Prestito rifiutato, ecco tutti i motivi possibili

Prestito rifiutato: i motivi del “no” di banche e finanziarie sono molteplici. Conoscerli vi potrebbe aiutare ad andare a colpo sicuro. Se non rispettate una o più voci di questa agile guida è molto probabile che la vostra richiesta non verrà accolta.

5' di lettura

Prestito rifiutato. Molti di voi avranno sperimentato il “no” delle banche o delle finanziarie rispetto a una richiesta di prestito. I motivi che spingono un istituto a rigettare una domanda di finanziamento non sono pochi.

Per eludere il prestito rifiutato, vi potrebbe essere utile questa agile e veloce guida. Anche per evitare di andare in banca e farsi rispondere no. O al contrario, per recarsi in una filiale a colpo sicuro. Con la consapevolezza di avere tutte le carte a posto.

Le banche, come saprete, controllano il merito creditizio del clienti. Ossia la sua affidabilità come pagatore. Per farlo hanno a disposizione i database del Sistema di Informazione Creditizia (Sic).

Ecco, alla base di un prestito rifiutato c’è spesso il risultato di quella semplice ricerca.

Nel database ci sono infatti tutte le informazioni che riguardano il cliente nel suo rapporto con banche e finanziarie.

Quelle informazioni vengono conservate per un certo periodo di tempo che varia a seconda della gravità degli omessi o ritardati pagamenti.

Ma questi sono i motivi che possono causare il prestito rifiutato.

Qui ci riferiamo ai prestiti “normali”, non quindi agevolati come per studenti o i prestiti cambializzati o altri strumenti dello stesso tipo. In quel caso può accedere al finanziamento anche chi non ha un lavoro (come nel caso degli studenti), o è stato protestato (come per i prestiti cambializzati).

Reddito e situazione patrimoniale non adeguata

La prima valutazione della banca quando si chiede un prestito riguarda il reddito e la situazione patrimoniale del cliente. L’analisi è piuttosto semplice: devono essere sufficienti per garantire il rimborso del debito. In genere il conto è matematico: la rata del prestito non può mai essere superiore a un terzo dell’introito mensile del cliente.

Se si supera quel limite o se la situazione patrimoniale non è sufficiente: prestito rifiutato.

Lavoro precario

Anche un lavoro precario viene ritenuto insufficiente per chiedere un prestito. In particolare se il lavoro a tempo determinato che si sta svolgendo è prossimo alla scadenza. In questo caso vengono meno le condizioni minime per rimborsare il reddito. Anche in questo caso: prestito rifiutato.

Cattivo pagatore

In questo caso torniamo al database del Sic, quello dove sono segnalati i cattivi pagatori. Rientrano in questo elenco quanto hanno ritardato il pagamento di almeno due rate di un prestito precedente.

Per chi è in questa lista nera il prestito rifiutato è una inevitabile conseguenza. Per poter accedere a un finanziamento è necessario ottenere la cancellazione dal database del Sic.

Rientrano, è evidente, nella lista dei cattivi pagatori anche i protestati. E non è poi così difficile essere protestati, basta non aver pagato una cambiale in scadenza.

Altri finanziamenti

La banca deve valutare, anche se tutti i requisiti sono a posto, se il cliente può garantire il rimborso del prestito e pagare le rate con la dovuta puntualità. Un peso negativo potrebbe averla la presenza di altri finanziamenti in corso. In questo caso la banca teme un sovraindebitamento del cliente. Il calcolo è sempre lo stesso: se le rate (dei singoli finanziamenti) superano un terzo dello stipendio quasi sempre c’è poco da fare: prestito rifiutato.

Richieste multiple

Se avete intenzione di chiedere un prestito a una banca, non formulate la stessa richiesta ad altri istituti di credito o finanziarie. Le richieste multiple non sfuggono alle verifiche e in genere sono un motivo valido per un prestito rifiutato.

Se vi hanno già rifiutato un prestito

Può accadere che avete richiesto il prestito a una banca ma per un qualsiasi motivo vi è stato rifiutato. A questo punto fermatevi e valutate il motivo del “no” e come si può aggirare trovando una soluzione. Di certo evitate di correre in un’altra banca: il rifiuto del prestito viene conservato nel famigerato database Sic per un mese. È difficile che una banca conceda il prestito dopo aver verificato che solo pochi giorni prima un altro istituto di credito non lo ha concesso.

Garante di cattivi pagatori

Rischiate di avere un “no” anche se siete un buon pagatore e con un reddito e una situazione patrimoniale sufficiente. E come è possibile? Basta essere stati garanti di un cattivo pagatore o di un protestato. Morale: bisogna essere molto attenti a fornire le garanzie per una terza persona. Le conseguenze, potete immaginarlo, possono essere spiacevoli.

Garante non adatto

Se siete voi ad aver bisogno di un garante, sceglietelo bene per evitare un prestito rifiutato.

E quindi: non deve avere un passato da cattivo pagatore o protestato. E la sua situazione patrimoniale deve essere sufficiente a garantire il rimborso del prestito se chi l’ha ricevuto si rivela insolvente.

Per ricevere le news e i video di TheWam collegati a questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie