Quanto devo lavorare per avere un mutuo?

Quanto devo lavorare per avere un mutuo? C'è una tempistica precisa? Scoprilo leggendo questa guida.

4' di lettura

Quanto devo lavorare per avere un mutuo? Se te lo stai chiedendo sei nel posto giusto. Oggi vedremo quali sono i principali requisiti per richiedere un finanziamento. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

INDICE:

Quanto devo lavorare per avere un mutuo: cos’è un mutuo?

Un mutuo è un tipo di prodotto finanziario concesso dalle banche con il quale si mettono a disposizione del cliente somme di denaro consistenti.

Nella maggior parte dei casi viene richiesto per comprare una casa o compiere un grande investimento.

Proprio per la sua natura, le banche non lo concedono facilmente.

La cifra data in prestito corrisponde, di solito, all’80% del valore dell’immobile che si deve acquistare. Ci sono, però, dei casi in cui le banche concedono mutui al 100%.

Nel frattempo scopri la pagina dedicata ai prestiti e ai mutui più convenienti.

Ci sono molti requisiti da possedere, li vedremo approfonditamente nel prossimo paragrafo quando risponderemo anche alla domanda: quanto devo lavorare per avere un mutuo?

Una volta ottenuto, il mutuo andrà restituito tramite una serie di rate.

Queste sono composte da due elementi:

  • una quota capitale, che serve a restituire la somma di denaro ricevuta;
  • una quota d’interessi, che rappresenta il guadagno vero e proprio della banca e tutte le spese accessorie.

Tra le spese troviamo: la perizia, l’istruttoria, il notaio, le marche da bollo e l’assicurazione.

Tutto questo è descritto nel piano di ammortamento, compresa la quota di Tan e Taeg da pagare. Proprio per questo motivo, il piano va letto con attenzione prima di firmare.

Il mancato pagamento anche solo di una rata crea molti problemi: la banca cercherà in tutti i modi di riavere il denaro, fino ad arrivare anche al pignoramento dell’immobile concesso come ipoteca.

Ora risponderemo alla tua domanda “quanto devo lavorare per avere un mutuo?

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanto devo lavorare per avere un mutuo: requisiti generali

Quanto devo lavorare per avere un mutuo? Come già anticipato, per ottenere un mutuo è necessario soddisfare una serie di requisiti.

Due, più di tutti, sono fondamentali:

  • non essere segnalati nelle liste dei cattivi pagatori, quindi avere un’ottima reputazione creditizia;
  • avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Su quest’ultimo punto è necessario fare delle precisazioni.

Prima di tutto rispondiamo alla domanda “quanto devo lavorare per avere un mutuo?

Sappi che non c’è un tempo stabilito.

Prendiamo due casi:

  • se sei dipendente, con un contratto indeterminato, sarà sufficiente aver concluso il periodo di prova, durante il quale potresti essere licenziato;
  • se sei un libero professionista o un imprenditore, dovrai avere almeno un anno di attività alle spalle, così da dimostrare quali sono i tuoi redditi annuali.

Come vedi, quindi, i tempi non sono lunghissimi, e dipendono da vari fattori. Ma sappi che questi requisiti possono essere in qualche modo superati. Per farlo basta avere un garante.

Il garante è una persona che, in caso di problemi, subentrerà nei pagamenti nei confronti della banca.

Naturalmente quest’ultimo dovrà avere una situazione economica solida, così da tranquillizzare l’istituto di credito.

Quanto devo lavorare per avere un mutuo?
Quanto devo lavorare per avere un mutuo?

Ci sono poi dei casi particolari.

Ad esempio: se sei un giovane con meno di 36 anni, puoi chiedere un mutuo sulla prima casa che ti concederà il 100% del valore, con la garanzia data dallo Stato. In questo caso potresti persino non avere un contratto a tempo indeterminato.

Bisogna, però, tener presente che, chiedere un mutuo senza uno stipendio fisso non è mai una buona idea: anche se concesso, andrà poi restituito e non farlo comporta delle conseguenze gravi, come abbiamo detto nel primo paragrafo.

Prima di chiudere, se hai ancora dei dubbi su quanto devo lavorare per avere un mutuo, rivolgiti a un consulente esperto che possa consigliarti la miglior soluzione su misura per te.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie