Reddito di Cittadinanza affitto in nero: tutti i rischi

Reddito di Cittadinanza affitto in nero: quali sono i rischi per il locatore e il locatario? Scopriamolo in questo articolo.

3' di lettura

Reddito di Cittadinanza affitto in nero. Chi percepisce il sussidio, ma non ha sottoscritto un regolare contratto di affitto, cosa rischia in termini economici e giudiziari?

Quello dell’affitto in nero è un problema che affligge il nostro Paese, una piaga difficilmente eliminabile e che prevede molti rischi per il locatario e per il locatore.

In questo articolo andremo nel dettaglio ed elencheremo tutti i possibili rischi, collegati anche al percepimento del Reddito di Cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza affitto in nero: cosa rischia il locatario?

Non possedere un regolare contratto di affitto dell’abitazione in cui si vive comporta una riduzione dell’importo del Reddito di Cittadinanza. Il sussidio prevede un rimborso del canone di locazione fino a un massimo di 280 euro al mese.

È evidente che, se si è privi di un regolare contratto di affitto, è preclusa la possibilità di beneficiare del rimborso del canone di locazione. Di conseguenza, l’importo del Reddito di Cittadinanza sarà molto più basso.

Inoltre, ma questo avviene a prescindere dal percepimento del Reddito di Cittadinanza, l’inquilino è responsabile al pari del padrone di casa del mancato versamento dell’imposta di registro, che potrebbe far attivare l’Agenzia delle Entrate e portare alla notifica di una cartella esattoriale.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di Cittadinanza affitto in nero: cosa rischia il locatore?

Sono ancora più gravi le conseguenze per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza e cede in affitto un appartamento, senza provvedere alla sottoscrizione di un regolare contratto.

L’articolo 7 del decreto 4/2019, convertito dalla legge 26/2019, al primo comma prevede che “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, al fine di ottenere indebitamente il beneficio di cui all’articolo 3, rende o utilizza dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omette informazioni dovute, è punito con la reclusione da due a sei anni”.

Reddito di cittadinanza affitto in nero

L’affitto in nero porterà sicuramente alla perdita del Reddito di Cittadinanza, con la restituzione di quanto indebitamente percepito, poiché le entrate del canone di locazione avrebbero comportato un aumento dell’ISEE, con la conseguente perdita dei requisiti l’ottenimento del sussidio.

Se hai ancora dubbi sui rischi legati al Reddito di Cittadinanza affitto in nero,non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie