Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Pensioni / Prestiti per pensionati: anche per cattivi pagatori?

Prestiti per pensionati: anche per cattivi pagatori?

Prestiti per pensionati: anche per cattivi pagatori? Vediamo se è possibile per chi è stato inserito nella Centrale rischi accedere a un finanziamento.

di The Wam

Febbraio 2022

Prestiti per pensionati: anche per cattivi pagatori. Per i pensionati ci sono diverse tipologie di finanziamento: la cessione del quinto, la delega di pagamento, il prestito personale o finalizzato, l’anticipazione sulla pensione. In questo articolo verifichiamo se un pensionato che ha un passato da cattivo pagatore, inserito cioè nell’elenco della Centrale Rischi, può chiedere e ottenere un prestito. (aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Prestiti per pensionati: cessione del quinto

Appare del tutto evidente che tra i finanziamenti possibili, quello più indicato per una persona iscritta dal Crif tra i cattivi pagatori, c’è senza dubbio la cessione del quinto della pensione.

Si tratta di una forma di prestito che racchiude in sé una serie di vantaggi.

Ve li elenchiamo:

Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Prestiti per pensionati: cos’è

Ma in cosa consiste la cessione del quinto?

Il pensionato paga una rata mensile del prestito che equivale a un quinto della sua pensione. Si può accedere a questo finanziamento sia con la pensione erogata dall’Inps sia da un altro ente previdenziale.

Ci sono dei limiti di età, ma abbastanza flessibili. Le pratiche si possono attivare fino a 85 anni, quello che conta è che alla scadenza del finanziamento il titolare non abbia superato i 90 anni.

La durata dell’ammortamento varia tra i 2 e i 10 anni.

Prestiti per pensionati: pensioni escluse

Non tutti i titolari di trattamenti pensionistici possono comunque chiedere dei prestiti con la cessione del quinto. Sono infatti escluse queste pensioni:

Prestiti per pensionati: come richiederlo

Per ottenere il prestito deve prima essere richiesta, presso una sede dell’Inps, la “comunicazione di cedibilità della pensione”. Lì viene specificato l’ammontare massimo della rata, mentre la quota cedibile va consegnata alla banca o alla finanziaria che eroga il prestito.

Se il finanziamento viene richiesto presso una banca o una finanziaria convenzionata con l’Inps, la comunicazione viene determinata direttamente dall’istituto di creduto con un collegamento telematico con l’Istituto di previdenza sociale.

Questi sono i documenti da presentare quando si presenta la domanda per la cessione del quinto della pensione:

Prestiti per pensionati: condizioni e spese

A tutela del pensionato, e prima di versare la rata, l’Inps si accerta che sussistano determinate condizioni:

Nel contratto – si ricorda – devono essere specificate anche tutte le spese:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp