Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Risparmio e Investimenti / Prestito per ristrutturare casa: sconto al 50%

Prestito per ristrutturare casa: sconto al 50%

Prestito per ristrutturare casa BancoPosta: l'offerta scade il 19 giugno, con le agevolazioni 2021 si può detrarre l'Irpef al 50%.

di The Wam

Maggio 2021

Prestito per ristrutturare casa BancoPosta. Tra le diverse offerte di prestiti per ristrutturare casa c’è anche quello proposto da BancoPosta, che ha degli aspetti interessanti, anche per la possibilità di detrarre le spese sostenute grazie alle agevolazioni fiscali in vigore nel 2021.

La pandemia ha costretto gli italiani a vivere la casa per più tempo e con una intensità a molti sconosciuta prima. Un aspetto che ha fatto crescere in molti l’esigenza di ristrutturala per migliorarne la vivibilità.

Nei giorni scorsi abbiamo visto il Prestito Casa, oggi valutiamo l’iniziativa di Poste Italiane, che diventa particolarmente significativa se associata alle possibili e corpose detrazioni fiscali.

L’offerta del prestito per ristrutturare casa BancoPosta è valida fino al 19 giugno 2021 e prevede finanziamenti da 15mila a 60mila euro. Con rate mensili che vanno da un minimo di 36 a un massimo di 120.

Analizziamolo insieme, anche per capire se è conveniente, come funziona, per chi è più indicato. Quali sono gli aspetti positivi e quelli sui quali potrebbe pesare qualche perplessità.

Il prestito per ristrutturare casa BancoPosta può essere attivato per affrontare spese che riguardano, appunto, la ristrutturazione completa dell’immobile (e quindi anche la sua struttura), ma anche limitarsi alla sostituzione degli impianti o al rinnovo delle fonti energetiche (come pannelli solari o fotovoltaici). Il finanziamento può essere utilizzato anche per l‘acquisto di mobili o di grandi elettrodomestici.

Si rivolge, è chiaro, ai clienti che non hanno l’immediata disponibilità per affrontare i costi dei lavori.

Requisiti

Il prestito per ristrutturare casa BancoPosta è rivolto a tutti i clienti che hanno un conto corrente bancoPosta. Ma non solo. Possono richiederlo anche le persone che sono titolari di un Libretto di risparmio postale nominativo ordinario o di un Libretto di risparmio postale smart.

Negli ultimi due casi però il finanziamento non potrà superare 30mila euro.

Servirà anche:

Come si ottiene il prestito per ristrutturare casa BancoPosta?

Per accedere al prestito per ristrutturare casa BancoPosta bisognerà recarsi in un qualsiasi ufficio postale. Naturalmente dopo aver accertato di avere con sé la documentazione richiesta (per altri dettagli guarda qui) e i requisiti necessari.

Prima però è necessario telefonare al numero verde di Poste Italiane (800.33.22) per fissare l’appuntamento con un consulente.

L’appuntamento può essere stabilito anche andando nell’ufficio postale più vicino alla vostra abitazione.

Sono necessari:

Saranno necessari anche (in seguito), altre documentazioni:

non si esclude qualche richiesta aggiuntiva in particolare per accedere a determinate agevolazioni.

Queste agevolazioni sono previste dall’Agenzia delle Entrate. E prevedono tra l’altro la

detrazione Irpef fino al 50%, che può essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo (qui per i dettagli).

Esempio con accredito del prestito per ristrutturare casa BancoPosta

Sul sito delle Poste italiane c’è un semplice esempio per capire come funziona il prestito per ristrutturare casa BancoPosta.

Questo è quello riservato ai titolari di conto corrente BancoPosta con accredito dello stipendio o della pensione (da 15mila a 60mila euro).

È stato preso in esame un finanziamento da 36mila euro.

È stato suddiviso in 120 rate da 417,80 euro, con un Tan fisso 6,99% e un Taeg 7,23%.

Esempio senza accredito del prestito per ristrutturare casa BancoPosta

Questo invece l’esempio che riguarda lo stesso tipo di finanziamento senza accredito dello stipendio o della pensione.

120 rate da 417,80 euro (per un prestito di 36mila euro). Tan fisso al 7.50 e Taeg 7,78%

L’assicurazione di garanzia

Il prestito per ristrutturare casa BancoPosta prevede anche una assicurazione a garanzia del prestito. Con una spesa di pochi euro in più al mese si può sottoscrivere un pacchetto assicurativo che garantisce il rimborso del capitale residuo in caso di imprevisti.

Diritto di ripensamento

Il cliente ha naturalmente diritto a un ripensamento, può recedere dal contratto entro il 14esimo giorno successivo alla concessione del prestito.

Basterà rivolgersi nello stesso ufficio postale dove è stata inoltrata la richiesta e compilare uno specifico modulo.

Il prestito può essere estinto in anticipo.

Punti di forza

I punti di forza del prestito per ristrutturare casa BancoPosta sono:

la solidità finanziaria delle Poste Italiane

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp