Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Quota 103 e Opzione donna: domande al via

Quota 103 e Opzione donna: domande al via

Quota 103 e Opzione donna: l’INPS ha comunicato che possono essere presentate le domande per il 2024. Ci sono novità che riguarda la procedura per la presentazione delle istanze. Cambiamenti anche per la pensione anticipata contributiva. Vediamo nel dettaglio

di The Wam

Febbraio 2024

È stata aggiornata la procedura delle domande per Quota 103 e Opzione donna 2024. Novità anche per la pensione anticipata contributiva (64 anni e almeno 20 di contributi). La comunicazione dell’INPS e le novità per l’applicativo che consente di presentare le istanze online. Vediamo di cosa si tratta. (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quota 103 e Opzione donna: novità INPS

Quota 103 e Opzione donna sono due opportunità di pensionamento anticipato. Nel 2024 sono state previste diverse novità per queste due misure, anche per la presentazione delle domande. Vediamo in questo post quali sono le modifiche annunciate nel messaggio INPS numero 454 del 2024 e cosa comportano per i lavoratori interessati.

Aggiornamento dell’Applicativo INPS

L’INPS ha rinnovato l’applicativo per facilitare la presentazione delle domande per Quota 103. La prestazione è disponibile per chi ha raggiunto i 62 anni di età e vanta 41 anni di contributi nel 2024. Con le modifiche, l’iter di presentazione delle domande diventa più snello e accessibile.

Partiamo dalle novità che riguardano Quota 103, ci soffermeremo poi su Opzione donna 2024.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Le novità per Quota 103

Per Quota 103 le novità più importanti introdotte nel 2024 sono riferite alla modalità di calcolo e ai requisiti per l’accesso alla misura. Le modifiche avranno un impatto diretto sui potenziali beneficiari e meritano un’analisi dettagliata.

Modifiche Legislative: Articolo 1, co. 139-140 della Legge n. 213/2023

L’articolo 1, co. 139-140 della legge n. 213/2023 ha apportato modifiche importanti per Quota 103.

Una delle novità più rilevanti è l’abbandono del sistema misto per il calcolo della pensione. In passato, la pensione veniva calcolata combinando il sistema retributivo per le anzianità acquisite fino al 31 dicembre 1995 e il sistema contributivo per quelle successive. Dal 2024, invece, la pensione per Quota 103 sarà calcolata esclusivamente con il sistema contributivo, un cambiamento che allinea questa opzione alla modalità di calcolo di Opzione Donna.

Limitazione dell’importo della pensione

La pensione calcolata con le regole contributive non potrà superare una soglia specifica: quattro volte il trattamento minimo INPS. Per il 2024, ciò significa che l’importo massimo della pensione non potrà eccedere 2.394,44 euro lordi al mese, basandosi sul trattamento minimo fissato a 598,61 euro.

Questo limite rimarrà in vigore fino al raggiungimento dei requisiti ordinari previsti dalla legge Fornero per la pensione di vecchiaia, ovvero fino ai 67 anni di età.

Meccanismi di differimento nell’erogazione della pensione

Differimento per settore privato e pubblico impiego

Nel 2024 è stato anche introdotto un meccanismo di differimento per l’erogazione del primo rateo pensionistico. Per i lavoratori del settore privato, l’attesa è di sette mesi dalla maturazione dei requisiti. Per il settore pubblico, invece, è di nove mesi. In pratica, un lavoratore che matura i requisiti a gennaio 2024, ad esempio, potrà ricevere la sua pensione a partire da settembre 2024 (o novembre se è un dipendente pubblico).

Specificità per il settore scolastico

Per il settore scolastico, la finestra di decorrenza della pensione è fissata al 1° settembre 2024. Questa specifica disposizione riconosce le peculiarità del calendario lavorativo nel mondo dell’educazione e si adatta alle esigenze di questo settore.

Domande al via per Quota 103

Gli aggiornamento riguardano, come accennato, anche la procedura di domanda. Il processo dovrebbe essere più accessibile e trasparente per i lavoratori che soddisfano i requisiti specifici. L’INPS ha comunicato l’attivazione del servizio, sul suo portale web, del prodotto  «Pensione Anticipata Flessibile Legge di bilancio 2024», da utilizzare per l’inoltro delle richieste.

La nuova procedura di domanda per Quota 103

I lavoratori interessati possono presentare le loro domande in due modi:

  1. Direttamente online: utilizzando strumenti di identificazione digitale come SPID di secondo livello, CNS o CIE. Questa modalità permette una presentazione rapida e sicura della domanda.
  2. Tramite patronato: per coloro che preferiscono o necessitano di assistenza nella compilazione e presentazione della domanda, è possibile rivolgersi ai patronati, che offrono supporto e guida nel processo.

Chi può presentare la domanda

La procedura aggiornata è destinata ai lavoratori che maturano i requisiti di età e contributi tra il 1° gennaio 2024 e il 31 dicembre 2024. I requisiti necessari sono:

Differenze rispetto alle regole precedenti

È importante sapere che coloro che hanno raggiunto i requisiti al 31 dicembre 2023 continueranno a seguire le regole precedenti, che includono:

Opzione donna 2024, cosa cambia

Anche per Opzione donna 2024 ci sono cambiamenti sia nei requisiti, sia nelle condizioni di accesso. Ovviamente le modifiche INPS sono in linea con le nuove disposizioni legislative.

Aggiornamenti sui requisiti per Opzione donna

Questi aggiornamenti riguardano principalmente l’età e gli anni di contribuzione necessari per accedere a questa opzione di pensionamento.

Nuovi requisiti di età e contributi

A partire dal 1° gennaio 2024, l’accesso a Opzione donna richiede che le lavoratrici abbiano raggiunto 61 anni di età e accumulato 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2023.

Cambiamenti nella pensione anticipata contributiva

Cambiamenti nel 2024 anche per la pensione anticipata contributiva. Per accedere a questa prestazione previdenziale, i lavoratori dovranno avere 64 anni di età e almeno 20 anni di contribuzione effettiva. E questo aspetto è rimasto immutato.

Aumenta l’importo minimo

La differenza significativa riguarda invece l’importo soglia della pensione. A partire dal 2024, l’importo minimo non sarà inferiore a 3 volte il valore dell’assegno sociale, che si traduce in circa 1.572€ lordi al mese.

Vantaggi specifici per le madri

La pensione anticipata contributiva 2024 prevede un vantaggio per le madri. L’importo soglia per la pensione viene ridotto a 2,8 volte il valore dell’assegno sociale in presenza di un figlio e a 2,6 volte in presenza di due o più figli.

Indicazione del numero di figli nella domanda

In fase di inoltro della domanda, le madri potranno indicare il numero di figli per beneficiare delle riduzioni. Questo processo è stato semplificato per assicurare che tutte le madri interessate possano facilmente accedere a questi vantaggi.

Quota 103 e Opzione donna: domande al via
Nell’immagine un uomo e una donna sui 60 anni leggono le ultime notizie su Quota 103 e Opzione donna 2024.

FAQ (domande e risposte)

Quali sono le novità INPS per Quota 103 e Opzione donna 2024?

Nel 2024, l’INPS ha introdotto importanti aggiornamenti per Quota 103 e Opzione donna. Per Quota 103, ora è possibile per i lavoratori con 62 anni e 41 anni di contributi presentare la domanda. Per Opzione donna, sono stati aggiornati i requisiti e la procedura di presentazione delle domande. Queste novità includono cambiamenti nei requisiti di età e contributi, nonché nel calcolo delle pensioni.

Come si presenta la domanda per Quota 103 nel 2024?

Per presentare la domanda per Quota 103 nel 2024, i lavoratori possono utilizzare il prodotto “Pensione Anticipata Flessibile L. bilancio 2024” disponibile sul portale istituzionale dell’INPS. La domanda può essere presentata direttamente dagli interessati, utilizzando SPID di secondo livello, CNS o CIE, o attraverso un patronato. È importante notare che questa procedura è valida solo per coloro che maturano i requisiti specificati tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2024.

Quali sono i requisiti per la pensione anticipata contributiva nel 2024?

Nel 2024, per accedere alla pensione anticipata contributiva, i lavoratori devono avere compiuto 64 anni e aver accumulato almeno 20 anni di contributi. Questi requisiti sono fondamentali per ottenere la pensione anticipata sotto il regime contributivo. Inoltre, per le madri, ci sono riduzioni nell’importo soglia richiesto a seconda del numero di figli.

Cosa cambia nel calcolo della pensione con Quota 103 nel 2024?

Dal 2024, il calcolo della pensione per Quota 103 non avverrà più con il sistema misto (retributivo e contributivo), ma sarà interamente basato sul sistema contributivo. Questo significa che l’importo della pensione sarà calcolato unicamente sulla base dei contributi effettivi. Inoltre, la pensione calcolata con le regole contributive non può superare quattro volte il trattamento minimo INPS, e c’è un meccanismo di differimento nell’erogazione del primo rateo pensionistico.

Come funziona la nuova procedura Opzione donna 2024?

Per Opzione Donna 2024, l’INPS ha aggiornato i requisiti e la procedura di presentazione delle domande. Le donne possono presentare la domanda con i nuovi requisiti di età e contributi, che comprendono 61 anni e 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2023. Inoltre, dal 1° gennaio 2024, l’accesso è possibile con 64 anni e 20 anni di contributi, e l’importo soglia varia a seconda del numero di figli.

Quali modifiche ha introdotto la legge n. 213/2023 per la pensione?

La legge n. 213/2023 ha introdotto modifiche significative per le pensioni, tra cui l’estensione di un anno per la pensione anticipata flessibile (Quota 103), la modifica del calcolo della pensione in un sistema interamente contributivo, e l’introduzione di limitazioni sull’importo della pensione. Questa legge ha anche aggiornato i requisiti per Opzione Donna, stabilendo nuove condizioni per l’accesso e il calcolo delle pensioni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp