Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza 2022: come funziona la convocazione?

Reddito di cittadinanza 2022: come funziona la convocazione?

Reddito di cittadinanza 2022: come funziona la convocazione dei centri per l'impiego con l'arrivo del nuovo anno? Scopriamolo in questo approfondimento.

di Antonio Dello Iaco

Gennaio 2022

Reddito di cittadinanza 2022. Scopriamo in questo articolo come funziona la convocazione dei centri per l’impiego, a partire da quest’anno (aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nei prossimi paragrafi vedremo nel dettaglio a quali obblighi bisogna adempiere per evitare di perdere il sussidio.

Reddito di cittadinanza 2022: la nuova norma

È caos sulla questione convocazioni al centro per l’impiego per i beneficiari del reddito di cittadinanza 2022.

La nuova norma entrata in vigore quest’anno prevede che chi viene chiamato al centro per l’impiego rischia la decadenza del sussidio se non si presenta.

Di fatto però ci sono numerosi punti che non sono stati chiariti.

Leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di cittadinanza 2022: caos convocazioni

L’obiettivo della nuova riforma del reddito di cittadinanza 2022 è ridurre sensibilmente la quota dei beneficiari che percepiscono il sussidio e che non si presentano ai colloqui di lavoro o non ricercano attivamente un’occupazione.

Il governo vuole usare il metodo delle convocazioni e delle offerte lavorative per ridurre la platea dei percettori dell’Rdc. Da quest’anno infatti se rifiuti anche la seconda proposta di occupazione, non riceverai più il sussidio. Il problema però è di fondo.

Visti i tanti beneficiari in tutta Italia come verranno gestite le chiamate da parte dei centri per l’impiego? Se a causa di disservizi alcuni percettori del sussidio non vengono convocati, rischiano la decaduta dell’agevolazione?

A queste domande purtroppo, almeno per il momento, non ci sono risposte ufficiali da parte degli enti governativi.

Proprio per questo motivo e considerati i tanti dubbi che non sono stati ancora sciolti, il nostro consiglio è quello di recarti almeno una volta al mese al centro per l’impiego territoriale e chiedere se ci sono novità sul fronte dei colloqui e delle offerte di lavoro.

Convocazione al centro per l’impiego e reddito di cittadinanza 2022: le regole

Reddito di cittadinanza e convocazione al centro per l’impiego. La norma prevede che i beneficiari del sussidio debbano presentare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did). Il termine da rispettare sono i trenta giorni da quando la domanda di incentivo viene accettata.

Dopo aver prodotto questo documento sarai convocato entro novanta giorni da un centro per l’impiego territoriale.

Avrai la possibilità di esporre, durante un colloquio, tutte le tue capacità, punti di forza e settori dove meglio sei specializzato. Al termine dell’incontro sottoscriverai il Patto per il lavoro e riceverai l’assegno di ricollocazione Rdc da sfruttare in un centro per l’impiego o in una sede accreditata.

Reddito di cittadinanza 2022: la convocazione
Reddito di cittadinanza 2022: la convocazione

In occasione del primo colloquio potrai anche richiedere al centro per l’impiego l’esenzione dal Patto per il lavoro a condizione che rientri nelle categorie esentate.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp