Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: 3 esempi

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: 3 esempi

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo. Tre esempi di calcolo e come vanno spese le maggiorazioni per mutuo o locazione.

di The Wam

Febbraio 2022

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: in questo articolo faremo tre esempi di calcolo per comprendere al meglio cosa prevede la legge in questo caso (aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nei prossimi paragrafi vedremo anche la divisione tra quota A e quota B dell’Rdc, destinata ai canoni di locazione e come può essere spesa.

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: le quote A e B

Il reddito di cittadinanza con affitto e mutuo si divide in due parti definite quote:

Il valore della quota B varia. In caso di affitto può arrivare a 3.360 euro all’anno mentre per il mutuo il tetto massimo è di 1.800 euro.

In qualsiasi caso bisogna ricordare che la somma tra la quota A e la quota B non può superare i 9.360 euro ogni 365 giorni, moltiplicati per la scala di equivalenza e ridotti per il valore del reddito familiare.

PAGAMENTI FEBBRAIO, RDC più BASSO, ASSEGNO UNICO e arretrati?

Leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di cittadinanza e importo con mutuo e affitto: 3 esempi pratici

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo. Per capire meglio quanto spetta di quota B adesso faremo tre esempi pratici in modo da chiarire ancor di più il tema reddito di cittadinanza con mutuo e affitto.

Famiglia 1

Importo canone di locazione mensile di 200 euro, annuo di 2400 euro. Scala di equivalenza pari a 1 poiché il nucleo familiare è composto da un solo componente.

La legge, come abbiamo detto nel paragrafo precedente, arriva a coprire anche tutta la spesa del canone di locazione annuale, a patto che si rientri nei limiti prestabiliti.

In questo caso l’ammontare della quota B sarà proprio di 2400 euro e quindi di duecento euro al mese.

Famiglia 2

Importo del mutuo mensile di 140 euro e quindi di 1680 euro all’anno. Scala di equivalenza pari a 1,2 (un adulto e un minore). Quindi il limite massimo di Rdc (quota A+quota B) aumenta.

Il valore massimo di contributo per la quota B destinata ai mutui è di 1800 euro all’anno. Anche in questo caso quindi l’incentivo ricoprirà tutta la spesa del beneficiario.

Famiglia 3

Importo del canone di affitto mensile di 300 euro e quindi di 3600 euro all’anno. In questo caso, al di là della scala di equivalenza e del reddito, il massimo del contributo sarà di 3360 euro.

Non tutte le spese relative alle rate di locazione saranno quindi coperte dal Reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: tre esempi
Reddito di cittadinanza con affitto e mutuo: tre esempi

Reddito di cittadinanza con mutuo e affitto

La quotqa di Reddito di cittadinanza destinata al pagamento dell’affitto o del mutuo va utilizzata in modo tracciato e seguendo una procedura specifica.

Per pagare le rate di mutui e affitti con i soldi dell’Rdc devi effettuare un bonifico mensile SEPA/Postagiro in Ufficio Postale in favore del locatore o dell’intermediario che ha concesso il mutuo.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp