Racket, lo Stato lascia sole le vittime: i fondi sono una chimera

Racket, lo Stato lascia sole le vittime: i fondi sono una chimera


2' di lettura

Usura, lo Stato lascia ancora troppo sole le vittime di racket. Purtroppo accade ancora, anche in provincia di Avellino. Ora che l’attenzione è di nuovo elevata, per via di due fatti di cronaca che si sono verificati in rapida successione. Prima sette arresti per un presunto giro di pizzo a Monteforte Irpino. Poi la bomba carta lanciata contro una trattoria, sempre nel comune del sindaco, Costantino Giordano. Anche qui, nonostante le dichiarazioni del titolare, il dubbio dell’intimidazione si è insinuato.

Usura: un male strisciante

Ma torniamo alle vittime che vengono lasciate sole. Anche quando trovano il coraggio di denunciare. Sopratutto, quando trovano il coraggio di farlo. Da un lato tempi giudiziari lunghissimi, sia per quanto riguarda le indagini che i successivi processi. Dall’altro un fondo che è solo una chimera. Una normativa troppo stringente. La legge prevede una richiesta entro sei mesi dal momento in cui parte l’indagine per usura, ma spesso le vittime sono troppo spaventate o preoccupate per interessarsi all’iter burocratico. Non hanno la lucidità per affrontare montagne di carte.

Anche perché l’usura è un male strisciante, che si nutre della paura delle vittime. Temono per la propria incolumità ma anche per quella dei familiari. E – se si vedono abbandonate dalle istituzioni – la situazione precipita.

Tutti hanno ancora negli occhi il dramma dell’imprenditore siciliano Rocco Greco, che si è sparato un colpo di pistola alla tempia. Dopo la denuncia era stato abbandonato dallo Stato, fino a ritrovarsi a sua volta vittima delle querele dei mafiosi.

Racket: se il fondo per le vittime è una chimera

Storie emblematiche di storture amministrative che ancora appartengono al nostro Paese. Eppure il tasso di denunce, in Campania, resta fra I più elevati: cartina di tornasole di un fenomeno criminale che è più vivo che mai.

Lo scorso anno sono state 35 le istanze per accedere al fondo in Campania. In provincia di Avellino I numeri sono drasticamente inferiori. Nonostante il lavoro di alcune associazioni specializzate nell’assistenza delle vittime del racket. A partire da Sos Impresa che ha aiutato tanti imprenditori a trovare la forza di denunciare, guidandoli anche in un percorso di assistenza psicologica fondamentale in momenti così delicati.

Purtroppo però fa burocrazia e rimpalli istituzionali, il percorso da fare è ancora in salita.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Leggi qui l'ultima rassegna stampa inviata.

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie