Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali / Quale bonus per la caldaia a condensazione

Quale bonus per la caldaia a condensazione

Quale bonus per la caldaia a condensazione? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo vedremo quale bonus per la caldaia a condensazione può ancora essere richiesto nel 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quale bonus per la caldaia a condensazione?

Nel 2024 l’Ecobonus rappresenta l’unico incentivo che riconosce come agevolabili le spese per l’installazione di una nuova caldaia a condensazione.

Nel panorama delle agevolazioni edilizie sono infatti previste alcune detrazioni fiscali per le operazioni di miglioramento energetico degli immobili, che includono nei lavori ammessi l’installazione di una nuova caldaia.

Pertanto, il cosiddetto Bonus caldaia è in realtà una parte di un beneficio più esteso, l’Ecobonus, amministrato dall’Agenzia delle Entrate. Questo incentivo consente di ottenere una detrazione sull’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef) o sulll’Imposta sul Reddito delle Società (Ires), ripartita in 10 anni, e che può essere del 50% o del 65% del costo sostenuto. La percentuale di detrazione varia a seconda della natura dei lavori eseguiti.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona il Bonus per la caldaia a condensazione

Adesso è il momento di scendere nello specifico e vedere come funziona il il Bonus per la caldaia a condensazione 2024.

Quali sono i lavori ammessi dal Bonus caldaia 2024?

Il Bonus caldaia 2024 si inserisce nell’ambito delle detrazioni fiscali dedicate al risparmio energetico e rappresenta un incentivo accessibile a seguito della realizzazione di specifici interventi, che sono questi:

quale-bonus-per-la-caldaia-a-condensazione-agenzia
In foto, la pagina dedicata all’Ecobonus sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Quali sono gli importi del Bonus caldaia 2024?

L’Ecobonus prevede una detrazione fiscale del 50% o 65%, variabile in base al tipo di intervento realizzato.

Per il Bonus caldaia, dedicato alla sostituzione di sistemi di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, sia ad aria che ad acqua, la detrazione fiscale si applica su una spesa massima di 30.000 euro, con le seguenti percentuali:

La detrazione ottenuta va indicata nella dichiarazione dei redditi e sarà ripartita in 10 anni, in dieci rate annuali uguali. Questo significa che ogni anno si avrà diritto a un risparmio sull’Irpef, che corrisponde a una di queste rate annuali.

Esempio di calcolo degli importi del Bonus caldaia 2024

Per capire come si calcolano gli importi del Bonus caldaia 2024, facciamo un esempio pratico. Immaginiamo di aver effettuato una spesa totale di 12.000 euro per eseguire lavori coperti dall’Ecobonus, tra cui proprio l’installazione di una caldaia a condensazione, beneficiando di una detrazione del 50%.

Grazie a questa agevolazione, si avrà diritto a una detrazione totale di 6.000 euro, corrispondente al 50% della spesa di 12.000 euro.

La detrazione di 6.000 euro verrà suddivisa in 10 rate annuali di 600 euro l’una. Inserendo tale spesa nella dichiarazione dei redditi nei prossimi 10 anni, ciò comporterà un vantaggio fiscale, sotto forma di riduzione dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef), pari a 600 euro all’anno.

Come ottenere il Bonus Bonus caldaia 2024 con sconto in fattura

Nel 2024 il Bonus caldaia, noto anche come Ecobonus, non consente l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito. Questo incentivo può essere utilizzato esclusivamente tramite una detrazione Irpef (o Ires), che viene ripartita in 10 anni.

Di conseguenza, i beneficiari del bonus dovranno coprire inizialmente l’intero importo della spesa, per poi beneficiare dell’agevolazione sotto forma di riduzione dell’imposta da pagare, distribuita su un periodo di 10 anni.

FAQ: Domande frequenti su Bonus caldaia 2024

Il Bonus caldaia copre anche le spese per infissi e persiane?

Si, l’Ecobonus vale anche come Bonus infissi, poiché copre le spese per l’acquisto o la sostituzione di infisis e persiane persiane. Ma il suo obiettivo principale è incentivare la sostituzione delle finestre con infissi più efficienti dal punto di vista energetico.

Il Bonus caldaia si applica anche per le persone di età superiore ai 65 anni?

Sì, le persone di età superiore ai 65 anni possono usufruire del Bonus caldaia, purché rispettino tutti gli altri requisiti previsti. L’età avanzata non costituisce un ostacolo per beneficiare di questo incentivo.

Il Bonus caldaia è disponibile per le persone disabili?

Assolutamente sì, il Bonus caldaia è disponibile anche per le persone con disabilità. Non ci sono restrizioni legate alla condizione fisica o alla disabilità per beneficiare di questo incentivo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp