Blitz anti prostituzione: fermate 41 ragazze, sanzioni anche per i clienti

La polizia municipale di Salerno in azione lungo la Litoranea. Denunce, daspo, fogli di via per decine di ragazze dell'Est. Nei guai anche sette clienti, trovati nelle auto mentre si intrattenevano in atteggiamenti inequivocabili con le lucciole. Dopo la fine del blocco l'attività è ripresa a pieno regime.

Blitz anti prostituzione: fermate 41 ragazze, sanzioni anche per i clienti
Un blitz contro la prostituzione è stato portato a termine dagli agenti della polizia municipale di Salerno: fermate e sanzionate 41 ragazze e 7 clienti.


2' di lettura

Il business della prostituzione è ripreso a piano regime in tutta la Campania. Come se il Covid non ci fosse, o non ci fosse mai stato. Una parentesi in un affare che non deve fermarsi. Lo dimostra l’operazione della polizia municipale di Salerno nella estrema zona orientale della città.

Una strada a luci rosse

Bastano i numeri per dare la proporzione del fenomeno. E bisogna ricordare che i vigili urbani hanno controllato solo il territorio di loro competenza. Quindi fino a qualche chilometro dal centro abitato. C’è un altro lungo tratto della litoranea, che arriva fino a Paestum, e che – come saprete – è abitualmente frequentato da decine e decine di lucciole.

Sanzioni per prostitute e clienti

La polizia municipale ha sanzionato con multe da 500 euro 41 prostitute. Ma non solo, sono stati consegnati anche 20 verbali di allontanamento e sei denunce penali con Daspo urbano. Oltre a otto denunce con foglio di via obbligatorio.

Sono finiti nei guai anche 7 clienti. Per evitare problemi anche peggiori – magari in famiglia – hanno pagato subito:sono statoi beccati mentre si intrattenevano con le ragazze nelle auto parcheggiate in qualche buia traversa della strada principale.

Il post Covid e l’esplosione del sesso a pagamento

Durante il periodo più caldo dell’emergenza Covid, la scorsa primavera, la prostituzione lungo la Litoranea ha avuto un drastico e inevitabile calo. Niente clienti, niente lucciole. Ma subito dopo il blocco il mercato del sesso ha riaperto i battenti, fino a raggiungere gli apici di questi giorni.

Come sempre si tratta di ragazze dell’Est, in larga parte, e giovani donne nigeriane, che però affollano la zona della litoranea che non ricade nel territorio comunale della città.

Un affare troppo lucroso per non continuare

Un fenomeno che va avanti da anni (decenni?), che ha resistito a blitz, retate, e lunghe stagioni di pugno di ferro. Evidentemente l’affare rende troppo bene, i lenoni, spesso anche loro dell’Est, non hanno nessuna intenzione di rinunciare.

Sono stati molti anche gli episodi di violenza. E le prostitute uccise. Storie di ragazze che avevano avuto il coraggio di dire basta. Ma quel coraggio non è servito, anzi, le ha uccise.

Per ricevere tutte le news puoi anche seguire il servizio GNews su Google, Facebook e Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie