Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Quali bonus ci sono adesso (marzo 2024)

Quali bonus ci sono adesso (marzo 2024)

Quali bonus ci sono adesso? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo scopriremo quali bonus ci sono adesso da richiedere (marzo 2024) (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quali bonus ci sono adesso (marzo 2024)?

Iniziamo esaminando una tabella che riassume i principali Bonus disponibili durante il mese di marzo 2024.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisitiImportoModalità di Richiesta
Assegno UnicoFamiglie con figli a caricoFigli a carico disabili o con meno di 21 anniVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Carta acquistiFamiglie con figli < 3 anniISEE ≤ 7.640,18 euro80 euro ogni 2 mesiCompilazione modulo all’ufficio postale
Bonus BolletteTutti (requisiti ISEE specifici)ISEE vari (vedi testo)Variabile in base all’utenza e alla composizione del nucleo familiareAutomatico con ISEE valido e DSU
Carta CulturaDiciottenniISEE ≤ 35.000 euro500 euroPiattaforma della Carta Cultura e Carta Merito
Carta MeritoDiplomandiNessun limite ISEE500 euroPiattaforma della Carta Cultura e Carta Merito
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Supporto per la formazione e il lavoroI nuclei non idonei a ricevere l’Assegno di inclusioneISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoni350 euro al meseSito dell’INPS
Bonus ediliziProprietari di immobili e inquiliniVariabili in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazioneVaria in base all’agevolazione
Tutti i bonus di marzo 2024: la tabella

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funzionano i Bonus nel 2024

Ora esploreremo in dettaglio a chi sono destinati e come richiedere i Bonus di marzo 2024, illustrati nella tabella precedente.

Assegno Unico

Nel 2024 l’Assegno Unico prosegue nel suo ruolo essenziale di sostegno alle famiglie, fornendo un aiuto finanziario mensile ai nuclei familiari con figli a carico, sia disabili sia minori di 21 anni.

L’importo dell’assegno varia in base all’ISEE del nucleo familiare e alla sua composizione. Per i nuclei con un ISEE fino a 17.090,61 euro, l’assegno per ogni figlio minore ammonta a 199,5 euro mensili, mentre per quelli con un ISEE oltre 45.574,96 euro, il contributo si riduce a 57,0 euro al mese. Le famiglie numerose o quelle con bambini sotto l’anno di età beneficiano di incrementi aggiuntivi.

La domanda per ottenere l’Assegno Unico può essere presentata tramite il sito dell’INPS, utilizzando SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Per approfondimenti sulla procedura, consigliamo la lettura della nostra guida specifica sulla richiesta dell’Assegno Unico.

quali-bonus-ci-sono-adesso-inps
In foto, la pagina dell’Assegno di inclusione sul sito dell’INPS.

Carta acquisti

La Carta acquisti è un’importante forma di assistenza destinata a specifiche categorie di famiglie. Questa carta prepagata, ricaricata con 80 euro ogni due mesi, è pensata principalmente per due gruppi di beneficiari:

Per essere ammessi a questo sostegno è necessario avere un ISEE 2024 che non superi gli 8.052,75 euro. I dettagli sui requisiti di reddito e patrimonio, indispensabili per accedere a questo aiuto, sono spiegati nell’articolo relativo alla Carta acquisti.

Per inoltrare la domanda è fondamentale compilare con attenzione il modulo di richiesta, che si può trovare negli uffici postali locali.

Bonus bollette

Il Bonus bollette è stato esteso per un trimestre supplementare, che comprende i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2024, al fine di alleggerire il carico delle spese per acqua, energia elettrica e gas per le famiglie italiane.

Le modalità di accesso al Bonus bollette sono state aggiornate rispetto all’anno scorso. Nel 2024, per beneficiare del bonus per l’acqua e il gas, l’ISEE del richiedente deve essere al di sotto dei 9.530 euro.

Per le famiglie numerose, cioè quelle con almeno quattro figli a carico, il limite di ISEE per accedere al bonus acqua e gas è stato aumentato a 20.000 euro.

Il Bonus per le bollette elettriche, invece, è ancora “rafforzato” nel 2024 e si estende alle famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro. Per le famiglie numerose, il limite di ISEE per questo bonus è fissato a 30.000 euro.

Un aspetto fondamentale del Bonus bollette è la sua erogazione automatica come sconto in fattura, eliminando così la necessità per gli utenti di presentare una richiesta formale. L’unico passaggio richiesto ai beneficiari è compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per l’anno 2024 per ottenere un ISEE valido. Successivamente, sarà compito dell’INPS applicare automaticamente lo sconto sulle bollette.

Carta Cultura

La Carta Cultura Giovani, successore del Bonus Cultura, offre ai giovani di diciotto anni un fondo di 500 euro da utilizzare per acquisti in ambito culturale, quali cinema, musica, biglietti per eventi e altro ancora. Questa iniziativa è destinata ai ragazzi che fanno parte di famiglie il cui ISEE per l’anno 2024 non eccede i 35.000 euro.

Per usufruire di questo vantaggio, è necessario presentare la domanda attraverso il sito ufficiale della Carta Cultura, effettuando l’accesso tramite SPID o CIE e procedendo con la compilazione e l’invio del modulo di richiesta online.

Carta Merito

La Carta Merito rappresenta un’iniziativa all’avanguardia rivolta agli studenti che hanno ottenuto un punteggio di 100/100 all’esame di maturità. Questa iniziativa, che può essere combinata con la Carta Cultura, offre ai giovani diplomati un bonus di 500 euro come riconoscimento per le loro eccezionali performance scolastiche.

Gli studenti meritevoli possono fare richiesta della Carta Merito entro il termine che va dal 31 gennaio al 30 giugno dell’anno successivo al raggiungimento del diploma. La procedura di domanda si svolge online, accedendo al sito ufficiale dedicato alla Carta Merito, mediante SPID o CIE, e compilando il modulo di richiesta disponibile sulla piattaforma.

Assegno di inclusione

Dal 2024 l’Assegno di inclusione prende il posto del Reddito di cittadinanza, distinguendosi per il suo focus su un gruppo specifico di beneficiari. Questo sostegno è rivolto esclusivamente alle famiglie che includono almeno un membro disabile, un minore, una persona anziana oltre i 60 anni o un soggetto in carico ai servizi sociali.

Per accedere a questo aiuto le famiglie devono soddisfare criteri riguardanti l’ISEE (che non deve eccedere i 9.360 euro), il reddito familiare e i patrimoni. Queste condizioni sono dettagliatamente descritte nel nostro approfondimento sui requisiti per l’Assegno di inclusione.

L’obiettivo dell’Assegno di inclusione è quello di integrare il reddito delle famiglie, fornendo un supporto mensile per assicurare che il reddito annuo familiare non sia inferiore ai 6.000 euro. Per comprendere meglio come vengono determinati gli importi erogati, è consigliabile consultare il nostro articolo sugli importi dell’Assegno di inclusione.

Supporto per la formazione e il lavoro

Il Supporto per la formazione e il lavoro è stato lanciato il 1° settembre 2023, come erede del Reddito di cittadinanza, con l’obiettivo di assistere i nuclei familiari che non rientrano nei criteri per l’Assegno di inclusione, in particolare quelli composti unicamente da persone tra i 18 e i 59 anni e senza disabilità.

Questa iniziativa offre un contributo mensile di 350 euro ai beneficiari, i quali sono obbligati a partecipare a corsi di formazione e ad attività volte a favorire il loro reinserimento nel mondo del lavoro.

Il contributo è erogato per l’intera durata del percorso formativo e termina con la conclusione delle attività di reinserimento lavorativo. Questa assistenza è disponibile per un periodo limitato a 12 mesi e non prevede la possibilità di estensioni o rinnovi.

Per maggiori informazioni, compresi i criteri di ammissibilità e le modalità di presentazione della domanda, si consiglia di consultare la nostra guida al Supporto per la formazione e il lavoro.

Bonus edilizi

I Bonus edilizi costituiscono una serie di incentivi fiscali amministrati dall’Agenzia delle Entrate, volti a promuovere le ristrutturazioni immobiliari e l’acquisto di mobili. Qui di seguito, trovate una tabella che illustra le principali agevolazioni edilizie disponibili a marzo 2024.

AgevolazioneCaratteristicheImporto massimo di spesa a cui applicare la detrazioneDetrazione da spalmare inAltri requisitiSconto o cessione
Bonus mobili ed elettrodomestici 2023detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici5.000 euro per le spese sostenute nel 202410 anniil richiedente deve aver ristrutturato un immobile a partire dal 1° gennaio 2023NO
Bonus ristrutturazionidetrazione Irpef del 50%per i lavori di ristrutturazione e manutenzione degli immobili96.000 euro10 anniNO
Bonus verdedetrazione fiscale del 36% per le spese sostenute per lavori di sistemazione e arredo delle aree scoperte5.000 euro10 anniNO
Superbonusdetrazione del 70% per gli interventi di efficientamento energetico e adeguamento sismico10 anniRequisiti che variano in base al tipo di edificio ed i lavori svoltiNO
Bonus barriere architettonichedetrazione del 75% per i lavori finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche30.000 o 50.000 euro in base al tipo di immobile5 annisono ammessi solo interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche SI
Tabella dei Bonus edilizi in vigore a marzo 2024

FAQ: Domande frequenti sui bonus di marzo 2024

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i bonus di marzo 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i bonus di marzo 2024?

La scadenza per richiedere i bonus di marzo 2024 può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Quali sono i bonus di marzo 2024 per la spesa?

Il bonus per la spesa che può essere richiesto a marzo del 2024 è la Carta acquisti. La trovate descritta nella sezione precedente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp