Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza e trattamento integrativo

Reddito di cittadinanza e trattamento integrativo

Reddito di cittadinanza e trattamento integrativo: quando spetta? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Dicembre 2023

Nell’articolo di oggi parleremo di Reddito di cittadinanza e trattamento integrativo e vedremo come funzionano le due agevolazioni (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Reddito di cittadinanza e trattamento integrativo: quando spetta?

Chiariamo subito che il trattamento integrativo, anche noto con il nome di Bonus Renzi o Bonus Irpef, non spetta ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Questo è infatti un contributo mensile dell’importo massimo di 100 euro che spetta ai lavoratori dipendenti o quanti percepiscono redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente.

Motivo per cui, ne hanno diritto, ad esempio, i disoccupati che percepiscono la Naspi, ma non i percettori di Rdc. Il Reddito di cittadinanza è infatti un sussidio che nulla ha a che fare con i redditi da lavoro.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona il trattamento integrativo

Il trattamento integrativo è erogato ogni mese e si rivolge sia ai lavoratori dipendenti che ai beneficiari della Naspi in stato di disoccupazione.

Per i dipendenti, il bonus è anticipato dal sostituto d’imposta, tipicamente il datore di lavoro, e viene incluso nello stipendio mensile.

Per i disoccupati che ricevono la Naspi, il contributo è invece accreditato sul medesimo conto corrente usato per il pagamento della disoccupazione, ma attraverso due operazioni distinte.

Elenco delle categorie a cui spetta il trattamento integrativo

Ci sono diverse categorie di beneficiari che hanno diritto al trattamento integrativo. Queste includono:

Come si calcolano gli importi del trattamento integrativo

L’importo massimo del Bonus Renzi è fissato a 1.200 euro all’anno, equivalenti a 100 euro mensili, che vengono inclusi nella busta paga dei lavoratori o accreditati sul conto corrente per i beneficiari della Naspi. Tuttavia, il bonus completo di 100 euro è riservato esclusivamente ai soggetti con un reddito annuo non superiore a 15.000 euro.

Per i lavoratori con un reddito annuo compreso tra 15.001 e 28.000 euro, il bonus viene ancora concesso, ma la sua entità diminuisce progressivamente in base all’aumentare del reddito. Questa riduzione graduale continua fino al raggiungimento della soglia di 28.000 euro annui, punto in cui il bonus viene completamente azzerato.

Come funziona il Reddito di cittadinanza

Dal 2024 il Reddito di cittadinanza sarà abrogato, con l’ultima erogazione prevista per dicembre 2023.

Il Decreto Lavoro, convertito in Legge, ha introdotto nuove disposizioni che sostituiranno il Reddito di cittadinanza a partire dal 2024.

Al posto del Reddito di cittadinanza, sono state proposte due nuove misure, rivolte a specifici gruppi di beneficiari: l’Assegno di inclusione e il Supporto per la formazione e il lavoro.

L’Assegno di inclusione prenderà il posto del Reddito di cittadinanza e sarà destinato specificatamente ai nuclei familiari che includono almeno un membro disabile, un minorenne, una persona di età superiore ai sessant’anni o presa in carico dai servizi sociali.

Il Supporto per la formazione e il lavoro è già disponibile a partire dal 1° settembre 2023. La prestazione è rivolta a tutti i nuclei non idonei a richiedere l’Assegno di inclusione. Ovvero, alle famiglie composte da soli membri adulti tra 18 e 59 anni e non affetti da disabilità.

Reddito-di-cittadinanza-e-trattamento-integrativo-sito
In foto, il sito ufficiale del Rdc.

Tabella di comparazione delle misure che sostituiranno il Rdc

Le caratteristiche fondamentali di delle due prestazioni che sostituiranno il Rdc sono riassunte in una tabella qui sotto. Per maggiori informazioni su come richiedere le due misure potete consultare il nostro articolo dedicato all’Assegno di inclusione o la guida al Supporto per la formazione e il lavoro.

 Assegno di inclusioneSupporto per la formazione e il lavoro
Beneficiarii nuclei con all’interno almeno un componente minorenne, disabile o over 60I nuclei composti da soli maggiorenni tra 18 e 59 anni e non affetti da disabilità
Requisito ISEE9.360 euro all’anno6.000 euro all’anno
Importocalcolato sul reddito e sulla composizione del nucleo familiare350 euro per richiedente
Data di attivazione1° gennaio 20241° settembre 2023
Durata18 mesi con possibilità di rinnovo per altri 12 mesi12 mesi
Tabella di comparazione delle misure che sostituiranno il Rdc

FAQ: domande frequenti sul Reddito di cittadinanza

Quali sono i requisiti per mantenere il Reddito di cittadinanza?

Per mantenere il Reddito di cittadinanza è necessario rispettare alcuni requisiti. Questi includono la partecipazione a percorsi di inclusione sociale e lavorativa, la ricerca attiva di lavoro e la comunicazione tempestiva di eventuali cambiamenti nella situazione familiare o economica.

Reddito di cittadinanza requisiti per i single: cosa cambia?

I single dovranno rispettare gli stessi requisiti applicati agli altri nuclei familiari per ricevere l’Rdc. Leggi come funziona l’Rdc per i single.

Reddito di cittadinanza requisiti ISEE: quale soglia non superare?

Il tetto ISEE delle famiglie beneficiarie del Reddito di cittadinanza è fissato a 9.360 euro all’anno.

Reddito di cittadinanza spese ammesse 2023: quali sono?

Con i soldi del Reddito di cittadinanza si possono comprare beni di prima necessità, pagare bollette e servizi che non rientrano fra le spese vietate con l’Rdc: per esempio alcolici, tabacco, gioco d’azzardo, articoli di pellicceria e gioielleria, armi, materiale pornografico, servizi assicurativi e di trasferimento di denaro, noleggio, acquisto o leasing di navi e imbarcazioni da di porto nonché servizi portuali.

Posso verificare il saldo della carta Rdc sul sito dell’INPS?

No, sul sito dell’INPS non è possibile controllare il saldo del Redito di cittadinanza, ma solo lo storico dei pagamenti e lo stato della domanda.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp