Quando si prescrivono le tasse non pagate?

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Quanto tempo deve passare per sentirsi liberi dal debito e sicuri di non avere conseguenze dall'Agenzia delle Entrate? Come vedremo i tempi di prescrizione variano da tassa e tassa. E capiremo anche quando decadono anche le cartelle esattoriali.

4' di lettura

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Quando sarà possibile sentirsi davvero liberi da un debito con l’Agenzia delle Entrate? Quando si potrà essere sicuri di non ricevere delle cartelle esattoriali e rischiare un conseguente pignoramento?

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Una questione sempre d’attualità. E ora più che mani: lo sapete, sono in arrivo milioni di cartelle esattoriale. E sapete anche che bastano quelle, le cartelle esattoriali, per consentire all’Agenzia delle Entrate di avviare nei confronti dei debitori una azione di esecuzione forzata.

Proprio per questo è importante sapere quando si prescrivono le tasse non pagate.

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Sanzioni e illeciti

Quando si prescrivono le tasse non pagate è una domanda che fa bene a porsi chi ha delle pendenze in sospeso con l’Agenzia delle Entrate.

Chi non paga le tasse commette un illecito tributario. Cosa si rischia? Prima di tutto una sanzione pecuniaria. Soldi che si aggiungono a quelli dovuti. Cioè un debito diventa con il passare del tempo sempre più gravoso.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Quando è reato

Ma non è l’unica conseguenza. L’Agenzia delle Entrate nei confronti del contribuente moroso dà il via a una procedura di riscossione esattoriale, che è diventata sempre più rapida. La conclusione è il pignoramento dei beni del debitore. Che può riguardare il conto corrente, i beni mobili e quelli immobili.

Non pagare le tasse è un reato penale? Sì, ma solo se si superano determinate soglie. Cifre così alte che possono riguardare in genere solo gli imprenditori.

Un contribuente consumatore molto difficilmente potrebbe aver omesso di versare l’Iva per oltre 150mila euro.

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Dichiarazione sbagliata

Ma torniamo al dunque: quando si prescrivono le tasse non pagate?

Beh, di certo si prescrivono. La legge ha imposto dei limiti di tempo per la riscossione. E come vedremo anche per l’accertamento.

Partiamo proprio dall’accertamento.

Gli avvisi di accertamento devono essere notificati entro il 31 dicembre del quinto anno dopo la presentazione di una dichiarazione “indagata” perché si sostiene non rispondente al vero. Se si va oltre c’è la decadenza del procedimento.

Con la decadenza il contribuente è salvo.

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Dichiarazione non presentata

Se invece la dichiarazione dei redditi non viene proprio presentata dal contribuente, in quel caso l’avviso di accertamento deve essere notificato entro il 31 dicembre del settimo anno successivo a quello in cui avrebbe dovuto essere consegnata all’Agenzia delle Entrate.

Quando si prescrivono le tasse non pagate? 10 anni

Per quel che riguarda la riscossione i termini variano, dipende dalla tassa.

Queste si prescrivono in 10 anni:

  • Irpef
  • Irap
  • Ires
  • Iva
  • Imposte di bollo
  • Imposta ipotecaria
  • Imposta catastale
  • Canone Rai
  • Contributi CCIA

Quando si prescrivono le tasse non pagate? 5 anni

Queste invece si prescrivono in 5 anni:

  • Imu
  • Tari
  • Tasi
  • Tosap
  • Contributi Inail
  • Contributi Inps

Il Bollo Auto non pagato si prescrive invece in tre anni.

Che significa: queste tasse raggiunta la soglia della prescrizione possono non essere più pagate.

Quando si prescrivono le tasse non pagate? Cartelle esattoriali

Quando si prescrivono le tasse non pagate abbiamo visto. Ma legate alle tasse non pagate ci sono spesso anche le cartelle esattoriali quando la pratica passa in mano all’Agenzia delle Entrate.

Allora è utile chiedersi: quando si prescrivono le cartelle esattoriali?

I tempi per le cartelle esattoriali non sono certi come per le tasse.

Le interpretazioni sono due:

  • la prescrizione delle cartelle esattoriali viaggia insieme ai termini che sono stati stabiliti per le imposte. E quindi se una cartella esattoriale riguarda il mancato pagamento della Tari, che si prescrive in 5 anni, anche la cartella esattoriale dovrebbe prescriversi nello stesso arco di tempo;
  • la seconda interpretazione sostiene che la cartella esattoriale si prescrive sempre in 5 anni, a prescindere dall’imposta che deve essere riscossa.

La prima interpretazione è quella che è stata utilizzata con maggiore frequenza. Ma la Commissione Tributaria della Provincia di Varese ha ritenuto che i crediti erariali per le imposte dirette e l’Iva si devono prescrivere in 5 anni, perché sono tutti atti amministrativi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie