Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza, molti pagamenti sospesi: il motivo

Reddito di cittadinanza, molti pagamenti sospesi: il motivo

Il reddito di cittadinanza non ti è stato accreditato? Probabilmente hai problemi con la DSU, ecco cosa fare.

di Sara Fannino

Ottobre 2022

Reddito di cittadinanza, purtroppo alcuni pagamenti della misura di contrasto alla povertà sono stati sospesi. Andiamo subito a scoprire il motivo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Reddito di cittadinanza, pagamenti sospesi: le motivazioni per nuclei monoparentali

Fino all’età di 26 anni, anche se si vive soli, si può essere a carico dei propri genitori; nei casi in cui spetta il reddito di cittadinanza, occorre aggiornare un documento chiamato DSU – Dichiarazione Sostitutiva Unica e presentare ricorso entro trenta giorni presso gli uffici dell’INPS, proprio come segnalato dalla domanda sospesa.

Come fa un cittadino di 18 anni di età a costituire un nucleo indipendente? Semplice, se si ha un’età entro i 26 anni e la propria residenza anagrafica non è la medesima dei genitori si potrà costituire un nucleo indipendente solamente se:

Nello specifico, per non essere ritenuti “a carico” occorrerà avere redditi superiori a 4 mila euro, se si hanno meno di 24 anni di età, oppure 2.840,51 euro per figli fino a 26 anni. Inoltre, a 26 anni e con una residenza anagrafica differente da quella dei propri genitori si costituisce un nucleo familiare indipendente anche se si è a loro carico a fini IRPEF.

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc

In ogni caso, per percepire il reddito di cittadinanza occorrerà prendere in considerazione:

Tra le recenti modifiche per evitare che il pagamento del reddito di cittadinanza venga sospeso c’è anche quella dell’esclusione del nucleo familiare a fini Rdc del membro della famiglia che si è dimesso in maniera volontaria dal lavoro.

Tra gli altri motivi della sospensione del pagamento del reddito di cittadinanza c’è la DSU. Andiamo subito a scoprire cos’è e perché c’entra.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=xdD_ervhlIQ&w=560&h=315]

ISEE e DSU per percepire il reddito di cittadinanza

L’ISEE è un documento che indica la situazione economica della famiglia e analizza redditi e patrimoni. La sua validità va dal mese di presentazione alla fine dell’anno in corso, se si tratta dell’ordinario, oppure è di sei mesi per quello corrente, che comunque si può avere solo in determinate situazioni di variazione reddituale importante.

Leggi anche: Se perdi l’Rdc per reati penali, ecco come riaverlo e quando

In ogni caso, per ottenere il calcolo del proprio ISEE per percepire il reddito di cittadinanza, occorre inoltrare all’INPS la Dichiarazione Sostitutiva UnicaDSU. Qui saranno riportati tutti i dati anagrafici e reddituali del nucleo e l’istituto, in questo modo, potrà stabilire se il richiedente potrà o meno percepire il reddito di cittadinanza.

In molti casi, i pagamenti sospesi del reddito di cittadinanza dipendono proprio da questi due documenti. Nello specifico, l’ISEE è richiesto proprio tra i requisiti indispensabili per la percezione del sostegno e non dovrà essere superiore a 9.360 euro.

Leggi anche: Il reddito di cittadinanza può essere speso in tutta Italia?

Ecco perché, con scadenza fissa – solitamente fissata al 31 gennaio – INPS richiede il documento: l’obiettivo è quello di valutare che la situazione reddituale ecc. sia rimasta invariata e che permangano i requisiti per percepire il sostegno.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Attenzione, perché ciò non vale solo per il Rdc, ma anche per altre prestazioni corrisposte dall’INPS, come l’assegno unico. Ecco svelato l’arcano dei pagamenti sospesi: se INPS non riceve il sostegno prima della scadenza, smetterà di erogare la prestazione. Come sbloccarla?

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, nuovo modulo: a cosa far attenzione

Insomma, abbiamo compreso che l’ISEE deve essere aggiornato con cadenza regolare e la sua validità termina il 31 dicembre di ciascun anno; i soggetti interessati, dunque, dovranno presentare una nuova DSU per ottenere altre prestazioni. Qualora non dovesse essere eseguita questa procedura, il reddito di cittadinanza sarà sospeso.

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

Come si trasmette allora la DSU all’INPS? Semplice, vi basterà effettuare l’accesso sul sito dell’INPS con una delle credenziali elettroniche SPID, CIE o CNS e seguire Prestazioni e Servizi > Prestazioni > Come compilare la DSU e richiedere l’ISEE. In alternativa potrete anche rivolgervi a un CAF.

reddito di cittadinanza
reddito di cittadinanza pagamenti sospesi

DSU ecco quali dati inserire per avere il reddito di cittadinanza

Se il vostro reddito di cittadinanza è sospeso per la mancata consegna dell’ISEE, vi consigliamo di consegnare la DSU, completa dei seguenti dati:

Leggi anche: Chi è senza figli può avere l’assegno unico con rdc?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp