Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: verità in 48 ore

Per scoprire la verità sull’accredito del Reddito di cittadinanza dal 15 novembre bisogna aspettare le lavorazioni. Ecco i dettagli.

6' di lettura

Il pagamento del Reddito di cittadinanza dal 15 novembre sarà confermato solo quando partiranno le lavorazioni. In questo articolo vediamo quando sono attese e di conseguenza quando arriverà il Rdc di metà mese (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Dopo che gli accrediti del Rdc di ottobre si sono sbloccati, si attende il pagamento del Reddito di cittadinanza dal 15 novembre 2022, ossia il prossimo martedì. Per sapere con certezza quando si verrà pagati è necessario prestare attenzione alle lavorazioni e alle disposizioni di pagamento nel fascicolo previdenziale.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Nel frattempo, alcune famiglie hanno segnalato dei ritardi anche sull’assegno unico su Rdc di ottobre. Gli accrediti dell’assegno per famiglie sono attesi direttamente dopo il 15 novembre.

Indice

Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: lavorazioni in arrivo

L’unico modo affidabile per avere informazioni sull’accredito del Reddito di cittadinanza dal 15 novembre è attendere che partano le lavorazioni. Come forse saprai, le lavorazioni rappresentano il momento che precede i pagamenti del Rdc, così come di altre prestazioni erogate dall’INPS. Una volta partite, generalmente bisogna aspettare un paio di giorni prima di vedere il pagamento sulla modalità di accredito prevista.

Nel caso del Reddito di cittadinanza di metà mese, le lavorazioni sono attese tra domani, cioè domenica 13 novembre 2022, e lunedì 14 novembre 2022. Se saranno rispettate queste tempistiche, gli importi del Rdc saranno erogati regolarmente da martedì 15 novembre 2022. Tuttavia, è bene specificare che non tutti riceveranno il pagamento il 15, in quanto i pagamenti possono avvenire anche i giorni successivi, ma sempre nella stessa settimana della metà del mese.

Inoltre, ricordiamo che la platea di beneficiari che vedrà l’accredito del Reddito di cittadinanza dal 15 novembre rappresenta solo una parte dei destinatari del contributo per famiglie. Per fare un riepilogo, nel prossimo paragrafo vediamo quali categorie di cittadini avrà il Rdc dalla prossima settimana e chi invece dovrà aspettare.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: chi lo riceverà

Come dicevamo nel paragrafo precedente, il Reddito di cittadinanza dal 15 novembre non arriverà a tutti i nuclei familiari che hanno diritto al contributo economico, ma solo a una specifica fetta di destinatari.

In particolare, la ricarica del 15, cosiddetta ricarica di metà mese, spetta a queste categorie di persone:

  • coloro che hanno richiesto la prestazione economica per la prima volta in assoluto;
  • coloro che hanno fatto la domanda di rinnovo a settembre e hanno diritto alla prima ricarica dopo il mese di stop (cioè ottobre);
  • coloro che per qualche ragione, generalmente di natura burocratica, hanno avuto la sospensione del sussidio. Tra i motivi più frequenti vi sono la mancata sottoscrizione della DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità) o il mancato aggiornamento dell’ISEE.

Ma che ne è delle persone che non rientrano in questi gruppi? Ebbene, tutti gli altri avranno l’erogazione del Reddito di cittadinanza a fine mese. Ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: la verità in 48 ore

Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: chi lo riceve a fine mese?

Finora abbiamo parlato dei percettori di Reddito di cittadinanza che attendono la ricarica di metà mese relativa a novembre, attesa da martedì 15 novembre 2022. Tuttavia, come anticipato nel paragrafo precedente, c’è una larga fetta di cittadini che ha diritto al Reddito di cittadinanza ma che lo riceverà solo a fine mese. Di chi si tratta?

In effetti, si tratta della maggior parte delle famiglie che percepiscono il sussidio. Ricordiamo a tal proposito che i pagamenti della misura anti-povertà avvengono in due momenti del mese: uno a metà e uno alla fine. L’erogazione di metà mese, e quindi dal 15 in poi, riguarda coloro che ricevono per la prima volta il sussidio oppure che aspettano la prima ricarica dopo il rinnovo. Al contrario, la ricarica di fine mese, erogata dal 27 fino all’ultimo giorno utile, spetta a tutti gli altri destinatari.

In particolare, per quanto riguarda il mese di novembre, ci sono due possibili date di pagamento:

  • dal 25 novembre 2022:
  • dal 28 novembre 2022.

Ciò è dovuto al fatto che il 27 novembre, giorno canonico della ricarica di Rdc, capita di domenica, quando gli uffici postali sono chiusi. Visto che sono proprio le Poste Italiane a occuparsi dei pagamenti del Reddito di cittadinanza, quando la data ordinaria capita in un giorno festivo si tende ad anticipare o a posticipare l’erogazione della misura.

Al di là delle date, è anche bene tenere a mente chi ha diritto al sussidio anti-povertà e chi invece no. Nello specifico, il Reddito di cittadinanza spetta a chi è in possesso di questi requisiti:

  • avere la residenza in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuato;
  • avere la cittadinanza italiana, europea o extraUE, nell’ultimo caso con permesso di soggiorno valido;
  • avere un patrimonio immobiliare di massimo 30mila euro esclusa la casa di abitazione e un patrimonio finanziario di massimo 6mila euro che aumenta a seconda dei membri del nucleo familiare;
  • avere un ISEE non superiore a 9.360 euro;
  • avere un reddito familiare di 6mila euro, che aumenta a 9.360 euro in caso di abitazione in affitto.

Per avere tutti gli aggiornamenti su Rdc o altre prestazioni, ti invitiamo a seguire i nostri video al canale Redazione TheWam e lasciare dei commenti in caso di domande.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie