Proroga Naspi: a chi spetta col Rem? I requisiti

Ecco i requisiti per accedere alla particolare proroga Naspi rem e Dis-Coll prevista dal Decreto Sostegni. Prevede tre rate del reddito di emergenza a 400 euro.

4' di lettura

Proroga Naspi: a chi spetta col Rem? Il prolungamento delle indennità di disoccupazione tra i grandi “assenti” del Decreto Sostegni. I disoccupati con gli assegni scaduti, però, possono accedere al Reddito di emergenza se rispettano alcuni requisiti. In questa guida trovi la guida completa alla domanda per il reddito di emergenza. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).


(Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Proroga Naspi a chi spetta?

Proroga Naspi: a chi spetta col Rem? Prima di rispondere alla domanda, da sottolineare che – di fatto – all’interno del Decreto Sostegni non è stato previsto nessun prolungamento delle indennità di disoccupazione in scadenza. Il Governo Draghi, quindi, ha scelto di abbandonare una delle misure messe in campo dal precedente esecutivo Conte per sostenere gli italiani più colpiti dai contraccolpi economici dell’epidemia. (Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi).

D’altra parte i disoccupati – non solo quelli che percepiscono la Naspi ma anche chi riceve la Dis Coll e rispetta alcuni particolari requisiti – possono accedere al Reddito di emergenza. Si tratta diuna versione “ridotta” dal punto di vista dell’importo. In pratica, per chi ha Naspi e Dis Coll scadute il Rem può arrivare a massimo 400 euro per ciascuna delle tre mensilità previste (1.200 euro complessivi). (Entra nei gruppi facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni).

Estensione del Reddito di emergenza

Nel Decreto Sostegno non ha trovato spazio la proroga Naspi, d’altra parte, ai disoccupati viene data la possibilità di ricevere le tre nuove mensilità di Reddito di emergenza in sussistenza di alcuni requisiti aggiuntivi rispetto a quelli previsti per i beneficiari del Rem in generale (patrimonio mobiliare massimo di 15mila euro, incompatibilità con Reddito di cittadinanza, pensioni e così via):

  • la Naspi o la Dis Coll deve essere scaduta tra il primo luglio 2020 e il 28 febbraio 2021
  • l’Isee deve essere inferiore ai 30mila euro
  • non devono risultare sottoscritti contratti di lavoro subordinato o co.co.co. (Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

Proroga Naspi Rem: testo completo del messaggio Inps 1378

I requisiti per il Rem di cui al comma 2

“Solo in caso di mancato soddisfacimento dei requisiti di cui al comma 1 dell’articolo 12, la norma prevede la possibilità di riconoscere il beneficio a coloro che siano in possesso dei requisiti di cui al comma 2, ossia aver terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni previste dagli articoli 1 e 15 del decreto legislativo n. 22/2015 (NASpI e DIS-COLL) e avere un ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, inferiore a una determinata soglia.

Si tratta, in sostanza, di una prosecuzione dei benefici NASpI e DIS-COLL, in misura fissa, condizionata alla verifica dello stato di bisogno del richiedente (valutata tramite l’indicatore ISEE) e al rispetto di una serie di requisiti di compatibilità, di seguito dettagliati:

a) il membro del nucleo familiare che ha terminato di beneficiare della NASpI o della DIS-COLL nel periodo di riferimento deve essere residente in Italia al momento di presentazione della domanda;

b) al momento della presentazione della domanda, deve essere presente una DSU in corso di validità, con valore dell’indicatore ISEE, ordinario o corrente, non superiore a 30.000 euro.

I requisiti di compatibilità

Per il diritto al Rem ai sensi dell’articolo 12, comma 2, del decreto–legge n. 41/2021, è necessario che il membro del nucleo familiare che ha terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni previste dagli articoli 1 e 15 del decreto legislativo n. 22/2015 e ha un ISEE non superiore ai 30.000 euro, non sia titolare:

a) di una delle indennità COVID-19 di cui all’articolo 10 del decreto–legge n. 41/2021;

b) alla data del 23 marzo 2021 (data di entrata in vigore del decreto Sostegni) di una prestazione pensionistica diretta o indiretta, a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;

c) alla data del 23 marzo 2021 di un contratto di lavoro subordinato, con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità ai sensi dell’articolo 13, comma 4, del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, ovvero di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

Inoltre, la corresponsione del Rem è incompatibile con l’intervenuta riscossione, in relazione allo stesso periodo, del Reddito o della pensione di cittadinanza”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie