Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Rdc 2023, bisognerà accettare qualsiasi lavoro ovunque

Rdc 2023, bisognerà accettare qualsiasi lavoro ovunque

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: come l'emendamento Lupi cambierà il reddito di cittadinanza? Il requisito della congruità sarà eliminato e cosa potrebbe accadere? Scopriamo i dettagli.

di Imma Duni

Dicembre 2022

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: ecco come l’emendamento Lupi cambierà il reddito di cittadinanza? (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: cosa cambia con l’emendamento Lupi?

Nuova stretta al Reddito di cittadinanza, come comunica il Sole 24 Ore: le offerte di lavoro ai percettori di Rdc non dovranno più essere “congrue”.

Se la prima offerta di lavoro, anche non congrua, dovesse essere rifiutata, il beneficiario perderà il diritto al Reddito di cittadinanza.

La commissione Bilancio della Camera ha approvato l’emendamento di Maurizio Lupi, che cancella la parola “congrua” dal testo della norma. Si decadrà dal beneficio del Reddito di cittadinanza, se si rifiuterà la prima offerta di lavoro ricevuta, a prescindere da che sia congrua o meno.

Ma cosa significa congrua? Per le offerte di lavoro si considerano le esperienze e le competenze maturate e anche la distanza del luogo di lavoro dal domicilio, entro massimo 80 chilometri.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Rimane invariata, invece, la nuova norma integrata con la legge di bilancio, secondo la quale per i percettori considerati “occupabili”, da inizio anno, il reddito di cittadinanza verrà corrisposto per 7 mensilità, invece delle 8 previste dal testo.

L’obiettivo del Governo Meloni è cancellare del tutto il sussidio nel 2024.

Inoltre i giovani tra i 18 e i 29 anni devono aver completato gli adempimenti formativi per non perdere il beneficio dell’Rdc. Pena la decadenza dal sussidio.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: che ne sarà del requisito della lontananza dal luogo di lavoro?

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua. Grazie all’emendamento di Maurizio Lupi, la parola “congrua” riferita all’offerta di lavoro che ricevono i percettori di Rdc, è stata eliminata dal testo della norma.

Attualmente si reputa “congrua” l’offerta che, considerando esperienze e competenze del beneficiario, prevede la distanza dal luogo di lavoro non superiore agli 80 chilometri e che questa sia raggiungibile in 100 minuti con mezzi di trasporto pubblici.

Che ne sarà del requisito della lontananza dal luogo di lavoro? Sarà eliminata, e di conseguenza la prima proposta di lavoro potrà essere localizzata in qualunque zona del territorio nazionale.

Chiunque non accetti la prima offerta di lavoro in tutto il territorio nazionale, decadrà dal sussidio che verrà automaticamente annullato.

Un’altra novità importante riguarda i giovani tra i 18 e i 29 anni i quali potranno godere dell’Rdc solo se avranno completato il percorso di studi della scuola dell’obbligo.

La richiesta è stata posta dal Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Valditara, il quale ha voluto che il beneficio dell’Rdc ai giovani fosse condizionato dal raggiungimento del titolo di studio della scuola dell’obbligo.

Questa stretta si aggiunge alla limitazione temporale: il Reddito di cittadinanza, infatti, sarà erogato per 7 mesi e non per 8 come si era previsto nel decreto.

I datori di lavoro che, invece, dal nuovo anno assumeranno con contratto a tempo indeterminato i beneficiari del Reddito di cittadinanza saranno esonerati dal pagamento dei contributi previdenziali per 8.000 euro e non più per 6.000 euro.

Definitivo Rdc 2023, bisognerà accettare qualsiasi lavoro ovunque
Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: nella foto un cameriere e alcuni clienti.

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua: quando si potrà perdere il beneficio?

Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua. Insomma il futuro del Reddito di cittadinanza non è affatto roseo. Dal 1° gennaio 2024, infatti, il sussidio come lo conosciamo oggi, non esisterà più.

Questo non significa che non ci saranno più aiuti per le famiglie in difficoltà economica. Il Governo Meloni, infatti, è già a lavoro su un nuovo meccanismo di sostegno alle persone non occupabili, quindi over 60, disabili e famiglie con minori a carico.

Diversa sarà la questione per i cittadini occupabili, dai 18 ai 59 anni: per questa fetta di popolazione saranno previsti nuovi meccanismi di politiche attive del lavoro. Non un sussidio, ma un lavoro vero e proprio. Questo è l’obiettivo, tra l’altro sempre dichiarato, del Governo Meloni.

Reddito di Cittadinanza: cosa cambia nel 2023

L’obiettivo del Governo con la prossima legge di bilancio è riformare il Reddito di cittadinanza solo per gli “occupabili”, ovvero le persone tra 18 e 59 anni abili al lavoro ma che non abbiano nel nucleo disabili, minori o persone a carico con almeno 60 anni d’età.

Questi soggetti potranno godere del beneficio economico non più per 18 mesi, ma per 7 mesi. Inoltre, dovranno partecipare a corsi di formazione della durata di 6 mesi, pena la decadenza dal sussidio.

Prevista inoltre la decadenza dal Reddito alla prima offerta di lavoro rifiutata, valida in tutto il territorio nazionale, visto che è stato eliminato il requisito della congruità.

L’obiettivo del nuovo Governo è potenziare questi programmi di formazione e reinserimento per introdurre nuove politiche attive del lavoro, mentre il Reddito di cittadinanza potrebbe essere rivoluzionato e potrebbe diventare un sostegno indispensabile solo per coloro che sono inabili al lavoro.

Abbiamo visto come cambia l’Rdc 2023 e offerta di lavoro congrua. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp