Reddito di cittadinanza, obbligo tampone a febbraio: perché?

Chi riceve il reddito di cittadinanza dovrà mostrare il green pass di base nei centri dell'impiego. Servirà il tampone.

5' di lettura

Dal 1° febbraio 2022 chi riceve il reddito di cittadinanza dovrà esibire il “green pass” per rispondere alla chiamata mensile dei centri per l’impiego. Per ottenere la certificazione verde di base, servirà il tampone. Ne parliamo tra poco. (aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed  entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE

Reddito di cittadinanza: cosa cambia a febbraio

Da febbraio chi riceve il reddito di cittadinanza verrà convocato mensilmente dai centri per l’impiego, con l’obiettivo di rispettare gli obblighi imposti dal Patto per il Lavoro. Chi richiede l’Rdc, infatti, si impegna a seguire il percorso di inserimento lavorativo gestito proprio attraverso i centri dell’impiego.

In realtà, i beneficiari del reddito di cittadinanza, attraverso il Patto per l’Inclusione sociale, potrebbero essere convocati anche dal comune di residenza per svolgere attività di utilità pubblica. Come vedremo, comunque, in entrambe le ipotesi servirà il green pass.

Leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

reddito di cittadinanza obbligo tampone green pass dove
Reddito di cittadinanza e obbligo di tampone per il green pass per accedere agli uffici del centro per l’impiego.

Reddito di cittadinanza e green pass: basterà il tampone

Dal 1° febbraio, su disposizione del governo guidato da Mario Draghi, sarà fondamentale esibire il green pass di base per accedere agli uffici pubblici (inclusi i centri dell’impiego e i Comuni), i servizi bancari e postali, tutte le altre attività commerciali ritenute non essenziali (presto dovrebbe essere pubblicato il Decreto con l’elenco di tutte le attività. In questo approfondimento ne abbiamo indicate alcune molto probabili).

Come ottenere il green pass di base

L’obbligo del green pass è esteso fino al 15 giugno 2022. La certificazione verde base, come ci ricorda il sito del governo, si differenzia da quello che è stato ribattezzato “Super green pass” e si ottiene con vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo. Di fatto, sarà sufficiente il tampone, per accedere ai centri per l’impiego.

L’obiettivo del governo è chiaro: spingere il maggior numero di persone a vaccinarsi e rendere i controlli più severi, per arginare la diffusione del Covid-19, in attesa di raggiungere la primavera e la stagione estiva, quando il virus ha dimostrato di essere meno aggressivo.

Reddito di cittadinanza senza green pass: le cifre

Al momento, come ricorda un approfondimento di Sky, sarebbero circa 100mila i percettori del reddito di cittadinanza sprovvisti di Green pass perché non vaccinati o guariti dal Covid-19. Si parla di una percentuale inferiore al 10%, calcolata su oltre un milione di famiglie che ricevono il il sussidio. Di queste il 30% è occupabile e quindi dovrà rispondere alle chiamate dei centri per l’impiego.

A chi spetta il reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza spetta alle famiglie che possiedono i seguenti requisiti nel momento della domanda e per tutta la durata del beneficio (18 mesi).

Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno

Chi presenta la domanda di Rdc deve essere un cittadino maggiorenne e rispettare una di queste condizioni:

  • italiano o dell’Unione Europea;
  • cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso.
  • cittadino di Paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario – come individuato dall’articolo 2, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 – titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • titolare di protezione internazionale;

È, inoltre, necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Requisiti economici

La famiglia che richiede il sussidio deve avere:

  • un valore ISEE inferiore a 9.360 euro (in presenza di minorenni, si considera l’ISEE per prestazioni rivolte ai minorenni);
  • un valore del patrimonio immobiliare in Italia e all’estero, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, aumentato fino a un massimo di 10mila euro a seconda dei componenti della famiglia, di altri 1000 euro per ogni figlio a carico oltre il secondo e di ulteriori 5.000 euro per ogni componente con disabilità che salgono a 7.500 in condizioni di disabilità grave o di non autosufficienza.
  • un valore del reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza. Un parametro pari a 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni altra persona maggiorenne e di 0,2 per ogni minore, fino ad un massimo di 2,1, elevato 2,2 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite ai fini dell’ISEE). Se il nucleo familiare risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

Se hai delle domande sul reddito di cittadinanza e l’obbligo del green pass, scrivici su Instagram.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie