Psg Basaksehir interrotta: per l’UEFA non fu razzismo

Psg Basaksehir: la Uefa ha aperto un procedimento contro Sebastian Coltescu e Octavian Sovre per i fatti accaduti durante il match dello scorso 8 dicembre, sospeso in seguito alle proteste della squadra ospite che aveva accusato il quarto uomo di aver pronunciato parole razziste nei confronti di Pierre Webo. Intanto l'ispettore è favorevole allo staff arbitrale romeno: "Nessuna discriminazione".

3' di lettura

La UEFA è tornata sul caso Psg Basaksehir aprendo un procedimento a carico di Sebastian Constantin Coltescu e Octavian Sovre per i fatti accaduti nel corso della sfida di Champions League dello scorso 8 dicembre. Come è noto, in quell’occasione, la partita venne sospesa in seguito alle proteste della squadra ospite che aveva accusato il quarto uomo di aver pronunciato parole razziste nei confronti di Pierre Webo.

Sebastian Coltescu, quarto uomo della gara Psg Basaksehir, aveva indicato Webo, assistente del tecnico della compagine turca Okan Boruk, chiamandolo “quello nero” per indicare la persona dello staff tecnico da espellere a seguito di una protesta. Ne scaturì quindi una dura discussione che portò i giocatori dell’Istanbul Basaksehir, poi seguiti da quelli del PSG , ad abbandonare il campo.

Psg Basaksehir: l’episodio incriminato che portò all’interruzione del match

Psg Basaksehir: Niente razzismo

La gara venne ripresa il giorno dopo, ma la questione è rimasta sul tavolo e la UEFA ha spiegato che potrebbe profilarsi una violazione dell’Articolo 11, ovvero quello relativo ai “Principi Generali di Condotta”, ma niente razzismo.

A seguito di un’indagine condotta da un ispettore di Etica e Disciplina UEFA in merito agli eventi che hanno portato all’abbandono della partita di UEFA Champions League 2020/21 tra Paris Saint-Germain e İstanbul Basaksehir FK dell’8 dicembre 2020, è stato avviato un procedimento contro il signor Sebatian Constantin Coltescu ed il signor Octavian Sovre per una potenziale violazione dell’Articolo 11 del Regolamento Disciplinare UEFA. Ulteriori informazioni relative a questo caso saranno rese disponibili una vola che l’Organo di Controllo Etico e Disciplinare della UEFA avrà preso una decisione”.

Psg Basaksehir: disse “negru”, ma non fu offesa

Aperto il procedimento dall’Uefa, ma la relazione dell’ispettore va in soccorso dello staff romeno sotto accusa per razzismo durante il match di Champions League Psg Basaksehir dell’8 dicembre. “Niente razzismo, nessuna discriminazione da parte degli arbitri. Perché in romeno “negru” vuol dire nero senza connotazioni offensive“. L’espressione fu usata dal quarto uomo Sebastian Coltescu solo per distinguere fra i membri della panchina del Basaksehir chi andava sanzionato (il vice allenatore, il camerunese Webo).

Psg Bsaksehir: il calciatore senegalese Demba Ba

Psg Basaksehir: La telefonata per chiarirsi

Tra il giocatore senegalese Demba Ba e l’arbitro Coltescu era scoppiata la pace dopo il presunto episodio di razzismo. I due si chiarirono durante una telefonata, pohe ore dopo Psg Basaksehir, avvenuta grazie all’intervento dell’ex centrocampista del Senegal Ousmane N’Doye, pochi giorni dopo il match.

Demba non ha mai detto che si sia trattato di razzismo” quanto avvenuto durante la partita tra PSG e Basaksehir. “Ha solo pensato che Coltescu non avrebbe dovuto usare la parola ‘nero’ in uno stadio. Coltescu ha capito”, ha spiegato l’ex giocatore N’Doye. “Mi hanno chiamato entrambi dopo essersi sentiti. Sono rimasti colpiti dalla conversazione che hanno avuto. Sono un sostenitore della pace, sono sicuro che si sia trattato di un malinteso”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie