Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Quattordicesima 2023: quando si prende e quanto spetta

Quattordicesima 2023: quando si prende e quanto spetta

Quattordicesima nel 2023: a chi spetta, con quali requisiti e quali sono gli importi previsti e quando arriva? Ne parliamo in questo approfondimento.

di Carmine Roca

Giugno 2023

Quattordicesima nel 2023: come funziona, quanto spetta e chi la prende? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Quattordicesima nel 2023: a chi spetta?

Oltre alla tredicesima, che è un diritto di ogni lavoratore dipendente e dei pensionati, esiste un’altra indennità annuale: la quattordicesima.

Rispetto alla tredicesima, attesa tra prima di Natale e fine dicembre, la quattordicesima nel 2023 viene erogata nel mese di giugno o di luglio. La data, per i lavoratori, cambia in base all’azienda e al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

Inoltre, così come la tredicesima, anche la quattordicesima (per i dipendenti) può essere rateizzata e spalmata sullo stipendio mensile.

La quattordicesima non fa reddito ai fini fiscali, previdenziali e assistenziali. Non è tassata e non influisce sul reddito imponibile, né sul diritto a prestazioni previdenziali o assistenziali. Spetta anche ai titolari di pensione di reversibilità, a determinate condizioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quattordicesima nel 2023: lavoratori dipendenti

La quattordicesima nel 2023 spetta ai lavoratori dipendenti, ma a differenza della tredicesima non è obbligatoria.

Il diritto è legato al CCNL di riferimento e al settore in cui si lavora. Generalmente la quattordicesima spetta al dipendente privato, ma anche agli appartenenti al settore alimentare, chimico, terziario, del commercio e del turismo, delle pulizie e degli autotrasporti e logistica.

L’importo della quattordicesima nel 2023 è pari al valore della retribuzione lorda mensile percepita dal dipendente e si ottiene con questa formula:

Ad esempio: mettiamo che il dipendente abbia lavorato 8 mesi in un anno, percependo una retribuzione di 2.000 euro lordi al mese. L’importo della quattordicesima si otterrà moltiplicando 2.000 euro per 8 mesi, dividendo il risultato per 12 mesi e sarà di 1.333 euro.

Quattordicesima nel 2023: pensionati

Diversa è, invece, la quattordicesima nel 2023 per i pensionati. La prestazione è pagata in un’unica soluzione, con la pensione di luglio, ma non la ricevono tutti.

Il diritto scatta a partire dal 64° anno di età. Ad esempio, il pensionato con Quota 103 (62 anni e 41 di contributi) non ha diritto alla quattordicesima per i primi due anni.

La spesa è a carico dello Stato, per questo motivo, pur essendo una prestazione previdenziale, la quattordicesima è legata al possesso di un determinato reddito personale.

Ai fini del diritto della quattordicesima, si considerano tutti i redditi assoggettabili o esenti dall’IRPEF. Sono esclusi quelli derivanti dalla casa di abitazione, gli arretrati di qualsiasi genere, le pensioni di guerra, i TFR, i trattamenti di famiglia, oltre che l’indennità di accompagnamento e le altre prestazioni assistenziali esenti dall’IRPEF.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle pensioni, scrivici nel nostro gruppo Telegram.

Quattordicesima nel 2023
Quattordicesima nel 2023: in foto due anziani di spalle, in un parco.

Quattordicesima nel 2023: importo per i pensionati

L’importo della quattordicesima si ottiene tenendo conto solo del reddito personale e non del reddito da coniugato (se il pensionato è sposato).

Quali sono gli importi della quattordicesima nel 2023 per i pensionati? Il valore della prestazione si calcola sulla base del reddito personale e degli anni di contributi maturati.

Con un reddito fino a 10.992,93 euro spettano:

Con un reddito annuo lordo fino a 14.657,24, spetta una quattordicesima di:

Faq su quando si prende la quattordicesima nel 2023

Quando si prende la quattordicesima nel 2023?

La quattordicesima nel 2023 viene erogata nel mese di giugno o di luglio. La data varia in base all’azienda e al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

Chi ha diritto alla quattordicesima?

La quattordicesima spetta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. È un’indennità annuale che non è obbligatoria per i lavoratori dipendenti.

Posso ricevere la quattordicesima in più rate?

Sì, la quattordicesima può essere rateizzata e spalmata sullo stipendio mensile, così come avviene per la tredicesima.

La quattordicesima fa reddito?

No, la quattordicesima non fa reddito ai fini fiscali, previdenziali e assistenziali. Non è tassata e non influisce sul reddito imponibile, né sul diritto a prestazioni previdenziali o assistenziali.

Qual è l’importo della quattordicesima per i pensionati nel 2023?

L’importo della quattordicesima per i pensionati dipende dal reddito personale e dagli anni di contributi maturati. Ci sono diverse fasce di importo in base al reddito, che vanno da 336 euro a 655,20 euro, a seconda dell’anzianità contributiva e del reddito annuo lordo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp