Quante volte si può mettere una casa all’asta

I creditori ti stanno con il fiato sul collo. Quante volte si può mettere una casa all'asta? Ecco cosa dice la legge.

7' di lettura

Quante volte si può mettere una casa all’asta prima di uscire dall’incubo dei debiti? I pignoramenti immobiliari sono procedure alquanto farraginose e che spesso non sono comprese appieno dagli utenti. Ancor di più è necessario conoscere come in realtà funzionano le aste immobiliari e come prevenire a tali situazioni di indebitamento. In questo articolo faremo chiarezza su quelli che sono i vari step e su quante volte si può mettere una casa all’asta.

Molti sono convinti del fatto che, dopo la terza o la quarta asta andata deserta, la procedura esecutiva si interrompa e l’immobile venga riconsegnato al proprietario. Ma è davvero così? Scopriamolo subito. Dai un’occhiata anche ai nostri approfondimenti su quale banca non guarda il Crif nel concedere prestiti ai cattivi pagatori e come uscire dalla lista nera dei debitori.

(scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Quante volte si può mettere una casa all’asta: cosa accade dopo la terza asta andata deserta?

Quante volte si può mettere una casa all’asta? C’è un luogo comune da sfatare secondo cui, se anche la terza asta immobiliare va deserta, la procedura esecutiva si chiude e la casa torna in possesso del debitore.

Si tratta in realtà di una falsa credenza, che si è diffusa a macchia d’olio con l’introduzione della riforma in materia di espropriazione forzata.

Torniamo un po’ indietro: nel  2016 il Governo italiano ha introdotto una riforma che prevede un limite di tre tentativi d’asta per i beni mobiliAttenzione: i beni mobili consistono in tutti quegli oggetti che possono essere spostati e trasferiti fisicamente. Potrebbe trattarsi ad esempio di un’automobile o di un televisore, ma non di una casa o di un terreno, perché questi ultimi non possono essere dislocati e il passaggio di proprietà può avvenire soltanto sulla carta.

Con l’entrata in vigore di questa riforma, si è tuttavia diffusa un’informazione sbagliata, in base alla quale il limite dei 3 tentativi d’asta si applicherebbe anche alle case. Se ciò fosse vero, dopo la terza asta andata a vuoto, l’immobile tornerebbe al debitore. La realtà è però ben diversa, perché ad oggi non vi è nessuna disposizione di legge che stabilisca quante volte si può mettere una casa all’asta.

NON C’É LIMITE a quante volte una casa puÒ essere messa all’asta

Detto questo, non possiamo escludere il fatto che in certe situazioni il Giudice decida effettivamente di non procedere con l’organizzazione di una quarta asta e di chiudere la procedura. Questo solitamente avviene nei casi in cui organizzare un’altra asta non avrebbe più senso, perché il prezzo dell’immobile ha ormai subito troppe svalutazioni e il ricavato della vendita non riuscirebbe a soddisfare neanche lontanamente le pretese dei creditori.

Di questo però, non puoi avere la certezza. Se la tua casa è all’asta ma non è ancora stata venduta, non devi dare per scontato che, se anche la terza asta andrà deserta, l’immobile tornerà a te. Anzi, sfortunatamente può accadere anche di peggio, perché rischi che la tua casa venga svenduta a un prezzo davvero ridicolo.

In questo articolo abbiamo analizzato la convenienza degli investimenti immobiliari e spiegato quante volte si può mettere una casa all’asta. Come abbiamo spiegato in un articolo di TheWam.net: il pignoramento può essere evitato.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quante volte si può mettere una casa all'asta
Quante volte si può mettere una casa all’asta

Quante volte si può mettere una casa all’asta: cosa accade dopo la quarta asta andata deserta?

Partiamo dal presupposto che in realtà non esiste un numero massimo di aste deserte dopo il quale la procedura si interrompe. Il malinteso nasce dal fatto – come già evidenziato – che un provvedimento simile esiste per le aste mobiliari, che riguardano dunque un’altra categoria di beni. È infatti il Codice di procedura civile a prevedere che, in questo caso, i tentativi di vendita debbano essere al massimo tre.

Come dicevamo, questa norma non si applica però agli immobili, per cui la legge non fissa alcun limite massimo rispetto al numero di esperimenti d’asta. A questo proposito, va sottolineato che il Giudice può comunque decidere di chiudere anticipatamente la procedura e riconsegnare la casa al proprietario, in genere quando il prezzo base è ormai sceso al punto che le pretese dei creditori resterebbero in larga parte insoddisfatte. Si tratta comunque di una decisione che il Tribunale può prendere liberamente, valutando il singolo caso concreto.

In ogni caso, anche se dopo la quarta asta la casa dovesse tornare a te, il problema del debito non si risolverebbe come per magia. I creditori potrebbero richiedere l’avvio di una nuova procedura di pignoramento e attaccare altri beni di tua proprietà, incluso il tuo conto corrente o parte del tuo stipendio.

Quante volte si può mettere una casa all’asta: la soluzione saldo e stralcio

Per fortuna esiste un’altra soluzione, che è di fatto l’unica che ti permette di evitare l’asta e di risolvere il problema del debito in modo rapido e definitivo. Stiamo parlando del saldo e stralcio con rinuncia agli atti.

Ecco come funziona: invece di aspettare che la tua casa venga venduta all’asta, magari per poche decine di migliaia di euro, prendi contatto direttamente con i tuoi creditori. L’obiettivo deve essere quello di arrivare a un accordo sulla cifra da saldare per considerare il debito estinto, cosicché tu riesca ad azzerare tutti i debiti con la vendita del tuo immobile.

Sì, perché, anche se la tua casa è già stata pignorata – e anche se è già all’asta ma per il momento non è stata venduta – puoi ancora evitare che venga svenduta. La cosa importante è ottenere il benestare di tutti i creditori coinvolti nella procedura.

Una volta raggiunto l’accordo, non ti resterà che pagare i creditori per ottenere l’azzeramento di tutti i tuoi debiti. Per farlo, dovrai comunque vendere la casa, ma questa volta eviterai le svalutazioni delle aste e avrai la consapevolezza che sarai presto libero dal debito.

Nel momento in cui avranno ricevuto i loro soldi, i creditori saranno infatti chiamati a firmare una rinuncia agli atti, con la quale si impegnano a non avanzare ulteriori pretese nei tuoi confronti, oggi e in futuro. Si tratta di un documento fondamentale, che segna di fatto la tua uscita definitiva dalla spirale del debito.

Ora che abbiamo spiegato quante volte si può mettere una casa all’asta, ecco una lista di articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie