Salerno, sentenze pilotate. Chiesto processo per sedici: anche Mauriello e Lieto

I Pm hanno chiesto il processo per sedici persone e tre società finite nell'inchiesta Ground Zero 2

2' di lettura

Mazzette per sentenze favorevoli. La Procura di Salerno (sostituto procuratore Elena Guarino) ha chiesto il processo per sedici persone e tre aziende finite nell’indagine per corruzione in atti giudiziari, ribattezzata Ground Zero 2, sulla sede salernitana della commissione tributaria regionale.

Fra gli imputati, che ora rischiano il procedimento penale, c’è Casimiro Lieto, autore di programmi Tv e fortunate trasmissioni come la “La Prova del Cuoco” e “La Vita in Diretta”.

Giudici tributari nell’inchiesta

Nella richiesta di rinvio a giudizio ci sono anche quattro giudici tributari: Antonio Mauriello, già membro del consiglio nazionale della giustizia tributaria a Roma, Giuseppe Pagano, Giuseppe De Camillis e Ferdinando Spanò (De Camillis e Spanò sono già stati condannati in primo grado, dopo il rito abbreviato, in un procedimento collegato)

Tra gli episodi contestati nell’indagine Ground Zero 2 ci sono la cancellazione di un debito nei confronti dello Stato, da oltre 35 milioni di euro, ottenuto da una società di Sarno (Salerno). E c’è anche una sentenza favorevole che si incrocia con Avellino e la Enerimpianti, azienda che possedeva più della metà delle azioni Sidigas, società di distribuzione del gas che nel capoluogo irpino, fino a poco tempo fa, ha gestito la squadra di calcio e quella di basket.

Le dichiarazioni di Spanò

A parlare di quella sentenza è stato il giudice che l’ha emessa, Fernando Spanò, che ha spiegato di aver ricevuto diecimila euro da Mauriello. Né la Sidigas né la Enerimpianti, comunque, sono oggetto degli accertamenti della magistratura salernitana.

Mauriello, durante l’interrogatorio di garanzia successivo all’arresto, ha sempre negato di aver agito per conto di Sidigas e ha respinto anche il ruolo di “vertice del sistema” che gli altri indagati, con le loro dichiarazioni, gli avevano cucito addosso.

Le accuse a carico degli imputati, oltre che sulle dichiarazioni, poggiano su numerose intercettazioni ambientali e telefoniche, raccolte dalla guardia di finanza di Salerno, coordinata dal generale Danilo Petrucelli.

A settembre l’udienza

A Lieto è contestato di aver promesso un posto di lavoro per il figlio di Spanò, in cambio di una sentenza favorevole da oltre duecentomila euro. Si tratta comunque di un appello, Lieto aveva già avuto infatti una prima pronuncia a suo favore.

Gli imputati dovranno comparire in aula il prossimo 17 settembre 2020. E, di fronte al gup, avranno l’occasione di chiarire la loro posizione. Il collegio difensivo è composto, fra gli altri, dagli avvocati Angelo Alessandro Sammarco, Raffaele Tecce, Camillo Cancellario, Marcello D’Auria, Michele Sarno, Pierluigi Tornassi, Mario Ianulardo e Federico Conte.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie