Prestiti piccoli senza garanzie: alternative, tassi, costi

Scopri cosa sono i prestiti piccoli senza garanzie, quali sono i costi per restituirli e come vengono applicati i tassi di interesse.

5' di lettura

Oggi parliamo dei prestiti piccoli senza garanzie e in particolare delle varie alternative presenti sul mercato, a partire dai costi e dai tassi di interesse, ma senza tralasciare anche i rischi possibili. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Prestiti piccoli senza garanzie: cosa sono?

I prestiti piccoli senza garanzie sono dei finanziamenti che concedono banche o finanziarie. Riguardano piccole somme di denaro, di solito fino a 10.000 euro, da restituire tramite una serie di rate per periodi che arrivano fino a 5 anni.

Visto che vengono prestati pochi soldi, molte finanziarie chiedono meno garanzie, accollandosi più rischi rispetto ai normali prestiti. Questo fa sì che i prestiti piccoli senza garanzie vengano richiesti anche da chi non ha una busta paga, ha un contratto di lavoro atipico o ha avuto problemi con segnalazioni nelle liste dei cattivi pagatori.

Nella maggior parte dei casi, i prestiti piccoli senza garanzie vengono richiesti per coprire spese improvvise, comprare elettrodomestici o auto usate, pagare spese mediche o per sostenere piccole spese di ristrutturazione della casa.

Prima di continuare a leggere, ricordati che c’è la possibilità di richiedere un prestito senza busta paga o se si è stati protestati.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Prestiti piccoli senza garanzie: le principali offerte ed i costi

Sono moltissime le offerte presenti sul web per prestiti piccoli senza garanzie, alcune le abbiamo già raccolte in questo articolo.

Tra quelle che abbiamo scelto questa volta ci sono:

  • Mini Prestito BancoPosta: questa soluzione consente di avere cifre dai 1.000 ai 3.000 euro, da restituire in 22 rate. Non sono richiesti particolari documenti, basta avere tra i 18 e i 76 anni di età, un documenti valido e la residenza in Italia.
  • Prestito Younited: il vantaggio principale è legato al fatto che tutta la pratica si fa online, abbattendo molti costi di gestione. I tassi di interesse sono fissi, con un Taeg del 3,99%. Sul sito è possibile ottenere delle simulazioni, con un esito della domanda praticamente immediato.
  • Prestito Findomestic: anche questa finanziaria offre possibilità di ottenere un prestito piccolo senza garanzie a determinate condizioni. Uno degli esempi dei finanziamenti richiedibili, è quello basato su una cifra di 14mila euro, da restituire in 96 rate da 189 euro al mese con un Taeg fisso al 6,94% ed un Tan fisso al 6,73%

Come per qualsiasi altro prestito, anche in questo caso i costi maggiori sono quelli della gestione della pratica, che però molti istituti annullano grazie alle pratiche fatte solo su internet.

Poi ci sono i tassi di interesse veri e propri, quelli che consentono alle finanziarie e alle banche di guadagnare dal prestito. Questi variano da istituto a istituto, possono essere fissi o variabili e bisogna sempre prestare la massima attenzione alla loro composizione. Per questa ragione è consigliato consultare più di un istituto prima di scegliere la soluzione che fa per te.

In sostanza, ogni rata che pagherai è composta da una quota capitale, che serve a restituire l’effettivo denaro ricevuto, e una quota per pagare questi interessi.

Bisogna quindi avere un quadro chiaro di ciò che si va a sottoscrivere, e poi pagare, prima di firmare qualsiasi contratto.

Prestiti piccoli senza garanzie: i rischi di averne più di uno

Avere più prestiti piccoli senza garante non è una scelta consigliata. Pur non durando tanto nel tempo e con rate non molto alte, ci si può ritrovare in difficoltà.

Questo si verifica quando non si riesce a inquadrare bene il guadagno netto mensile che abbiamo a disposizione e la quota che va via per le rate.

Tante piccole rate possono diventare un costo eccessivo, con il rischio di non poterle pagare ed essere segnalati nella Crif.

Se poi si continua a non pagare, si arriva persino ai pignoramenti.

Tutto ciò per dire di fare la massima attenzione prima dell’apertura di un nuovo prestito, con l’invito a rivolgersi a un consulente esperto che possa valutare la situazione finanziaria e orientare alle scelte migliori a seconda delle proprie disponibilità economiche.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Prestiti piccoli senza garanzie: alternative, tassi, costi
Prestiti piccoli senza garanzie: alternative, tassi, costi
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie