Proroga Naspi Rem: guida a domanda e calcolo (2021)

Proroga Naspi Rem nel Decreto Sostegno: guida passo passo alla domanda e al calcolo della nuova assicurazione sociale per l'impiego.

8' di lettura

Abbiamo raccolto tutte le ultime notizie sulla proroga Naspi 2021 contenuta nel Decreto Sostegno e sui requisiti aggiornati per la nuova assicurazione sociale per l’impiego. Ti spieghiamo come averla e cosa c’entra il reddito di emergenza.

In questa guida troverai le risposte alle seguenti domande:

  • A chi spetta la proroga Naspi 2021? 

  • La proroga Naspi sarà automatica? 

  • Perché si parla di proroga Naspi Rem?

  • Come cambiano i requisiti della Naspi fino al 31 dicembre 2021?

  • Come funziona il calcolo Naspi?

Sbrighiamoci, andiamo a vedere le risposte in dettaglio sulla proroga Naspi Rem (sì, è più giusto chiamarla così, presto scoprirai perché).

Proroga Naspi, requisiti e calcolo in breve

  1. La proroga Naspi 2021 sarà sostituita da tre rate di Rem

  2. Per chi chiede il Rem, dopo aver terminato la Naspi, bisognerà rispettare un solo requisito: 30mila euro di soglia Isee

  3. Chi prendeva la Naspi non riceverà altri mesi di proroga, ma tre rate di reddito di emergenza al minimo: 400 euro ciascuna.

  4. Per chiedere la Naspi, fino al 31 dicembre 2021, non bisognerà più avere trenta giornate di lavoro effettivo nei dodici mesi precedenti alla disoccupazione

  5. Il calcolo della Naspi resta lo stesso. La disoccupazione corrisponderà al 75% dell’imponibile medio degli ultimi 4 anni, con tagli del 3% dal quarto mese

Usa l’indice per andare al capitolo della guida che preferisci:

  1. Proroga Naspi Decreto Sostegno
  2. Proroga Naspi Rem
  3. Proroga Naspi automatica?
  4. Proroga Naspi come richiederla?
  5. Naspi 2021: come cambiano i requisiti
  6. Calcolo Naspi 2021: come funziona?
  7. Videoguide
  8. Chi sono, il progetto

Proroga Naspi nel Decreto Sostegno: cosa cambia?

La proroga Naspi e la Dis-Coll, presenti nel Decreto Sostegno all’articolo 15, hanno poco a che vedere con quanto visto negli ultimi mesi. Non si tratta, infatti, di altre mensilità di Naspi: la disoccupazione lascerà il posto al reddito di emergenza.

Tre rate di Rem, calcolate al minimo (400 euro al mese per 1200 euro totali), con l’obbligo di rispettare un solo requisito: soglia Isee inferiore ai 30mila euro.

Certo, poi ci sono le incompatibilità.

La proroga Naspi, ossia le tre rate di REM, è riconosciuta a chi ha terminato la disoccupazione entro il 28 febbraio e non è:

  • titolare di contratto di lavoro subordinato eccezion fatta per il contratto intermittente senza diritto di indennità di disponibilità;

  • titolare di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;

  • titolare di pensione diretta e indiretta.

Il REM non è compatibile con altre indennità previste dal decreto (articolo 10), cassa integrazione e reddito di cittadinanza. È, invece, compatibile con l’assegno ordinario di invalidità e altre prestazioni con la medesima natura giuridica.

Proroga Naspi Rem: come funzionerà?

Il reddito di emergenza, contenuto nell’articolo undici del Decreto Sostegno, prevede che le famiglie debbano rispettare dei requisiti per poter ricevere le rate di Rem. Questo non accadrà per chi ha visto scadere la Naspi e la Dis-Coll fra l’1 luglio 2020 e il 28 febbraio 2021.

Questi lavoratori, infatti, avranno automaticamente diritto alle tre rate del reddito di emergenza, a patto di avere una soglia Isee di 30mila euro.

Di seguito un utile info-grafica che ti chiarisce come cambierà il Rem, che andrà a sostituire la proroga Naspi 2021. Se ti interessa saperne di più, in questa guida passo passo troverai tutte le risposte sul reddito di emergenza. Dai un’occhiata anche al testo del Decreto Sostegno.

Proroga Naspi automatica?

La proroga Naspi o, meglio, le tre rate del reddito di emergenza, saranno pagate in automatico? Il Decreto Sostegno non è chiaro.

Cito testualmente, poi traduciamo.

“Le quote di Rem di cui al comma 1 sono riconosciute, indipendentemente dal possesso dei requisiti di cui al medesimo comma… e nella misura prevista per nuclei composti da un unico componente, ai soggetti che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni previste dagli articoli 1 e 15 (proprio Naspi e Dis-Coll)”

Come hai potuto leggere, non si fa riferimento a una proroga Naspi automatica, ma molto probabilmente servirà presentare l’istanza. L’Inps, infatti, nel messaggio 1378, ha chiarito che servirà una Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu) aggiornata, probabilmente da esibire al momento della richiesta per l’indennità.

Approfondisci tutte le ultime novità per il Rem e la Proroga Naspi Rem, in questa guida dedicata al contenuto del nuovo messaggio dell’Inps.

Se sei arrivato fin qui, probabilmente, hai trovato l’articolo utile. Se davvero così e vuoi riceverne altri, entra gruppi gratuiti di Telegram e Whatsapp di TheWam.net per ricevere tutte le ultime notizie sui bonus, i concorsi e le offerte di lavoro.

Iscriviti anche al nostro canale youtube. E’ gratis. Più di 50mila persone lo hanno già fatto e ricevono ogni giorno, sul cellulare, le nostre video-guide sui bonus.

Proroga Naspi 2021: come richiederla?

Dovrai aspettare la pubblicazione della circolare Inps, che farà chiarezza su come chiedere il reddito di emergenza che sostituirà la proroga Naspi.

Fino ad allora bisogna attenersi a quello che dice il testo del Decreto Sostegno: per avere il Rem si dovrà fare domanda, sul sito dell’Inps, entro il 30 aprile 2021.

Il servizio di domanda sul sito dell’Inps sarà attrezzato dopo la pubblicazione della circolare. 

Naspi 2021: come cambiano i requisiti

Il decreto Sostegno prevede nuovi requisiti per chi farà domanda di Naspi entro il 31 dicembre 2021.

Nello specifico non sarà obbligatorio avere 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti al periodo di disoccupazione. In sostanza cadrà l’obbligo dall’articolo 3 comma 1 lettera c) del decreto n.22/2015.

La disoccupazione Naspi (Nuova assicurazione sociale per l’impiego) è una misura di sostegno al reddito per lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro involontariamente o che si sono dimessi per “giusta causa” e che hanno versato almeno 13 settimane di contributi nei quattro anni precedenti alla richiesta dell’indennità.

Ora che il Decreto Sostegno è entrato in vigore, bisognerà attendere le indicazioni dell’Inps per la proroga Naspi ma anche per il reddito di emergenza.

Calcolo Naspi: come funziona?

Per chi non ha diritto alla proroga Naspi, ma vuole chiedere per la prima volta la nuova assicurazione sociale per l’impiego, è interessante conoscere il metodo di calcolo dell’importo.

Ti spieghiamo, insomma, quanto ti spetta per l’indennità di disoccupazione. Ti anticipiamo, comunque, che non può superare i 1335,40 euro mensili.

Il calcolo della Naspi tiene conto dei contributi versati e della durata della durata dell’assegno di disoccupazione. E’ necessario fare una media degli ultimi stipendi percepiti e ricordarsi della soglia fissata dall’Inps: proprio 1335,40 euro.

Calcolo Naspi. Settimane di contribuzione e anni di lavoro precedenti come riferimento

Il calcolo della Naspi corrisponde al 75% dell’imponibile medio degli ultimi 4 anni, con tagli del 3% che scattano dal 4 mese e per ogni mese successivo.

Dovrai, perciò, moltiplicare la media del tuo stipendio settimanale, degli ultimi quattro anni, per 4,33. La Naspi corrisponde al 75% dell’importo medio dello stipendio, se la cifra è più bassa di di 1.227,55 euro.

Se è superiore, invece, dovrai fare un altro calcolo. La tua Naspi corrisponderà, infatti, alla somma del 75% del tuo stipendio medio più il 25% della cifra in eccesso (1335,40 – il tuo stipendio medio.

Pensionioggi.it ha messo a disposizione un calcolatore automatico. Qui, invece, puoi leggere un esempio pratico di calcolo Naspi offerto dal sito Studiamo.it

Chi sono, cos’è TheWam.net

Se è la prima volta che capiti sul sito, mi presento. Sono Andrea Fantucchio, co-fondatore del progetto TheWam, piattaforma giornalistica specializzata in temi economici e di welfare. Oggi la nostra community conta milioni di persone che leggono ogni mese il sito di TheWam.net.

Ecco chi ha già scelto di seguirci:

Oltre 50mila persone sono iscritte al Canale YouTube.

Oltre 40mila persone hanno scelto di essere aggiornate su Facebook e su Instagram (in basso ti diciamo come entrare)

Oltre 40mila persone hanno scelto di ricevere le ultime news su Telegram e Whatsapp.

Benvenuto su TheWam, speriamo che tornerai a farci visita. Se hai trovato l’articolo interessante o hai dei dubbi, mi piacerebbe sentirti.

Dicci la tua

Se vuoi farci delle domande sul Decreto Sostegno, sulla proroga Naspi 2021 o sul progetto entra nella comunità Facebook di TheWam, entra nei gruppi Facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni.

Se preferisci una mail, invece, puoi scrivere a bonuselavorothewam@gmail.com

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie