Quando si torna a scuola: calendario regioni

Incertezza su quando si torna a scuola. Al liceo si rientra in giorni diversi a seconda della regione, tra gennaio e febbraio. Una situazione complessa che mette a repentaglio l'istruzione.

3' di lettura

Quando si torna a scuola? Entro febbraio gli studenti delle superiori di quasi tutte le regioni dovrebbero tornare sui banchi. Ma dipende dalla situazione epidemiologica e soprattutto dalle disposizioni regionali. Cosa sappiamo.

Indice:


La scuola nel 2020: un breve riepilogo

La scuola messa a repentaglio. Con le chiusure ripetute e costanti del 2020, moltissimi studenti italiani sono stati investiti dall’onda lunga dell’emergenza epidemiologica. La scuola in presenza è stata messa in pausa per mesi e, di fatto, la situazione attuale non promette cambi di passo radicali nel prossimo futuro.

Un breve riepilogo di ciò che è accaduto nei passati 10 mesi.

  • da marzo a giugno 2020 – in seguito all’esplosione della pandemia di Coronavirus, è stata disposta la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado in tutto il territorio nazionale. Nel giro di poche settimane, con uno sforzo encomiabile di tutto il sistema scuola, la scuola è stata spostata sulla rete con la DAD, didattica a distanza. Ciò ha permesso la prosecuzione dell’attività scolastica anche a costo di lasciare indietro qualcuno (divital divide, studenti con disabilità, bambini e bambine etc). L’anno scolastico è finito con incalcolabili difficoltà con un bilancio non troppo positivo sul fronte degli apprendimenti perduti oltre che della riuscita di questo esperimento di “scuola digitale” (Il Sole 24 Ore)

  • da settembre a dicembre 2020 – Cambio di passo. Tornano in aula gli studenti del primo ciclo (elementari e medie, ma con differenze significative tra le Regioni) ma gli studenti della scuola secondaria di secondo grado in buona parte resta a casa con la DAD.

Insomma, quando si parla di “ritorno alla scuola in presenza”, anche in seguito alle proteste degli studenti, si fa riferimento agli studenti dei licei e degli istituti. La didattica in presenza è stata un tentativo delle prime settimane di scuola, con attenzione agli studenti del primo anno. Dopodiché, con l’aggravarsi della situazione si è tornati alla solito modalità DAD, che nel frattempo ha cambiato nome, divenendo, Didattica Digitale Integrata.

Solo a dicembre, si sono aperti i primi varchi di speranza per un ritorno nelle aule a gennaio, con formule varie (50% o 75%). Alle disposizioni nazionale, indicate dal Ministero dell’Istruzione, infatti subentrano, a livello locale, le disposizioni regionali, con differenza molto marcate in base ai territori.

Quando si torna a scuola?

Il rientro è stato oggetto di ferventi dibattiti, dalle proteste degli studenti per tornare in classe, alle opposizioni di chi pensa che la salute viene prima in ogni caso. Al netto delle polemiche, vediamo cosa hanno disposto le singole regioni, rispetto alla riapertura della secondaria di secondo grado.

In base al DCPM del 14 gennaio, le scuole superiori dovrebbero torna in presenza dal 50% al 75% dal 18 gennaio. Ma molto dipende dal colore della regione di appartenenza e ancor di più dalle disposizioni regionali che possono decidere, in caso di necessità, di chiudere ancora una volta i cancelli. (Il video di seguito è tratto da RayPlay)

Quando si torna a scuola – Regione per regione

Sono già in classe gli studenti di Valle d’Aosta, Toscana, Abruzzo e Trentino. In particolare, hanno riaperto il 18 gennaio 2021:

  • Lazio

  • Liguria

  • Piemonte

  • Molise

  • Puglia

Mentre dovrebbero riaprire il 25 gennaio 2021:

  • Umbria

  • Campania

  • Emilia Romagna

Infine, dovrebbero riaprire il 1 febbraio 2021:

  • Sardegna

  • Veneto

  • Calabria

  • Sicilia

  • Basilicata

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie