Reddito di cittadinanza 2021: domanda, requisiti, importo e obblighi

Reddito di cittadinanza 2021 presente nella nuova legge di bilancio. Chi lo ha già percepito dovrà soddisfare alcune condizioni per non perdere il diritto al beneficio e per poi poterlo richiedere di nuovo. Vediamo domanda, requisiti, importo e obblighi.

Reddito di cittadinanza 2021. Domanda e requisiti
Reddito di cittadinanza 2021. Domanda e requisiti
6' di lettura

Reddito di cittadinanza 2021 presente nella nuova legge di bilancio. Chi lo ha già percepito dovrà soddisfare alcune condizioni per non perdere il diritto al beneficio e per poi poterlo richiedere di nuovo. Vediamo domanda, requisiti, importo e obblighi. (Entra nel gruppo whatsapp con offerte di lavoro, bonus e concorsi sempre aggiornati)

In questa pagina, ogni giorno, tutti gli aggiornamenti su bonus, agevolazioni fiscali e guide utili per famiglie, liberi professionisti e imprese. In questa pagina, invece, tutte le offerte di lavoro sempre aggiornate. Da qui puoi ricevere tutte le news su bonus e concorsi direttamente su Google.

Indice:

  1. Reddito di cittadinanza 2021: requisiti

  2. Rdc: obblighi

  3. Chi è esonerato dagli obblighi?

  4. Calcolo dell’importo

  5. Cosa si può fare

  6. Cosa non si può fare

  7. Richiesta online

  8. Bonus e guide utili

Reddito di cittadinanza 2021: requisiti

Reddito di cittadinanza 2021, scopriamo i requisiti: le regole sono le stesse previste dal decreto 4/2019 convertito dalla Legge 26/2019.

Possono chiedere il reddito di cittadinanza:

  1. Cittadino italiano o europeo o un familiare titolare del diritto o permesso di soggiorno anche permanente o che rientra in Paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale.

  2. Residente in Italia da almeno dieci anni al momento della presentazione della domanda, gli ultimi due in modo continuativo.

I requisiti di reddito:

  1. ISEE inferiore a 9.360 euro

  2. Patrimonio immobiliare diverso dalla casa di abitazione non superiore ai 30.000 euro

  3. Patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro. La soglia è aumentata di duemila euro per ogni persona nel nucleo familiare fino a 10.000 euro e cresce di altri 1.000 per ogni figlio successivo al secondo e di altri 5.000 euro per ogni persona disabile della famiglia.

  4. Reddito familiare inferiore a 6.000 euro moltiplicato per i valori della scala di equivalenza che trovi in questo elenco:

  • Pari a 1 per il primo componente del nucleo

  • Aumentato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni

  • Aumentato di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino a un massimo di 2,1.

I patrimoni presi in considerazione sono quelli relativi al 2019 e quindi due anni prima della data di presentazione della Dsu 2021 (qui la guida per averla).

Beni durevoli:

Nessuno del nucleo familiare deve avere intestato o a disposizione un autoveicolo immatricolato la prima volta nei sei mesi precedenti alla richiesta del reddito di emergenza.

Nessuno della famiglie deve avere autoveicoli con cilindrata superiore a 1.600 cc o motoveicoli con cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei due anni precedenti alla richiesta del reddito, esclusi i veicoli per persone disabili. (Qui la guida completa per tutti i bonus destinati alle famiglie con basso Isee e tutte le agevolazioni per i lavori a casa)

Nessuno deve essere intestatario o avere disponibilità di barche.

Reddito di cittadinanza: obblighi

Chi riceve il reddito di cittadinanza sottoscrive il patto del lavoro e garantisce la propria disponibilità a cercare una occupazione, grazie ai percorsi gestiti dai Centri per l’Impiego, incluse le attività svolte per i comuni di residenza.

I percettori del reddito di cittadinanza devono essere, infatti, disponibili a lavorare fino a otto ore nel municipio, se non vogliono che scatti l’esclusione dal beneficio per almeno diciotto mesi.

Da settembre è previsto un aumento dei PUC (progetti utili alla collettività) da parte dei comuni. Alcuni progetti già attivi sono visibili sulla piattaforma GEPI

Piani di pubblica utilità: quali sono?

I lavori di pubblica utilità devono essere coerenti con il profilo professionale di chi riceve il reddito di cittadinanza. Si tratta di interessi e competenze emerse durante il colloquio presso il Centro per l’Impiego. I progetti dei comuni rientrano in questi settori:

  • culturale;
  • sociale;
  • artistico;
  • ambientale;
  • formativo;
  • tutela dei beni comuni.

Reddito di cittadinanza: chi è esonerato dagli obblighi

i beneficiari della Pensione di cittadinanza,

i beneficiari del Reddito di cittadinanza pensionati o comunque di età pari o superiore a 65 anni,

i disabili (fatta eccezione per i componenti del nucleo familiare disabili che chiedono di partecipare a un percorso dedicato di inserimento lavorativo).

Possono essere esonerate le persone che hanno in cura bambini con meno di tre anni o di componenti del nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienti. Chi non frequenta i corsi di formazione e gli occupati a basso reddito, considerati disoccupati ai sensi dell’articolo 4, comma 15 ter.

Reddito di cittadinanza: calcolo dell’importo

Per eseguire il calcolo dell’importo relativo al reddito di cittadinanza, il sito ufficiale del Ministero del Lavoro ha fornito questa tabella:

Composizione nucleo familiareScala di equivalenzaBeneficio massimo annuale
1 adulto16.000,00 € (500 euro al mese)
1 adulto e 1 minore1,27.200,00 € (600 euro al mese)
2 adulti1,48.400,00 € (700 euro al mese)
2 adulti e 1 minore1,69.600,00 € (800 euro al mese)
2 adulti e 2 minori1,810.800,00 € (900 euro al mese)
2 adulti e 3 minori212.000,00 € (1000 euro al mese)
3 adulti e 2 minori2,112.600,00 € (1050 euro al mese)
4 adulti2,112.600,00 € (1050 euro al mese)
4 adulti (o 3 adulti e 2 minori) tra cui una persona in condizione di disabilità grave o non autosufficiente2,213.200,00 € (1100 euro al mese)

Se la famiglia abita in affitto, sono previsti fino a 3360 euro annui (280 euro mensili) per il reddito di cittadinanza da sommare alle somme previste per l’Isee. (Guida a tutti i bonus previsti nella Regione Campania)

Reddito di cittadinanza: cosa si può fare?

Il reddito di cittadinanza può essere utilizzato per comprare beni essenziali come gli alimenti, le medicine e per pagare le bollette. Con il reddito di cittadinanza si può:

  • Bollette, rata del mutuo o l’affitto della casa. (Per bolletta di luce e gas bisogna rivolgersi a Poste Italiane) (A proposito di bollette, da questo luglio salirà il costo della luce)

  • La benzina o altro carburante.

  • I libri

  • Giocattoli per bambini.

  • Mobili (non quelli di design).

  • Gli smartphone, i tablet e altri device ma non di fascia alta.

  • Le visite mediche.

  • Elettrodomestici non di grandi dimensioni

  • I farmaci e para-farmaci.

  • Il vino e la birra.

  • Occhiali da vista o oggetti indispensabili per la cura di malattie

  • I soggiorni vacanze.

  • Il materiale per la scuola.

  • I biglietti per il cinema.
  • Gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

  • I prodotti per l’igiene personale.

  • Corsi di formazione presso enti pubblici e privati

  • I pagamenti dei conti in bar e ristoranti.

Cosa non si può fare col reddito di cittadinanza

I soldi del reddito di cittadinanza, che è una misura per aiutare le famiglie in difficoltà economica, non possono essere utilizzati per comprare beni di lusso come:

  • giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità;

  • materiale pornografico e beni e servizi per adulti;

  • acquisto, noleggio o leasing di navi o imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;

  • armi;

  • servizi finanziari;

  • servizi di trasferimento di denaro;

  • servizi assicurativi;

  • articoli di gioielleria;

  • articoli di pellicceria;

  • acquisti presso gallerie d’arte o affini;

  • acquisti in club privati.

Richiesta online

Per chiedere il Reddito di cittadinanza online è necessario avere SPID, (qui la guida per richiedere lo Spid) il sistema pubblico di identità digitale. E’ un applicazione che vi servirà per accedere a tanti servizi della pubblica amministrazione come quelli dell’Inps online o dell’agenzia delle Entrate.

Dopo aver ricevuto lo Spid si potrà richiedere il Reddito di cittadinanza dal sito messo a disposizione dal Ministero dell’economia e delle finanze, disponibile a questo link.

Sul sito per ottenere il Reddito di cittadinanza, nel menù principale, bisognerà cliccare su “Richiedi o accedi” che si trova in alto a destra. Se si è già iscritti, uscirà la pagina di login, altrimenti una schermata per richiedere il reddito. Servirà, come detto, lo Spid.

E’ possibile presentare una richiesta per il Reddito di cittadinanza anche presso gli uffici del Caf o quelli di Poste Italiane.

Bonus e guide utili

Clicca qui e leggi bonus e guide per averli
  1. Come avere il reddito di cittadinanza: guida 2020

  2. Come avere bonus fino a 10mila euro di Isee

  3. Nuovo bonus da 500 euro e fino a 1500 euro: la guida

  4. Bonus auto fino a 18mila euro

  5. Bonus Pc: novità sulla domanda

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie