Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Rdc, quante ore posso lavorare?

Rdc, quante ore posso lavorare?

Quante ore posso lavorare con l'Rdc? Quali tipi di lavori permettono di mantere il beneficio del Reddito di Cittadinanza?

di Imma Duni

Dicembre 2022

Quante ore posso lavorare con l’Rdc? Quali tipi di lavori permettono di mantenere il beneficio del Reddito di Cittadinanza? In quali casi si può perdere questa indennità?(scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Quante ore posso lavorare con l’Rdc?

Il Reddito di cittadinanza è un beneficio economico che sostiene le famiglie nei momenti di difficoltà economica e che ha come obbiettivo un reinserimento lavorativo e sociale. Ed è per questo che i beneficiari firmano il Patto per il lavoro e il Patto per l’inclusione sociale.

I percettori del Rdc possono lavorare e continuare a percepire il beneficio: com’è possibile?

Se i beneficiari lavorano meno di 20 ore settimanali e, in questo modo, mantengono lo stato di disoccupazione, non possono essere esclusi dall’indennità del reddito di cittadinanza.

Secondo il DL 4/2019, non si considerano occupati, conservando anch’essi lo stato di disoccupazione, coloro che percepiscono redditi da lavoro netti inferiori o pari a 8.174 euro per il lavoro dipendente e 5.500 euro per il lavoro autonomo.

Quindi i lavoratori che conservano lo stato di disoccupazione dal punto di vista del reddito guadagnato e del monte ore lavorato, sono tenuti alla sottoscrizione del Patto per il lavoro o del Patto per l’inclusione e possono continuare a ricevere l’Rdc.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quante ore posso lavorare con l’Rdc e in quali casi si può perdere il beneficio?

Quante ore posso lavorare con l’Rdc? I beneficiari che mantengono lo stato di disoccupazione e lavorano meno di 20 ore o di 25, includendo il tempo necessario a raggiungere il luogo di lavoro, non possono essere esclusi né esonerati dagli obblighi, anche di produrre la DID.

L’Rdc è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa da parte di uno o più componenti il nucleo familiare, fatto salvo il mantenimento dei requisiti indispensabili per ricevere il beneficio.

Ovviamente l’indennità sarà ricalcolata in base ai redditi nuovi percepiti.

Quando ci sono variazioni nell’attività lavorativa, il beneficiario dovrà compilare il modello “Rdc/Pdc – Com esteso” e inviarlo, all’INPS tramite i CAF, gli Enti di patronato o direttamente accedendo con SPID.

I percettori dell’Rdc non devono invece dichiarare all’INPS i redditi derivanti da attività socialmente utili, tirocini formativi e di orientamento, servizio civile, nonché contratti di prestazione occasionale e libretto di famiglia.

Si può decadere dal sussidio nei seguenti casi:

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Rdc, quante ore posso lavorare?
Rdc, quante ore posso lavorare?

Quante ore posso lavorare con l’Rdc: quali tipi di lavoro posso fare?

Quali lavori posso svolgere se percepisco il Reddito di Cittadinanza?

Mentre si percepisce il Reddito di cittadinanza, si possono accettare i lavori socialmente utili, i cosiddetti PUC (Progetti Utili alla Collettività), senza perdere il beneficio.

I PUC sono un obbligo, ma anche un’occasione di crescita e di inclusione per la collettività. Per quanto possibile ognuno dovrà essere destinato ad attività compatibili col proprio curriculum e le proprie aspirazioni.

Quante ore deve lavorare chi ha il Reddito di Cittadinanza? Da un minimo di 8 ore a un massimo di 16 ore settimanali.

In generale il lavoratore deve prestare almeno 32 ore in un mese, ma la gestione degli orari è libera.

I lavori socialmente utili non sono compensati con uno stipendio. Il Decreto 22 ottobre del 2019 del Ministero del Lavoro all’articolo 2 è chiaro nell’escludere la pretesa di qualsiasi stipendio quando dichiara che questi non possano essere assimilati a lavoro né subordinato né autonomo.

I titolari del Reddito di Cittadinanza hanno comunque diritto a una assicurazione contro gli infortuni.

quali lavori possono essere destinati i titolari di Reddito di Cittadinanza?
I PUC possono riguardare questi settori: culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo, e tutela beni comunali.

I progetti di pubblica utilità dovranno essere individuati a partire dalle esigenze della comunità locale e si dovrà tenere conto degli interessi e della propensione del lavoratore. Nel caso in cui chi ha l’obbligo di prestare i lavori socialmente utili rifiuti, perderà il beneficio del Reddito di Cittadinanza.

Costituisce giustificato motivo per l’assenza lo stato di malattia o infortunio, il servizio civile, lavorare o studiare, la gravidanza per i periodi di assenza previsti dalla legge, gravi motivi familiari dimostrabili, limitazione legale della mobilità e ogni impedimento che sia obiettivo.

Abbiamo così visto quante ore posso lavorare con l’Rdc e quali lavori posso fare, senza perdere il beneficio economico e senza decadere.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp