Prestiti senza busta paga: come trovare il giusto garante

Scopri cosa sono i prestiti senza busta paga e come scegliere un garante affidabile.

4' di lettura

Oggi parliamo di prestiti senza busta paga e in particolare della scelta del giusto garante. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Prestiti senza busta paga: cosa sono?

Un prestito senza busta paga è un tipo di finanziamento che viene concesso a chi non ha un lavoro o non percepisce entrate fisse.

Spesso viene richiesto da casalinghe, disoccupati o studenti. A proposito di quest’ultimi abbiamo parlato del prestito d’onore per avere soldi per studiare o avviare un’attività.

Come gli altri finanziamenti, i prestiti senza busta paga riguardano piccole o medie somme di denaro, da restituire in un lasso di tempo breve: di solito non si va oltre i 5 anni. Se vuoi capire qual è la differenza tra prestito e mutuo, leggi questo nostro approfondimento.

I prestiti senza busta paga si richiedono presso le banche o le finanziarie e in genere vengono utilizzati per coprire spese improvvise, l’acquisto di auto o elettrodomestici, pagare spese mediche o vacanze.

Ci sono tre requisiti che facilitano l’ottenimento di prestiti senza busta paga:

  • Ricevere il pagamento di un affitto. Se si ha una casa o un locale in affitto e si riceve mensilmente una certa somma di denaro, basterà portare le prove di questo pagamento per far tranquillizzare la banca e farsi prestare del denaro.
  • Avere un garante. Nel prossimo paragrafo capiremo chi è e come sceglierlo.
  • Non avere segnalazioni nella lista dei cattivi pagatori come la Crif. In realtà ci sono dei finanziamenti per chi è protestato, ma l’iscrizione in queste liste blocca la maggior parte delle domande immediatamente.

Ora capiamo chi è e cosa fa un garante e come scegliere quello giusto per ottenere prestiti senza busta paga.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Prestiti senza busta paga: come trovare il giusto garante

Ora che sappiamo cosa sono i prestiti senza busta paga, cerchiamo di scoprire cos’è un garante e come trovare quello giusto.

Un garante è una persona o un soggetto giuridico (azienda) che si sostituisce a chi chiede il prestito nel caso in cui quest’ultimo non riesca più a restituire la somma data. In sostanza, il garante si impegna a restituire i soldi mancanti o pagare eventuali rate arretrate, se chi ha ottenuto il prestito va in difficoltà.

Il garante può essere una persona fisica, come un amico o un parente, oppure un soggetto giuridico, come una società o lo Stato, come nel caso di alcuni prestiti fatti a studenti o giovani imprenditori.

Una volta firmato il contratto, il garante deve rispettarlo obbligatoriamente, tranne in alcuni casi:

  • se la banca lo permette;
  • se il prestito è a tempo indeterminato;
  • se è stato obbligato a firmare;
  • se è stato raggirato;
  • se la firma è falsa;
  • se subentra un nuovo garante.

Per essere accettato come garante, inoltre, si dovrà dimostrare di avere entrate fisse e sufficienti a coprire le eventuali spese.

Poi, occorre presentare alla banca i seguenti documenti:

  • carta d’identità e codice fiscale;
  • le ultime buste paga e CUD o il cedolino della pensione;
  • contratto di lavoro o l’attestato di anzianità;
  • modello 730 o Modello Unico relativo alle ultime due dichiarazioni dei redditi;
  • l’estratto conto relativo agli ultimi tre mesi.

Se il garante è una società, dovrà presentare:

  • copia della carta d’identità e del codice fiscale del legale rappresentante;
  • Modello Unico dei soci e dell’amministratore;
  • ultimo bilancio approvato;
  • visura camerale.

Il garante non deve essere necessariamente un parente ed in caso di pensionati bisogna che abbia meno di 75 anni.

È utile sapere che una persona, o società, che dispone di entrate sufficienti può fare da garante anche a più di un soggetto che richiede un prestito.

Infine, prima di firmare uno dei prestiti senza busta paga, consulta più istituti di credito, così da avere molti preventivi tra cui scegliere, presta sempre la massima attenzione al Tan e al Taeg e fatti aiutare da un consulente esperto se hai delle difficoltà.

Prestiti senza busta paga: come trovare il giusto garante
Prestiti senza busta paga: come trovare il giusto garante
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie