Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza 2024 over 60

Reddito di cittadinanza 2024 over 60

Reddito di cittadinanza nel 2024 per over 60: vediamo se cambierà qualcosa con l’arrivo del nuovo Assegno di inclusione.

di Romina Cardia

Novembre 2023

In questo approfondimento parliamo di Reddito di cittadinanza per over 60 (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Reddito di cittadinanza nel 2024 per over 60: cosa cambierà?

Il Reddito di cittadinanza 2024 per over 60, che si trasformerà in Assegno di inclusione, non presenterà forti differenze rispetto al 2023.

Il governo Meloni ha garantito il diritto a un sostegno statale anche dopo l’abolizione del Reddito di Cittadinanza dal 1° gennaio 2024 per coloro che hanno superato i 60 anni.

È fondamentale notare che sia il Reddito di Cittadinanza che il futuro Assegno di Inclusione non sono destinati solo alla persona anziana, ma all’intero nucleo familiare.

La presenza di uno o più over 60 nella famiglia influisce sulla percezione di questo beneficio. Per comprendere appieno come ciò si traduca in vantaggi, è necessario esaminare in dettaglio come questi sostegni si distribuiscono all’interno del nucleo familiare.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Solo Reddito di cittadinanza nel 2024 per over 60 o ci sono altri beneficiari?

Nel 2024, il Reddito di cittadinanza sarà sostituito dall’Assegno di inclusione per tutti, compresi i sessantenni che perderanno il diritto al sostegno.

Tuttavia, i nuclei familiari con almeno un componente over 60 potranno accedere al nuovo sostegno, mentre le famiglie senza componenti fragili (invalidi, minori e over 60) saranno escluse, indipendentemente dal reddito.

Il passaggio potrebbe essere meno problematico per famiglie con solo componenti fragili, poiché le regole per il calcolo dell’Assegno di inclusione sono simili a quelle del Reddito di cittadinanza.

Tuttavia, la differenza significativa è nel parametro di scala di equivalenza. Nel Reddito di cittadinanza, si considerano tutti i maggiorenni, compresi quelli occupabili, mentre nell’Assegno di inclusione no.

Nel Reddito di cittadinanza, per ogni maggiorenne viene assegnato un valore di 0,4 (fino a 2,1, elevabile a 2,2 per nuclei con disabili gravi).

Con l’Assegno di inclusione, si aggiunge uno 0,4 solo per gli over 60 o chi ha carichi di cura. Si aggiunge uno 0,5 per componenti disabili gravi o non autosufficienti, 0,30 per ogni altro componente adulto in condizione di grave disagio bio-psico-sociale e inserito in programmi di cura certificati dalla pubblica amministrazione.

Il nuovo sussidio anti povertà che sostituirà il Reddito di cittadinanza prevede delle sanzioni in presenza di determinate omissioni o dichiarazioni false. Vediamo nel dettaglio cosa è previsto in merito ad Assegno di inclusione e sanzioni.

Un esempio pratico

Nel contesto delle prestazioni sociali, consideriamo una coppia composta da un individuo over 60 e uno cinquantenne.

Attualmente, il Reddito di cittadinanza, che utilizza un parametro di scala di equivalenza pari a 1,4, è erogato a condizione che il reddito familiare sia inferiore a 8.400 euro.

In questo caso, l’integrazione massima mensile può raggiungere i 700 euro, con la possibilità di ottenere ulteriori 280 euro come rimborso per la quota affitto.

Con il passaggio all’Assegno di inclusione, il parametro di scala si riduce a 1, poiché la persona cinquantenne è considerata occupabile a tutti gli effetti.

Per accedere a questo beneficio, è necessario avere un reddito massimo di 6.000 euro, e l’integrazione mensile è limitata a un massimo di 500 euro (confermati i 280 euro per l’affitto).

La persona cinquantenne, a condizione che l’ISEE risulti inferiore a 6.000 euro, può richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro.

Questa opzione potrebbe garantire un’ulteriore entrata mensile di 350 euro, ma con un limite di 12 mensilità e senza possibilità di rinnovo.

Queste scelte sono influenzate da parametri specifici, come l’età dei componenti della coppia e i requisiti di reddito.

Reddito di cittadinanza e lavoro nero: cosa succede se si percepisce il sussidio e si svolge attività lavorativa in nero? Quali sono le conseguenze? Cosa si rischia? Rispondiamo in questo approfondimento.

Reddito di cittadinanza nel 2024 per over 60
Reddito di cittadinanza nel 2024 per over 60. Nella foto: cubi di legno con 2023-2024.

FAQ sul Reddito di cittadinanza over 60 2023

Quando termina il Reddito di cittadinanza 2023 per over 60?

Come è noto la legge di bilancio 2023 ha cambiato la scadenza del Reddito di cittadinanza stabilendo per altro la sua fine con l’inizio del 2024.

In particolare, adesso esistono due gruppi di beneficiari. Un primo gruppo, in cui rientrano i nuclei dove almeno un componente è “non occupabile”, cioè in condizione di fragilità, e per cui il Rdc dura 12 mesi fino a dicembre 2023.

Le persone con 60 anni compiuti rientrano in questo primo gruppo, ovvero hanno diritto al Rdc (o alla Pdc) per tutto il 2023. Nello specifico hanno diritto al Rdc fino a dicembre 2023 tutti i nuclei percettori se almeno uno dei componenti è over 60, minorenne, disabile o se ha firmato il Patto di inclusione sociale.

Un secondo gruppo di beneficiari è costituito dai membri dove tutti i componenti sono definiti occupabili, cioè che hanno tra i 18 e i 59 anni e non sono affetti da disabilità. Per questi nuclei il Rdc termina dopo la settima mensilità ricevuta nel 2023, quindi per alcuni già ad agosto.

Quali sono i requisiti per il Reddito di cittadinanza 2023 per over 60?

I nuclei con all’interno un componente over 60 hanno ancora diritto a richiedere il Reddito di cittadinanza (o la Pensione di cittadinanza) che per loro resterà attivo fino al 31 dicembre 2023.

Ovviamente per richiedere e mantenere il diritto al beneficio fino a dicembre, il nucleo di cui fa parte la persona con 60 anni compiuti deve anche rispettare questi requisiti di reddito e patrimoni:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp