Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale: cosa fare

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale: cosa fare

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale. Scopriamo cosa bisogna fare per legge e per non perdere il sussidio.

di Antonio Dello Iaco

Gennaio 2022

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale: vediamo insieme cosa prevede la legge e quando si incorre nella perdita del sussidio (aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche quali documentazioni bisogna presentare nel caso si comincia a lavorare mentre si percepisce l’Rdc.

Se sei interessato/a all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale: cosa prevede la legge?

Chiariamo subito che il reddito di cittadinanza non è una misura destinata solo ai disoccupati. Anche se si lavora infatti, si può percepire questo sussidio.

Ovviamente, è anche superfluo specificarlo, a parità di requisiti il valore dell’assegno di coloro che hanno un impiego è inferiore rispetto a quello di chi non ha occupazione.

Il lavoro occasionale è quindi compatibile con il reddito di cittadinanza. Anche secondo le ultime leggi in materia di Rdc, se si lavora occasionalmente non si perde il beneficio del sussidio.

Leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale

Abbiamo quindi visto come in generale lavoro occasionale e reddito di cittadinanza vanno abbastanza d’accordo.

Bisogna però sottolineare che, anche in questo caso di occupazione, bisogna rispettare dei requisiti Isee ben definiti che puoi consultare qui.

È da ricordare che, se lavori occasionalmente al momento della presentazione della domanda di incentivo, nel quadro E del modulo dedicato devi indicare se tu o un componente del tuo nucleo familiare percepisce redditi da lavoro anche occasionale.

Se è così dovrai compilare anche il modulo aggiuntivo Rdc-Com Ridotto che puoi scaricare qui sotto.

Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale
Reddito di cittadinanza e lavoro occasionale: cosa prevede la legge.

Reddito di cittadinanza e obbligo di comunicazione

Tra reddito di cittadinanza e lavoro occasionale abbiamo visto come ci sono degli obblighi di comunicazione. Questi entrano in gioco anche quando, durante i mesi di percepimetno dell’incentivo, si ottiene una posizione lavorativa.

Se infatti il beneficiario o un componente del suo nucleo familiare inizia a lavorare occasionalmente mentre riceve l’Rdc, deve comunicarlo all’Inps entro trenta giorni dall’inizio dell’attività e compilando il modello Rdc-Com Esteso con l’aiuto di un Caf.

Nel caso in cui il reddito derivante da lavoro occasionale dovesse superare le soglie previste per rientrare tra i beneficiari del sussidio, perderai l’incentivo.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp