Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Risparmio e Investimenti / Prestiti green, cosa sono e perché convengono

Prestiti green, cosa sono e perché convengono

Prestiti green, cosa sono e perché convengono rispetto ai prestiti tradizionali, sono utilizzabili solo per il risparmio energetico e la sostenibilità.

di The Wam

Maggio 2022

Prestiti green, cosa sono e perché convengono, parliamo di una tipologia di finanziamento che è sempre più diffusa tra le banche e le società finanziarie. (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Vediamo cosa sono i prestiti green e per quale motivo sono diffusi e potrebbero essere una opzione conveniente.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Progetti sostenibili

Si definiscono prestiti green perché finanziano progetti sostenibili. Si va da finanziamenti molto piccoli, come quelli necessari per acquistare una bicicletta (con o senza pedalata assistita) a uno scooter elettrico, per arrivare all’acquisto di una automobile (ibrida o elettrica) o per ristrutturare la casa per adottare tutti i criteri necessari per il risparmio energetico.

Insomma, si tratta di prestiti che sono stati immaginati per finanziare gli acquisti che sono a tutela dell’ambiente e che comportano anche un cambio nel nostro stile di vita (se si pensa al passaggio da un’auto inquinante a una elettrica o a una bicicletta).

Mutuo con legge 104, tutte le agevolazioni

I numeri dei prestiti green

In genere – dai dati che vengono fuori da una analisi di PrestitiOnline – i prestiti green sono richiesti in media da chi ha un reddito più elevato rispetto ai prestiti tradizionali.

Questi i numeri:

Anche le linee di credito sono un po’ più alte:

L’età media non cambia tra queste due tipologie di prestiti:

Dove sono diffusi

Più o meno inalterata anche la distribuzione geografica:

Nord

Centro:

Sud e Isole:

Prestito senza busta paga e senza garante: tutte le alternative

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Gli interventi finanziati

I prestiti green sono offerti da quasi tutti gli istituti di credito e dall’81% delle società finanziarie. La quota di mercato è già significativa, ma non rilevante: il 7%, ma secondo gli esperti la quota è destinata a crescere.

A oggi la maggior parte dei prestiti green viene utilizzata per migliorare l’efficientamento energetico della propria abitazione.

In particolare sono questi gli interventi:

Perché sono convenienti

Ma perché i prestiti green dovrebbero essere più convenienti? Sicuramente per un motivo: vengono offerti con condizioni agevolate rispetto ai prestiti personali.

Ma non solo:

Dove chiedere un prestito a fondo perduto

Tutte agevolazioni che comportano la riduzione del costo di un prestito green rispetto a quelli tradizionali del 15%.

Ma per questi prestiti green bisogna fare anche un altro discorso, ovvero un risparmio doppio. Non solo per le condizioni vantaggiose, ma anche perché se si investe in sostenibilità e risparmio energetico, c’è anche una evidente riduzione delle spese energetiche.

Come chiedere un prestito green

Ma come chiedere un prestito green? Ovviamente per la concessione di questo finanziamento i costi devono essere certificati ed è necessario conservare anche tutti i giustificativi di spesa. Il rischio, altrimenti, è quello di avere un rifiuto dalla banca o dalla società finanziaria.

Se i prestiti sono più consistenti, come nel caso della ristrutturazione o dell’acquisto di un immobile che preveda dei criteri ecologici, gli istituti di credito chiederanno l’esibizione dell’attestato Ape, quello che dimostra la classe energetica acquisita dall’immobile, o la dichiarazione del costruttore o ancora il progetto, firmato dallo stesso imprenditore o dal responsabile dei lavori.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp