erogazione di credito ai pensionati e perché sono state istituite delle limitazioni.

Se sei interessato/a all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Prestiti ai pensionati: come funzionano

prestiti per pensionati rappresentano un sostegno fondamentale per chi è ormai fuori dal mercato del lavoro.

È una forma di accesso al credito anche per chi in passato è stato iscritto nelle liste dei cattivi pagatori e presentano alcune limitazioni dovute al fattore anagrafico, che ha un impatto diretto sull’importo massimo che è possibile richiedere e sulla durata del finanziamento.

In gran parte dei casi il massimo importo richiedibile è pari a 50.000 euro e la durata complessiva del finanziamento deve essere compresa tra i 24 ed i 120 mesi.

Esistono, però, anche dei limiti riguardo alla possibilità di richiedere prestiti con pensione minima. Nel prossimo paragrafo li vediamo nel dettaglio.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Prestiti con pensione minima: regole e limiti

Nel 2022 il trattamento minimo è pari a 523,83 euro: questo è l’importo ritenuto sufficiente e necessario dallo Stato per la sopravvivenza.

Ciò vuol dire che tutti i pensionati devono avere accesso a tale cifra, con il supporto di eventuali integrazioni qualora la pensione ordinaria non arrivi a coprirla.

Ma cosa c’entra tutto questo con i prestiti con pensione minima?

È presto detto: se un cittadino ha a sua disposizione solo i 523,83 euro previsti dal trattamento minimo, richiedendo un prestito rischierebbe di scendere al di sotto della soglia necessaria alla sopravvivenza per rimborsare gli enti di credito con le rate mensili.

Per questi motivi non è possibile fare richiesta di prestito (specialmente con cessione del quinto) con pensione minima: si tratterebbe di un’azione che violerebbe il principio stabilito dallo Stato in fase di determinazione del supporto economico.

prestiti con pensione minima
Prestiti con pensione minima: i limiti del divieto.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi su quali sono i limiti dei prestiti con pensione minima non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp