Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno Unico febbraio, se non vedo le date arriva a marzo?

Assegno Unico febbraio, se non vedo le date arriva a marzo?

La fine del mese è alle porte e molti cittadini si chiedono quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023.

di Chiara Del Monaco

Febbraio 2023

Nonostante le numerose date pubblicate dall’INPS, diversi cittadini non vedono ancora la disposizione di pagamento e perciò si chiedono quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023. In questo approfondimento cerchiamo di fornire una risposta sulle tempistiche (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Anche se questa settimana si è rivelata ricca di date di pagamento per i destinatari dell’Assegno Unico con domanda, ci sono ancora molte famiglie che non vedono la disposizione di accredito sul fascicolo previdenziale del cittadino. Per questo motivo, si chiedono quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023 e se ci sono problemi con i pagamenti.

Nei prossimi paragrafi cerchiamo di fare un po’ di luce su questa situazione e di tranquillizzare, per quanto possibile, gli utenti in attesa.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023: continua l’attesa

Nei giorni scorsi sono arrivati gli importi dell’Assegno Unico di febbraio 2023, alcuni dei quali già con gli aumenti legati alla rivalutazione. A tal proposito, scopri le tabelle con i nuovi importi dell’Assegno Unico e alcuni esempi pratici.

Tuttavia, tramite la nostra chat di Telegram dedicata all’Assegno Universale, abbiamo notato che diversi utenti non hanno ricevuto né il pagamento di febbraio né hanno la disposizione di accredito sul loro fascicolo previdenziale del cittadino. Giustamente, si stanno chiedendo che fine abbia fatto il contributo per figli a carico e quando arriverà, visto che il mese di febbraio è quasi finito.

Nel prossimo paragrafo forniamo alcune informazioni utili sulle possibili tempistiche di accredito per chi è ancora in attesa dell’Assegno Unico.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023?

Come dicevamo nel paragrafo precedente, dalla chat di Telegram di TheWam dedicata all’Assegno Unico e Universale è emerso che da un lato ci sono alcuni cittadini in regola con i pagamenti del contributo economico di febbraio 2023, mentre dall’altro ci sono anche coloro che non vedono neanche la disposizione di accredito sull’area personale del sito INPS.

Ma allora quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023 per questa seconda categoria?

Purtroppo, non è possibile fornire delle date specifche, in quanto i pagamenti procedono a flussi e non esiste un calendario ufficiale mensile con tutte le date. Tuttavia, poiché mancano pochi giorni alla fine del mese, è probabile che l’INPS continui a inviare i pagamenti anche i primi giorni di marzo. In effetti, non sarebbe neanche la prima volta che l’Istituto paga gli arretrati del mese precedente all’inizio del mese dopo.

In ogni caso, visto che non sono giunte comunicazioni ufficiali e se non avete ricevuto segnalazioni o notifiche da parte dell’INPS, non ci sono motivi per allarmarsi. Gli accrediti di febbraio arriveranno, ma bisogna solo aspettare un altro po’ e tenere sotto controllo il fascicolo previdenziale del cittadino.

Nel prossimo paragrafo, invece, descriviamo la situazione un po’ più complicata che riguarda coloro che hanno compilato il Modulo Rdc Com Au e sono in attesa degli arretrati.

Nel frattempo, scopri chi deve presentare la domanda dell’Assegno Unico nel 2023 e di quanto aumentano gli importi con le maggiorazioni. Leggi anche quanto costa non rinnovare l’ISEE per l’Assegno Unico 2023 e l’elenco delle novità dell’Assegno Unico 2023 in breve.

Quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023: in foto, una donna davanti al PC in attesa del pagamento.

Quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023: e i conguagli?

Una situazione diversa rispetto a chi è in attesa della mensilità di febbraio 2023 riguarda le famiglie che i mesi scorsi hanno compilato il modulo Rdc Com Au e lo hanno inviato all’INPS per integrare alcune informazioni sulla propria situazione familiare.

Si tratta, in particolare, di persone che hanno ricevuto importi dell’Assegno Unico più bassi del dovuto perché non tenevano conto delle maggiorazioni a cui avevano diritto. In seguito alla costituzione di questo modulo da inviare all’Istituto, l’INPS ha confermato che tutti i beneficiari avrebbero ricevuto gli importi arretrati in sede di conguaglio entro febbraio 2023.

Purtroppo però, la maggior parte di queste famiglie si ritrova ancora senza arretrati. L’aspetto più assurdo, in effetti, è che alcuni di loro hanno la disposizione di accredito di febbraio 2023, ma degli arretrati precedenti non vedono neanche l’ombra.

Su TheWam.net abbiamo raccolto una serie di testimonianze sugli arretrati dell’Assegno Unico non pervenuti per questi cittadini, per sottolineare l’urgenza di questa situazione. Anche in questo caso, non si può prevedere quando arriveranno i conguagli e se l’INPS rispetterà la promessa di febbraio 2023.

Tuttavia, visto il silenzio stampa dell’Istituto, consigliamo di sollecitare l’INPS tramite i diversi canali di comunicazione disponibili. A tal proposito, potrebbe essere utile conoscere tutti i modi per avvertire l’INPS. Generalmente, l’ideale è recarsi di persona presso una delle sedi territoriali dell’Istituto, magari dietro appuntamento, in modo da chiedere più facilmente spiegazioni.

Scopri cosa fare se non ricevi i pagamenti dell’assegno unico, come controllare gli accrediti dell’assegno universale, quando compilare il modulo Rdc Com Au per ottenere gli arretrati o come presentare l’ISEE corrente per aumentare la somma dell’assegno unico.

Quando arriva l’Assegno Unico di febbraio 2023: come monitorare i pagamenti

Visto che il mese di febbraio non è ancora finito e potrebbero arrivare nuove disposizioni di pagamento dell’Assegno Unico anche nei primi giorni di marzo, facciamo un breve riepilogo sulle modalità disponibili per controllare le date.

In particolare, il modo più veloce è senza dubbio attraverso il fascicolo previdenziale del cittadino. Si tratta di una sezione dell’area personale MyInps, alla quale si può accedere solo e si è in possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS.

Una volta entrati nel fascicolo previdenziale, bisogna andare nella sezione Prestazioni, nel menu a sinistra, e poi cliccare su Pagamenti. A questo punto, si selezionano l’anno di riferimento e la prestazione interessata. In questo modo, si vedrà una tabella con la data di accredito, l’importo in arrivo e la mensilità di riferimento del pagamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp