Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Quattordicesima pensionati: a che periodo è riferita

Quattordicesima pensionati: a che periodo è riferita

Ecco qual è il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati in caso di prima concessione o di concessione successiva. Cosa fare se non si riceve la quattordicesima

di Romina Cardia

Luglio 2023

Quando sarà pagata la quattordicesima? Qual è il periodo di riferimento della quattordicesima? Quale importo mi spetta? Cosa devo fare se non la ricevo?

Nel Messaggio n. 2178 del 12 giugno 2023, l’INPS comunica i dettagli sulle quattordicesime che saranno erogate nel mese di luglio ai pensionati con assegni di importo più basso.

La quattordicesima spetta ai pensionati che rientrano nei limiti reddituali stabiliti dalle tabelle e che, alla data del 31 luglio 2023, abbiano un’età maggiore o uguale a 64 anni.

Vediamo quindi quali sono i limiti reddituali, gli importi spettanti e qual è il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati. (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Qual è il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati?

L’INPS, infatti, specifica che per verificare la soglia reddituale ai fini della concessione della quattordicesima e del suo importo, vengono valutati i seguenti redditi:

Ti ricordiamo che la somma aggiuntiva viene sempre corrisposta a luglio in via provvisoria, e la sussistenza del diritto viene poi verificata sulla base della dichiarazione dei redditi.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati ex INPGI

Il messaggio specifica che da quest’anno, a seguito del passaggio della gestione previdenziale INPGI dei giornalisti dipendenti all’INPS, anche le pensioni liquidate nei sistemi ex INPGI con decorrenza precedente al 1° luglio 2022 hanno diritto alla somma aggiuntiva dal 1° luglio 2022.

Per l’anno 2022, nel caso in cui il pensionato ne faccia richiesta e ne abbia titolo, la somma aggiuntiva spetta nella misura massima di 6/12.

Ad esempio:

Nel nostro articolo su chi sono gli esclusi dalla quattordicesima nel 2023, abbiamo spiegato chi non beneficerà della mensilità aggiuntiva quest’anno e per quale motivo.

Qual è il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati e come vengono differenziati gli importi

Dopo aver visto qual è il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati, vediamo come cambiano gli importi.

L’INPS ricorda che gli importi della quattordicesima vengono differenziati:

Il tetto massimo reddituale, oltre il quale il beneficio non spetta, viene incrementato dell’importo del beneficio, diverso per ciascuna fascia contributiva.

Vediamo tutti gli importi spettanti della quattordicesima in base al reddito posseduto.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati: importi spettanti per redditi fino a 10.992,93 euro

Ecco quali importi spettanti in base al reddito posseduto nel periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati e inferiore a 10.992,93 euro:

Per pensione diretta principale proveniente da lavoro dipendente pubblico e privato  Per pensione diretta principale proveniente da lavoro autonomo  Euro
Prima fascia fino a 15 anni di contribuzionePrima fascia fino a 18 anni di contribuzione436,80
Seconda fascia da 15 a 25 anni di contribuzioneSeconda fascia da 18 a 28 anni di contribuzione546,00
Terza fascia oltre i 25 anni di contribuzioneTerza fascia oltre i 28 anni di contribuzione655,20
Limite di reddito personale per il diritto alla quattordicesimaEuro
Sotto i 10.992,93 € spetta la somma aggiuntiva intera per tutte e tre le fasce di pensione. Oltre questo limite la somma aggiuntiva di pensione non spetta più̀. 
Prima fascia11.429,73
Seconda fascia11.538,93
Terza fascia11.648,13
A chi si trova nella fascia di reddito intermedia tra il minimo e il massimo spetta una quattordicesima ridotta  
Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati: tabella con limiti di reddito fino a 10.992,93 euro

Quattordicesima 2022 e 2023 a confronto: vediamo se gli importi sono cambiati o se le novità riguardano soltanto i limiti reddituali.

Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati
Quattordicesima pensionati: a che periodo è riferita

Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati: importi spettanti per redditi fino a 14.657,24 euro

Per pensione diretta principale proveniente da lavoro dipendente pubblico e privato  Per pensione diretta principale proveniente da lavoro autonomo  Euro
Prima fascia fino a 15 anni di contribuzionePrima fascia fino a 18 anni di contribuzione336,00
Seconda fascia da 15 a 25 anni di contribuzioneSeconda fascia da 18 a 28 anni di contribuzione420,00
Terza fascia oltre i 25 anni di contribuzioneTerza fascia oltre i 28 anni di contribuzione504,00
Limite di reddito personale per il diritto alla quattordicesimaEuro
Sotto i 10.992,93 € spetta la somma aggiuntiva intera per tutte e tre le fasce di pensione. Oltre questo limite la somma aggiuntiva di pensione non spetta più̀. 
Prima fascia14.993,24
Seconda fascia15.077,24
Terza fascia15.161,24
A chi si trova nella fascia di reddito intermedia tra il minimo e il massimo spetta una quattordicesima ridotta  
Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati: tabella con limiti di reddito fino a 14.657,24 euro

Nell’articolo Indennità di accompagnamento e quattordicesima viene spiegato se i titolari di accompagnamento abbiano diritto alla quattordicesima mensilità.

Periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati: cosa fare se non arriva la quattordicesima?

Se, dopo aver verificato il periodo di riferimento della quattordicesima per pensionati e aver constatato di averne diritto, la mensilità aggiuntiva non dovesse arrivare, dovrai presentare apposita domanda di ricostituzione online, denominata “Ricostituzione reddituale per quattordicesima”, dal sito web INPS con la tua identità digitale (Spid, CIE o CNS) oppure rivolgendoti a un CAF o a un patronato.

FAQ sulla quattordicesima

Quali sono gli importi della quattordicesima nel 2023 in base al reddito annuo e agli anni di contributi versati?

Nel 2023, per un reddito annuo fino a 10.992,93 euro, gli importi della quattordicesima sono:

Questi importi si riducono se il reddito annuo supera i 10.992,93 euro e varia fino a 11.648,13 euro.

Come sono cambiati gli importi della quattordicesima tra il 2022 e il 2023?

Nel 2023, gli importi della quattordicesima sono rimasti invariati rispetto al 2022, ma ci sono stati cambiamenti nei limiti reddituali.

Ad esempio, nel 2022, un pensionato con un reddito annuo fino a 10.224,82 euro poteva percepire un importo di 436,80 euro se aveva versato un massimo di 15 anni di contributi (o 18 per i lavoratori autonomi). Questa somma è rimasta lo stessa nel 2023, ma il limite di reddito per riceverlo è aumentato a 10.992,93 euro.

Come cambiano gli importi della quattordicesima per un reddito annuo lordo fino a 14.657,24 euro nel 2023?

Per un reddito annuo lordo fino a 14.657,24 euro nel 2023, gli importi della quattordicesima sono:

Questi importi si riducono se il reddito supera i 14.657,24 euro e varia fino a 15.161,24 euro.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp