Quando arriva il Decreto Aiuti 4? Calendario e cosa manca

Entro fine settimana un nuovo decreto da 9,1 miliardi. Manca l’intesa nell’incontro tra la premier Meloni e i sindacati. Sul tavolo caro bollette, flat tax, pensioni e reddito di cittadinanza. Vediamo quando arriva il decreto Aiuti 4 e cosa contiene

6' di lettura

Il governo Meloni si appresta a varare, entro la fine della settimana, un nuovo decreto che conterrà novità su gas, crediti d’imposta, bollette e bonus in busta paga. Vediamo quando arriva il decreto Aiuti 4. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Quando arriva il decreto Aiuti 4: una manovra da 9,1 miliardi

Un decreto che varrà 9,1 miliardi di euro. Parliamo del decreto Aiuti 4. Al centro il contrasto del caro bollette sulle famiglie e le imprese. Per il via libera del dl si aspetta infatti il voto del Parlamento alla relazione per autorizzare lo scostamento del deficit atteso nei prossimi giorni.

Intanto al Mef si lavora al decreto chiamato innanzitutto a prorogare fino al 31 dicembre il taglio di 30,5 centesimi delle accise sui carburanti. Esteso fino a fine anno anche il decreto d’imposta per le imprese energivore e non per le spese energetiche. Al Tesoro si lavora anche per estendere al massimo l’attuale tetto di 600 euro di fringe benefit per i lavoratori da destinare al pagamento delle utenze. Un bonus, nel quadro del welfare aziendale, che darebbe maggiore peso alle buste paga e andrebbe ad alleviare il costo della bolletta energetica.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quando arriva il decreto Aiuti 4: una coperta corta

Poco più di 9 miliardi di euro tra proroghe e altre misure da finanziare ma che avranno effetto sugli anni a venire. Ancora è in fase di definizione ma, a quanto si apprende, per gli interventi contro il caro energia servirebbero 6-7 miliardi, il resto andrebbe alle misure con impatto negli anni successivi.

Per la manovra 2023 servirebbero invece oltre trenta miliardi, per riproporre le misure contro il caro energia e avviare gli interventi cardine promessi in campagna elettorale: flat tax e pensioni, in testa.

Il rialzo del deficit del 2023 di 1,1 punti – dal 3,4% al 4,5% ha creato un margine di manovra pari a circa 23 miliardi (circa 10 miliardi sono eredità del governo Draghi). Energia a parte, gli interventi fiscali (flat tax ed eventuale rialzo del cuneo fiscale) e quelli previdenziali (primo intervento sulle pensioni per superare la Fornero) andrebbero finanziati con risparmi equivalenti da reperire entro gli stessi settori. Dopo il via libera delle Camere, la Nota aggiornata passerà al vaglio di Bruxelles.

Quando arriva il decreto Aiuti 4: le tempistiche

Il decreto Aiuti 4  – e il primo del governo Meloni – arriverà, probabilmente, entro la fine della settimana. Un intervento urgente, che l’esecutivo ha annunciato sin dal prima del suo insediamento, riguardante il caro energia con misure sui temi delle bollette, dei crediti d’imposta e del carburante.

Assodarto, quindi, che nel decreto Aiuti 4 sicuramente ci sarà la proroga per i crediti d’imposta per le imprese: verrà confermato fino a fine anno. Stessa scadenza, quella del 31 dicembre, dovrebbe valere anche per il taglio delle accise su benzina e diesel: uno sconto di 30,5 centesimi al litro sul costo al distributore.

Le intenzioni del governo Meloni sono scritte nella Nadef e sono state sottolineate anche dalla presidente del Consiglio. Meloni ha detto chiaramente che i soldi a disposizione – 30 miliardi tra primo decreto e manovra – verranno impiegati per mitigare i costi dell’energia e non verranno dispersi “in bonus inutili”. Un modo eloquente per dire che non verrà rinnovato il bonus 150 euro in busta paga per i redditi inferiori ai 20mila euro.

Quando arriva il decreto Aiuti 4: crediti d’imposta e accise benzina

Per il decreto Aiuti quarter le risorse a disposizione dovrebbero essere poco più di 9 miliardi, ovvero una cifra simile al tesoretto lasciato in eredità all’esecutivo da Mario Draghi. Il nuovo provvedimento dovrebbe arrivare entro la fine della settimana, dopo il ritorno di Meloni dall’Egitto per la Cop27.

Nel decreto si dovrebbe prevedere lo stanziamento di 4,5 miliardi per il rinnovo dei crediti d’imposta fino a fine anno. Allo stesso tempo servirà un miliardo per prorogare il taglio delle accise sul carburante. E, ancora, quattro miliardi di euro verranno impiegati per coprire gli acquisti del gas stoccato dal Gse.

Quando arriva il decreto Aiuti 4: lo scoglio della manovra 

Per la legge di Bilancio i tempi saranno, ovviamente, più lunghi. Il governo la varerà dopo il ritorno di Meloni dal G20 di Bali. Ma intanto la presidente del Consiglio ha già assicurato a Bruxelles che riuscirà a varare la manovra entro una decina di giorni. Cosa conterrà la legge di Bilancio del nuovo governo?

Praticamente certo l’abbassamento del Superbonus, probabilmente dal 110% al 90%. Così come sembra inevitabile la revisione del reddito di cittadinanza, anche se in questo caso bisognerà prima aprire il confronto con le parti sociali, attese per mercoledì a Palazzo Chigi. Novità anche in tema di flat tax: la soglia per l’aliquota al 15% potrebbe essere innalzata agli 85/90mila euro di reddito, secondo il sottosegretario all’Economia Federico Freni.

Quando arriva il decreto Aiuti 4: tutte le novità
Quando arriva il decreto Aiuti 4: tutte le novità

Quando arriva il decreto Aiuti 4: l’incontro di Meloni con i sindacati

Criticità tra i sindacati e la presidente Meloni. Già, perché nell’incontro di mercoledì 9 novembre a Palazzo Chigi – che ha visto la partecipazione dei  segretari di Cgil, Cisl e Uil –, non sembra ci siano state particolari intese. Anzi. Per Maurizio Landini (Cgil) “non si è andato oltre il perimetro della flat tax”. Magari avrebbe preferito affrontare il discorso pensioni, visto che da gennaio si ritornerà alla Fornero. In generale, comunque, all’unisono le parti sociali chiedono la proroga di tutti gli aiuti già in essere e che scadranno a fine anno. Questo vuol dire che bisognerà intervenire con una programmazione nella legge di Bilancio 2023. E le risorse?  

Quando arriva il decreto Aiuti 4: Superbonus e reddito di cittadinanza 

Quello che sembra certo è che il nuovo esecutivo miri al contenimento del Superbonus (da 110% a 90%) e alla modifica – sicuramente in termini restrittivi – del reddito di cittadinanza. Il problema riguarda però i conti, perché solamente per l’adeguamento delle pensioni all’inflazione servono più di 20 miliardi. I sindacati spingono per trovare le risorse aumentando le tasse sugli extraprofitti, strada su cui Meloni vuole intervenire con l’obiettivo di rivedere la norma. 

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

 

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie