Quando arriva il bonus asilo nido? La data dell’INPS

Buone notizie per le famiglie in attesa del bonus per figli appena nati. Scopri quando arriva il bonus asilo nido.

7' di lettura

Il bonus asilo nido arriverà presto a chi aveva la domanda nello stato “in riserva”. Ad annunciarlo è stato l’INPS con delle date di pagamento. In questo articolo spieghiamo di che si tratta, a chi spetta e quando arriva il bonus asilo nido, fornendo tutte le date appena pubblicate dall’ente (scopri le ultime notizie su agevolazioni economiche e diritti per la famiglia. Leggi su Telegram le novità su educazione, cura e salute dei figli, gravidanza, consigli per neo-mamme e relazioni familiari. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Quando arriva il bonus asilo nido? Dopo un periodo di incertezza dovuto all’esaurimento dei fondi, il bonus è stato finalmente rifinanziato. L’INPS ha infatti annunciato che presto erogherà i soldi spettanti alle famiglie che si sono ritrovate con lo status della domanda “protocollate con riserva”.

Quindi nessuna paura per le famiglie che avevano inviato la domanda: il bonus arriverà nei prossimi giorni. Approfittiamo di questa notizia per ricordare anche a chi spetta il contributo economico e come funziona.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Indice

Quando arriva il bonus asilo nido: calendario INPS

Come dicevamo nel paragrafo precedente, l’INPS ha annunciato che il bonus asilo nido è stato finalmente rifinanziato. Di conseguenza, tutte le persone che erano rimaste escluse dal pagamento nel mese di settembre riceveranno l’importo dovuto nei prossimi giorni.

In particolare, l’INPS ha anche specificato che le domande protocollate con riserva riceveranno il rimborso delle mensilità non pagate di settembre e ottobre a partire da questo mese. Nello specifico, il bonus sarà erogato in ordine cronologico, e cioè in ordine di arrivo delle domande, a partire dall’8 novembre 2022 per le persone in attesa che rientrano nei requisiti.

A proposito di requisiti, continua a leggere l’articolo per sapere quali sono e in generale per avere un riepilogo sul contributo economico. Nel video di seguito sono elencate le prossime date dei pagamenti INPS previste a novembre 2022.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sulla famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quando arriva il bonus asilo nido: bonus rifinanziato

Come anticipato in apertura dell’articolo, finalmente ci sono buone notizie sul bonus asilo nido, il contributo economico rivolto alle famiglie con figli appena nati o adottati fino a 3 anni di età che ha lo scopo di supportare i genitori con le rette degli asili nido.

Solo qualche mese fa, e precisamente a settembre, molte persone che avevano richiesto il contributo sono state escluse dal pagamento perché i fondi stanziati per il bonus erano terminati. Quindi, di oltre 400mila domande raccolte circa 60mila erano state procollate come “in riserva” per mancanza di soldi. Per fortuna, vista la tempestività dell’INPS nel chiedere nuovamente il rifinanziamento della misura, l’Istituto è riuscito presto a ottenere i fondi necessari per le domande in eccesso e per quelle future.

A proposito di domande future, ricordiamo che chi non ha ancora presentato la domanda sul sito dell’INPS ha tempo fino al 31 dicembre 2022 per farlo. Per quanto riguarda le domande rimaste fuori dal pagamento lo scorso settembre, l’Istituto consiglia di controllare la sezione dedicata del sito INPS per verificare lo stato della domanda. Molti utenti, infatti, hanno visto cambiare lo stato da “in riserva” a “in istruttoria”.

Lo stato “in istruttoria” o “istruita” significa che il pagamento sarà erogato in breve tempo. Ma quando arriva il bonus asilo nido di preciso? Ebbene, l’INPS ha fornito anche alcune date di accredito che ti diremo nel prossimo paragrafo.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Quando arriva il bonus asilo nido: cos’è e come funziona

Adesso che sappiamo quando arriva il bonus asilo nido, potrebbe essere utile ricordare a chi non conosce questo sussidio, di che si tratta e come funziona.

Dunque, il bonus asilo nido è un contributo economico destinato a tutti i genitori di figli appena nati o adottati che ha lo scopo di sostenere i costi di frequenza dell’asilo nido (pubblico o privato autorizzato) o in alternativa, di fornire forme di supporto domiciliare, ossia presso la propria abitazione, in caso di bambini con patologie gravi.

Con la legge 160/2019, l’importo massimo del bonus è aumentato da 1.000 a 3.000 euro annui, erogati per 11 mesi. Come per altre prestazioni pagate dall’INPS, il valore del bonus cambia a seconda dell’ISEE minorenni in corso di validità. Possono accedere al bonus anche le famiglie che non presentano l’ISEE, ma in quel caso riceveranno l’importo minimo erogato, ossia 1.500 euro all’anno (136,37 euro al mese).

In merito alla modalità di erogazione, l’Istituto provvede a corrispondere l’importo spettante del bonus sul metodo di pagamento indicato in fase di domanda dal richiedente (a scelta tra bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN , conto corrente estero Area SEPA).

Inoltre, se nel corso dell’anno viene meno uno dei requisiti previsti dalla normativa, l’INPS provvederà a interrompere l’erogazione del bonus asilo nido. In particolare, il diritto al contributo economico decade se si verifica uno di questi eventi:

  • perdita della cittadinanza;
  • decesso del genitore richiedente;
  • decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale;
  • affidamento esclusivo del minore al genitore che non ha presentato la domanda (affidamento del minore a terzi).

Chiaramente, la perdita del beneficio da parte di un genitore non impedisce all’altro genitore o a un altro soggetto in possesso dei requisiti di subentrare al posto suo. Ecco perché nel prossimo paragrafo ricordiamo brevemente quali sono i requisiti da rispettare per accedere al sussidio per asili nido.

Quando arriva il bonus asilo nido? L’INPS annuncia le date.

Quando arriva il bonus asilo nido: requisiti

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto quando arriva il bonus asilo nido per chi è estato escluso dal pagamento e come funziona il sussidio. Concludiamo il nostro approfondimento facendo un breve riepilogo dei requisiti necessari per accedere al contributo per famiglie con figli neonati. Così, se ancora non hai fatto domanda, potrai verificare se rientri nella platea di destinatari che hanno diritto al bonus.

Dunque, al momento della presentazione della domanda del bonus asilo nido, bisogna essere in possesso di:

  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza UE;
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (l’Istituto, in ottemperanza alle pronunce degli organi giudiziari ed in attesa delle definitive decisioni in materia, provvede – allo stato – all’esame delle domande presentate anche dai cittadini extracomunitari che non sono titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo);
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007);
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia;
  • relativamente al contributo asilo nido, il genitore richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta;
  • relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve avere la stessa residenza del figlio.

In merito alle adozioni o agli affidamenti pre-adottivi, sul sito dell’INPS si legge che “verrà presa in considerazione la data più favorevole tra il provvedimento di adozione e la data di ingresso in famiglia del minore, purché successivo al1° gennaio 2016“.

Su TheWam.net abbiamo spigeato la procedura dettagliata per richiedere il bonus asilo nido. Infine, ricordiamo che il contributo è cumulabile con l’assegno unico universale, mentre non è cumulabile con la detrazione fiscale per la frequenza degli asili nido prevista dall’art.2 comma 6 della legge n.203/2008.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie