Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Quanto costa riscattare un anno per la pensione?

Quanto costa riscattare un anno per la pensione?

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? Vediamo anche quali sono i parametri e la procedura.

di The Wam

Aprile 2023

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? L’opzione può interessare  soprattutto quando  manca appunto un anno per raggiungere i requisiti  necessari per l’accesso a un trattamento pensionistico. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Il riscatto dei contributi può consentire di andare in pensione un anno prima o, come detto, di raggiungere la soglia contributiva che serve per ricevere l’assegno. Pensiamo a chi, raggiunta l’età pensionabile, si ritrova con 19 anni di contributi versati. Quell’anno in più, che può essere riscattato, consentirebbe di ricevere l’assegno di vecchiaia.

Ebbene, in questi casi, come funziona la procedura e soprattutto: quanto costa riscattare un anno per la pensione?

Vediamo insieme.

Su questo argomento potrebbe interessarti sapere se per il riscatto dei contributi è preferibile il pagamento a rate o in una sola soluzione; vediamo anche come è possibile riscattare per la pensione i contributi della 104; abbiamo verificato quando è inutile riscattare i contributi.

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? I casi

Il riscatto di anni contributivi può essere richiesto per qualsiasi periodo, bisogna però rispettare delle precise condizioni.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

I periodi scoperti possono essere stati impiegati dal contribuente per:

Per ognuno di questi casi ci sono delle regole diverse (e quindi anche i costi cambiano).

Il riscatto più comune è quello degli anni di studio per la laurea (che può essere agevolato), ma sono tanti i cittadini che chiedono il riscatto di un solo anno, quello necessario per raggiungere, come detto, determinati requisiti.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanto costa riscattare un anno per la pensione?

Rispetto ai contributi figurativi (quelli riconosciuti, ad esempio, durante il congedo legge 104), il riscatto degli anni contributivi ha un costo. Bisogna però considerare che l’assistito può comunque usufruire di diverse agevolazioni. Uno in particolare: il costo può essere rateizzato e senza interessi per un periodo massimo di 10 anni. Ma si ha diritto anche a deduzioni e detrazioni fiscali.

Il costo del riscatto può variare. Dipende da questi fattori:

Le regole per il sistema retributivo si applicano per chi al 31 dicembre 1995 aveva già versato almeno 18 anni di contribuzione (il calcolo riguarda solo gli anni accumulati fino alla fine del 2011).

Per chi invece ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995, si applica il regime contributivo.

Per chi invece ha iniziato a lavorare prima del 31 dicembre 1995, ma non aveva ancora raggiunto per quella data i 18 anni di contribuzione, si applica il calcolo misto.

Per essere più chiari:

Per intenderci: il calcolo retributivo viene effettuato in base alla retribuzione, il calcolo contributivo viene invece determinato in base alla contribuzione versata.

C’è da dire che non possono essere riscattati più di 5 anni e in media un anno di contribuzione volontaria (ma la cifra può oscillare, dipende da molti fattori) è di circa 4.000 euro.

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? Retributivo

Con il sistema retributivo, il costo del riscatto viene determinato da quella che si definisce riserva matematica

Che cos’è la riserva matematica? In pratica è il capitale che serve all’INPS per coprire in futuro l’esborso in più che sarà derivato dall’erogazione della pensione con gli anni riscattati.

Questo calcolo è molto complesso e tiene conto di diverse variabili. Tra queste ci sono:

È ovvio che minore è la retribuzione percepita e più basso sarà il costo del riscatto.

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? Contributivo

È invece più semplice capire quanto costa il riscatto per quanti rientrano nel regime contributivo. In questo caso infatti si applica l’aliquota contributiva (in genere il 33 per cento per i lavoratori dipendenti) a cui è soggetto il lavoratore quando presenta la domanda, allo stipendio lordo che è stato maturato l’anno prima e si moltiplica per il numero di anni da riscattare (nel nostro caso 1).

È opportuno ricordare che il lavoratore può rinunciare alla domanda di riscatto dopo averla presentata:

È comunque possibile dopo la rinuncia ripresentare una nuova domanda. Se accade la somma da versare sarà ricalcolata sulla base dei dati che sono ricavabili al momento in cui la richiesta viene inoltrata (età, retribuzione e così via).

Quanto costa riscattare un anno per la pensione?
Nella foto un pensionato che riflette

Quanto costa riscattare un anno per la pensione? Detrazione

Oltre alla possibilità di rateizzare fino a un massimo di 10 anni il costo del riscatto, è possibile dedurre la spesa interamente. Se ci sono dei figli a carico si può anche accedere a una detrazione fiscale del 19 per cento (ma a determinate condizioni).

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp