Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza domanda completata: quando lo pagano

Reddito di cittadinanza domanda completata: quando lo pagano

Reddito di cittadinanza domanda completata, cosa significa questa dicitura sul sito INPS? Andiamo subito a scoprirlo insieme.

di Sara Fannino

Settembre 2022

Reddito di cittadinanza domanda completata, cosa significa questa dicitura? Andiamo subito a scoprirlo insieme (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Reddito di cittadinanza domanda completata, ecco tutte le fasi

Avete inviato da poco la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza? Allora siete nel posto giusto, al momento giusto!

Una volta che il cittadino inoltra la domanda per ottenere il sussidio economico di contrasto alla povertà, INPS inizia ad effettuare tutti i controlli del caso, che implicano:

Il nucleo o il soggetto interessato alla domanda, inoltre, dopo la presentazione della domanda, può verificare autonomamente sul sito online dell’istituto a che punto si trova la propria richiesta. L’accesso ai servizi web dovrà essere effettuato mediante le identità digitali, quali:

Gli studenti possono percepire il reddito di cittadinanza? Scoprilo subito.

Una volta che la persona che ha inoltrato la domanda entrerà nel proprio fascicolo INPS sulla sezione dedicata alla prestazione, potrà trovare una fra le seguenti diciture: reddito di cittadinanza domanda completata; Acquisita; Ha superato i controlli preliminari; Sospesa; Accolta; Respinta. Andiamo subito a vedere nel dettaglio ognuna di esse.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=zzH6zyRJrEg&w=560&h=315]

Reddito di cittadinanza domanda completata, acquisita, sospesa, accolta o respinta?

Analizziamo insieme tutte le diciture, una alla volta, partendo dal reddito di cittadinanza domanda completata.

Domanda completata: questa dicitura sta a significare che il nucleo ha appena inviato la propria domanda per ottenere la prestazione del sussidio economico, concludendo tutte le fasi della richiesta. Per INPS, dunque, la domanda è solo stata inviata correttamente, ma non è stata ancora presa in lavorazione.

Si possono pagare le spese per l’auto, come il bollo o il cambio gomme con il reddito di cittadinanza?

Domanda acquisita: si tratta del passaggio successivo del reddito di cittadinanza domanda completata. In poche parole, la piattaforma per inoltrare le richieste ha ufficialmente immagazzinato la domanda e INPS l’ha finalmente ricevuta. Attenzione, però, perché anche in questo caso non è stata ancora presa in considerazione, ma è solo “pronta per essere analizzata” dagli operatori INPS.

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc

Ricordiamo che l’istituto di previdenza sociale effettua le lavorazioni delle domande in ordine cronologico, dunque, i tempi di attesa variano a seconda della quantità di domande che sono state inviate dai cittadini.

Vediamo, ora, la terza dicitura: “ha superato i controlli preliminari”, cosa significa? In questa fase INPS ha effettuato i primi controlli, quelli più superficiali. Quando apparirà questa scritta sul vostro fascicolo vorrà dire che la vostra domanda starà per essere lavorata definitivamente. In questo caso, si legge che la domanda è “istruibile”, dunque, verrà passata ad un operatore INPS che si occuperà di portare a termine la procedura e di darvi l’esito della richiesta.

Attenzione a commettere questi reati, poichè potrete perdere il RdC!

Domanda sospesa: in questo caso consigliamo di contattare direttamente INPS per chiedere spiegazioni. Il nostro consiglio è quello di prenotare direttamente un appuntamento nella vostra sede di competenza, ma potrete anche contattare il Contact Center INPS ai numeri 803 164 da rete fissa o al numero 06 164 164 da cellulare. Il primo numero è gratuito, mentre il secondo è a pagamento. L’importante è avere a disposizione in entrambi i casi l’ID della vostra domanda, che potrete trovare direttamente nell’area personale INPS.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Inoltre, nel caso dovesse apparire questa dicitura, dovrete guardare la colonna con scritto “azioni richieste”, molto utile per capire quale sia il problema. Qualora doveste trovare la dicitura “Nessuna azione richiesta” vorrà dire che è tutto okay e che dovrete solo pazientare.

Domanda accolta: se troverete scritto “domanda accolta” vorrà dire che INPS ha accettato finalmente la vostra domanda e che sarete diventati a tutti gli effetti dei percettori di reddito di cittadinanza. Cosa fare ora? Niente, dovrete attendere l’ok per ritirare la RdC Card e, in questo modo, sarete pronti a ricevere il primo pagamento della misura.

Se, invece, la domanda risulta “Respinta” vorrà dire che INPS ha rifiutato la richiesta. Questo, di solito accade:

In questo caso, se pensate ci sia stato un errore, vi consigliamo di mettervi in contatto con INPS o prendere appuntamento e recarvi personalmente in una sede dell’istituto.

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza domanda completata: ecco quando viene pagato il RdC

In linea generale, da quando il cittadino inoltra la domanda all’INPS a quando riceve il primo accredito passano dai 30 ai 60 giorni. In poche parole, per chi sta inoltrando la richiesta nel mese di settembre è probabile che il primo accredito arrivi tra ottobre e novembre.

reddito di cittadinanza domanda completata
reddito di cittadinanza domanda completata pagamenti

È bene sottolineare i primi beneficiari in assoluto, dopo aver richiesto il reddito di cittadinanza domanda completata, ricevono la prima ricarica del sostegno a metà mese, intorno alla data del 15, insieme ai pagamenti di chi attende il rinnovo della misura o gli arretrati della stessa. Dalla seconda ricarica fino alla diciottesima, invece, il reddito di cittadinanza verrà corrisposto a fine mese, il 27, attraverso la ricarica ordinaria.

Il RdC 2023 sarà più alto “grazie” all’inflazione? Scoprilo.

Ricordiamo che le erogazioni degli importi verranno effettuate sulla RdC Card e che la somma dovrà essere spesa per intero entro la fine del mese solare successivo, altrimenti INPS procederà ad applicare tagli anche del 20% dell’importo. Ecco quanto si legge sul sito ufficiale della misura:

“Il beneficio deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione. L’importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato.”

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp