Solofra, pronto soccorso chiuso. “Sotto la direzione del Moscati sempre peggio”

Le dichiarazioni del segretario provinciale della sanità pubblica della Cgil, Pietro De Ciuceis.

3' di lettura

Il Pronto Soccorso dell’Ospedale Landolfi di Solofra è ancora chiuso. I cittadini chiedono risposte certe sui tempi della riapertura di una struttura che sembra essere stata dimenticata.

Sulla questione abbiamo provato a contattare la dirigenza del Moscati che non ha voluto rilasciare dichiarazioni nè controbbattere alle dichiarazioni del nostro intervistato. Anche il sindaco di Solofra, dopo aver inizialmente risposto al telefono, è al momento (20.02) irreperibile.

Ci siamo rivolti al segretario provinciale della sanità pubblica della Cgil, Pietro De Ciuceis, che invece è stato disponibile a un intervista.

Ogni anno sempre peggio

“Il Pronto Soccorso di Solofra da quando è passato sotto la direzione del Moscati ha iniziato a perdere risorse.

In primis nel reparto di Nefrologia e dialisi. Prima in Nefrologia c’era più personale, senza dimenticare la possibilità di fare dialisi d’urgenza ai pazienti più gravi. Poi è stato perso un altro pezzo anche in neurologia“.

“Inoltre, sono mancate anche figure chiave come quell dei medici di Medicina Generale, che hanno portato a una carenza di personale nel Pronto Soccorso. Il presidio prevedeva un chirurgo e un medico di medicina generale. Via via è venuta meno proprio la possibilità di fare il Pronto Soccorso.”

Come ci ha ricordato De Ciuceis, uno dei medici di Medicina Generale è anche stato colpito dal Coronavirus e per fortuna, restando a casa in attesa del tampone, non ha infettato nessuno.

Bisogna ripartire da zero

“Riaprire – continua il segretario della sanità pubblica della Cgil – significa riaprire daccapo una struttura sanitaria e soprattutto capire cosa deve fare il Landolfi.

Quella struttura adesso è come se fosse un padiglione del Moscati. Facendo parte del ‘Rilievo Nazionale’, infatti, ha programmi diversi e comporta alcune limitazioni.

“Il problema è che se ci mettono mano e reperiscono personale, potrebbe partire anche prima della fine dell’anno. Se apri un Pronto Soccorso senza i reparti di base è inutile.

Fino a qualche tempo fa eravamo concorrenziali con il Moscati. Adesso cerchiamo risorse. Bisogna vedere con il Covid cosa accadrà.”

Per la riapertura però servono medici che abbiano un supporto tecnologico e anche uno amministrativo. Per De Ciuceis infatti è una decina di anni che non viene fatta una buona manutenzione.

Rilancio e occupazione

“Con l’inizio del Coronavirus è stato bloccato tutto l’ordinario. Andare avanti così è rischioso. Il pronto soccorso è una cosa seria, non è semplice da gestire e non si apre da un giorno all’altro. Bisogna aprire con criterio”, afferma De Ciuceis.

“È una struttura più piccola. Va a finire che, non essendoci un supporto sul posto, si costringono tutti i pazienti al trasferimento e può essere rischioso.

Poi il Pronto Soccorso di Solofra non ha mai avuto dei medici dedicati. Il personale era dell’Asl e arrivava a supporto grazie a una convenzione, che prima dell’emergenza non è stata rinnovata”.

“È fondamentale che la struttura venga rilanciata e ripresa. Tutto ciò che arriva a Solofra è precario. Con nuovi medici ci sarebbero molte più possibilità per i giovani del territorio. Con la lungodegenza, riabilitazione, strutture per la risonanza magnetica, un ambulatorio e il Pronto Soccorso potenziato si creerebbero più servizi per un importante bacino d’utenza”, conclude De Ciuceis.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie