Rdc oggi 27 marzo: orari. Bonus 150 euro e Assegno Unico?

Scopri le prossime date di pagamento del Reddito di cittadinanza, del Bonus 150 euro e dell'Assegno Unico a marzo 2023.

La redazione di thewam.net è composta da giornalisti e copywriter esperti in welfare, fisco, lavoro e disabilità.
Conoscici meglio

7' di lettura

Il pagamento del Reddito di cittadinanza di marzo 2023 arriverà oggi, 27 marzo 2023, per alcuni beneficiari. Vediamo chi sono, a che ora è previsto l’accredito e quando sono attese le ricariche si Assegno Unico e Bonus 150 euro su Rdc (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegrame nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Quando arriva il Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Il pagamento del Reddito di cittadinanza arriverà da oggi, 27 marzo 2023, per chi attende la mensilità di marzo 2023.

Le ricariche vengono elaborate dall’INPS e i pagamenti sono effettuati da Poste Italiane. Gli accrediti possono impiegare qualche giorno per essere erogati a tutti i beneficiari e, per questa ragione, c’è chi riceve prima il pagamento e chi in un secondo momento.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavorosempre aggiornate nella tua zona.

A che ora arriva l’Rdc?

Generalmente la ricarica del Reddito di cittadinanza viene erogata dopo le 13.30, ma gli accrediti, come detto, non arrivano per tutti i cittadini nello stesso momento.

Quando arriva il bonus 150 euro su Rdc e per chi?

Il pagamento del bonus 150 euro spetta a chi percepiva l’Rdc a novembre 2022 e deve ancora riceverlo.

Purtroppo, le tempistiche di questi accrediti non sono state chiarite dall’INPS e non è possibile condividere una data che valga per tutti.

Nei mesi passati, le erogazioni sono state spesso effettuate dopo le ricariche del sussidio, quindi dopo il 15 o dopo il 27 del mese.

rdc-27-marzo-2023-date-150-euro-assegno-unico
Data segnata sul calendario per il pagamento del Reddito di cittadinanza a marzo 2023.

Quando arriva l’Assegno Unico su Rdc?

Il pagamento dell’Assegno Unico su Rdc, riferito al mese di febbraio 2023, è previsto dal 28 marzo 2023.

Quando arriva la Pensione di cittadinanza?

La Pensione di cittadinanza verrà erogata a partire dal 27 marzo 2023 per chi aspetta la mensilità di marzo 2023.

Le ricariche vengono elaborate dall’INPS e i pagamenti sono effettuati da Poste Italiane. Gli accrediti possono impiegare qualche giorno per essere erogati a tutti i beneficiari e, per questa ragione, c’è chi riceve prima il pagamento e chi in un secondo momento.

Come controllare il saldo del Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Il saldo e la lista dei movimenti della carta Rdc vanno controllati online, a telefono o dallo sportello automatico, usando una di queste strade:

  • numero verde dedicato,
  • presso un ufficio postale,
  • usando un ATM Postamat,
  • attraverso i servizi online dedicati.

Il controllo del saldo avviene così:

  • verifica del saldo Rdc in un ufficio postale o da un Atm Postamat utilizzando la scheda Rdc e il Pin;
  • verifica del saldo Rdc dal cellulare con l’App PostPay (leggi la guida) o inviando un SMS con il codice della carta al numero gratuito 800.666.888;
  • verifica saldo online sul sito Redditodicittadinanza.gov.it, accedendo con una delle credenziali personali:
    • Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale),
    • Cie (Carta di Identità Elettronica),
    • Cns (Carta Nazionale dei Servizi).

Come contattare l’INPS?

Per ricevere informazioni sull’Rdc si può contattare telefonicamente l’INPS:

  • dal numero 803 164, gratuito da telefono fisso;
  • dal numero 06 164 164 da cellulare, a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori.

Chi non riceverà il Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Il pagamento del Reddito di cittadinanza di marzo 2023 non viene erogato a chi:

  • ha terminato la diciottesima rata del sussidio il mese,
  • a chi ha subito una revoca,
  • a chi ha subito una sospensione dell’Rdc.

La sospensione si applica quando l’ISEE non viene aggiornato entro il 28 febbraio. Gli accrediti riprenderanno quando si rinnoverà il documento.

La revoca del Rdc avviene, invece, quando:

  • Non è stata effettuata la DID (dichiarazione di immediata disponibilità la lavoro);
  • Non è stato sottoscritto il Patto per il lavoro o quello per l’inclusione sociale;
  • Non si è partecipato, senza giustificato motivo, alle iniziative di formazione e reinserimento lavorativo;
  • Non si è aderito ai progetti utili alla collettività (in caso il comune di residenza li abbia istituiti);
  • Non si è comunicata la variazione occupazionale;
  • Il cittadino ha dichiarato informazioni false per ottenere più soldi;
  • Non è stato aggiornato l’Isee in caso di variazione del nucleo familiare;
  • Il cittadino è stato trovato a svolgere un’attività lavorativa non dichiarata;
  • Non è stata accettata la prima offerta di lavoro congrua ricevuta dai centri per l’impiego.

Reddito di cittadinanza marzo 2023: spese vietate

L’Rdc può essere solo per pagare utenze, beni e servizi che non rientrano nell’elenco delle spese vietate:

  • acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;
  • armi;
  • materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  • servizi finanziari e creditizi;
  • servizi di trasferimento di denaro;
  • servizi assicurativi;
  • articoli di gioielleria;
  • articoli di pellicceria;
  • acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  • acquisti in club privati;
  • servizi di direct-marketing.

Quanto durerà ancora il reddito di cittadinanza?

Il Reddito di cittadinanza durerà fino al 2024, quando sarà sostituito da nuove misure di welfare non ancora descritte dal governo Meloni.

Cosa succede all’Rdc nel 2023?

Nel 2023 il contributo economico verrà pagato per:

  • sette mesi alle persone definite occupabili,
  • per dodici mesi ai beneficiari che fanno parte di una di queste categorie:

Quanto durava l’Rdc fino al 2022?

Fino al 2022 il cittadino aveva diritto a percepire il sussidio per diciotto mesi, periodo dopo il quale il contributo poteva essere rinnovato, a patto di soddisfare ancora tutti i requisiti necessari a ricevere il Rdc.

Quante volte si può rinnovare il Reddito di cittadinanza?

Dal 2024, come detto, non si potrà più rinnovare il Reddito di cittadinanza perché è prevista l’abrogazione del sussidio.

Come richiedere il reddito di cittadinanza?

La domanda per il Reddito di cittadinanza va presentata:

  • online dal sito redditodicittadinanza.gov.it o dal portale dell’INPS, accedendo al servizio con Spid, Cns o Cie;
  • presso i Centri di Assistenza Fiscale (Caf);
  • presso gli uffici postali dopo il quinto giorno del mese.

Ecco un modello da scaricare e compilare per semplificare la richiesta del sussidio presso un Caf o gli uffici postali:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Rdc:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie