Proroga reddito di emergenza lontana dopo le parole di Draghi?

La proroga del reddito di emergenza è più lontana dopo le parole di Mario Draghi. Leggi le ultime notizie sul Rem.

4' di lettura

La proroga del reddito di emergenza non è una priorità del governo. L’esecutivo guidato da Mario Draghi affronterà dei mesi molto complessi. Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) richiede di terminare i progetti previsti nei tempi giusti per intercettare i fondi europei. I partiti pretendono maggiori risorse. Vediamo che posto hanno il Rem e gli altri aiuti per le famiglie in questo scenario. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino clicca su “Continua a leggere” dopo l’immagine di seguito).

Proroga reddito di emergenza: lo scenario attuale

La proroga del reddito di emergenza, come ripetiamo da settimane, non è una priorità del governo Draghi. Più volte ci siamo scontrati con chi vedeva, nella nostra narrazione dei fatti, un modo per scoraggiare migliaia di famiglie. Semplicemente, come spiegheremo tra poco, ci sembrava essenziale riportare oggettivamente le notizie, senza alimentare speculazioni. Un modo, il nostro, di rispettare proprio tutte quelle famiglie che del Rem avrebbero tremendamente bisogno.

Dopo la doverosa premessa, torniamo proprio ai fatti. Giovedì scorso il consiglio dei Ministri si è riunito per discutere dei nuovi interventi relativi alla pandemia e all’ipotesi di uno scostamento di bilancio; quando dei soldi vengono destinati a specifiche finalità. Beh, non è stato trovato nessun accordo. Nessuno ha parlato di un nuovo decreto che contenga aiuti per le famiglie; sussidi come la proroga del reddito di emergenza.

Scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Draghi frena i partiti: niente assalto ai conti

Draghi frena i leader dei partiti e respinge l’assalto ai conti”. Questo il titolo di un articolo pubblicato sulla versione online del quotidiano La Stampa. Il presidente dei consiglio ha risposto “Il contesto è cambiato”, rivolgendosi ai riferimenti politici che spingevano per nuove spese. Si parla di finanziamenti necessari ad alimentare un nuovo piano di aiuti.

La questione è chiara: il governo, negli ultimi mesi, sta promuovendo iniziative frammentarie, finanziate con cifre irrisorie (non superiori ai 5 miliardi), per arginare problemi strutturali: per esempio il rincaro delle bollette. Una discrepanza, fra obiettivo e azione, che si è tradotta in malumori sempre maggiori.

Il rischio, ora, è quello di incartarsi. Draghi e altri leader europei, probabilmente, immaginavano una ripresa più decisa con il nuovo anno. Un rimbalzo economico che, per ora, non c’è stato.

L’Italia, come buona parte degli altri Stati del mondo, si è trovata a fare i conti con un aumento dell’inflazione. Un momento storico in cui i prezzi si surriscaldano. Sullo scenario attuale incide principalmente il costo dell’energia ma, come vi sarete accorti andando in salumeria o pagando il caffè al bar, la questione riguarda anche altri beni di consumo.

In uno scenario così incerto anche a livello mondiale, con tensioni che non risparmiano Russia e Stati Uniti, è fondamentale prendere decisioni certe. Gli indirizzi politici disegneranno l’Italia di domani.

proroga reddito di emergenza ultime notizie draghi

Proroga reddito di emergenza: che succede ora?

In quest’ottica l’attenzione alle fasce più vulnerabili della popolazione è un aspetto estremamente importante. Non si possono bollare i sussidi o le altre politiche di sostegno come “debito cattivo” o “spese non funzionali”. Bisogna, invece, tracciare un piano organico che sappia legare la necessità di non lasciare nessuno indietro, caratteristica fondante di uno Stato civile, con l’esigenza di stimolare la ripartenza economica.

Anche perché, banalmente, se non si assicura al più ampio numero di famiglie la soglia minima di capacità di spesa si finirà inevitabilmente per picconare anche quel tessuto produttivo che si vuole ricomporre. Come un cane che si morde la coda.

Per saperne di più sulla proroga del reddito di emergenza e sulle iniziative del governo bisognerà purtroppo attendere. Per quanto tempo, come avrete capito, non è possibile dirlo.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie