Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Previdenza e Invalidità / Quando si perde l’indennità di accompagnamento? Tutti i casi

Quando si perde l’indennità di accompagnamento? Tutti i casi

Quando si perde l'indennità di accompagnamento: ecco i casi che prevedono la sospensione o la revoca della prestazione economica.

di Carmine Roca

Marzo 2022

Quando si perde l’indennità di accompagnamento? In quali casi si ottiene e quando si perde il diritto di usufruire della prestazione economica? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indennità di accompagnamento: cos’è e a chi spetta

L’indennità di accompagnamento ha l’obiettivo di assicurare un’assistenza continuativa alla persona invalida totale (100%) e non autosufficiente.

Con il punteggio massimo dell’invalidità civile, qualora la persona disabile dovesse essere impossibilitata a deambulare e a svolgere funzioni della vita quotidiana, anche le più semplici come mangiare, vestirsi o lavarsi, in forma autonoma, è prevista l’erogazione di un’ulteriore prestazione economica, oltre alla pensione di inabilità, che risponde al nome di indennità di accompagnamento.

Per poterla richiedere, l’interessato, oltre al riconoscimento dell’invalidità civile totale e della non autosufficienza, deve risultare cittadino italiano, oppure comunitario iscritto all’anagrafe del Comune di residenza o, in alternativa, extracomunitario in possesso di regolare permesso di soggiorno di almeno un anno. Infine, il beneficiario deve avere residenza stabile e abituale sul territorio italiano.

L’indennità di accompagnamento non è legata a limiti reddituali o anagrafici; è esente da Irpef e non va dichiarata nel reddito annuale. L’importo aggiornato al 2022 è di 529,94 euro per 12 mensilità. Ma quando si perde l’indennità di accompagnamento? Lo scopriamo nei prossimi paragrafi.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Acquista la nostra Guida Completa all'Indennità di Accompagnamento. Il supersconto del 20% è valido fino al 10 maggio! Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Quando si perde l’indennità di accompagnamento: i casi

Abbiamo visto quali sono i requisiti per ricevere l’indennità di accompagnamento. Ora vediamo insieme quando si perde l’indennità di accompagnamento.

La prestazione è sospesa quando il beneficiario risulta, per più di 30 giorni, ricoverato in un istituto con spese a carico dello Stato. Non vengono considerati ricoveri quelli in day-hospital o quelli temporanei in strutture pubbliche ospedaliere.

Anche durante il ricovero in ospedale la persona disabile può ricevere l’indennità di accompagnamento, a patto che le prestazioni assicurate dalla struttura ospedaliera non esauriscano le forme di assistenza di cui il paziente necessita durante il giorno (lungodegenza e terapie riabilitative).

Quando si perde l'indennità di accompagnamento
Quando si perde l’indennità di accompagnamento: tutti i casi possibili.

La revoca dell’indennità di accompagnamento, invece, si subisce in questi due casi:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp