Reddito di cittadinanza: pagamento dal 27. Esclusi e tagli

Reddito di cittadinanza: quando avverrà il pagamento della rata di novembre 2020? Una panoramica su tutte le ultime notizie dell'Rdc e sui tagli dell'importo.

3' di lettura

Reddito di cittadinanza: quando avverrà il pagamento della rata di novembre 2020? Niente da segnalare sul fronte dell’erogazione del sussidio per questo mese: verrà rispettato il consueto calendario (Una panoramica su tutte le ultime notizie riguardanti l’RdC, partecipa alla discussione sul nostro gruppo Facebook).

Indice:


(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Reddito di cittadinanza pagamento: le date di novembre 2020

Quando avverrà il pagamento del Reddito di Cittadinanza di novembre 2020? Niente da segnalare per quanto riguarda l’erogazione della rata del sussidio per questo mese:

  • A partire dal 16 novembre 2020, infatti, sono scattagli gli accrediti della prima rata per i nuovi beneficiari dell’RdC (cioè chi ha fatto richiesta il mese scorso). La stessa data è quella fissata per il primo accredito in caso di accoglimento della richiesta di rinnovo.

  • I già beneficiari del Reddito, invece, devono aspettare, come capita di consueto, fino a giorno 27 novembre 2020 per ricevere l’importo che spetta loro. Da quella data, infatti, inizieranno gli accredito.

Da ricordare che se la richiesta di RdC o di rinnovo RdC sarà inoltrata a novembre 2020, la prima rata si riceverà a partire dal 16 dicembre 2020.

Reddito di cittadinanza: per chi terminano le erogazioni?

Il Reddito di cittadinanza ha una durata massima di 18 mensilità: in pratica, dopo aver ricevuto 18 accrediti scatta la sospensione del sussidio per un mese.

Dopo 30 giorni si potrà inoltrare richiesta di rinnovo: quindi, a novembre 2020, non riceveranno il sussidio i beneficiari che hanno percepito per la prima volta l’RdC a maggio 2019, dopo averlo richiesto ad aprile 2019 (quella di ottobre 2020 è stata la loro 18esima mensilità). D’altro canto, questi ultimi potranno inoltrare richiesta di rinnovo entro novembre per poi ricevere la prima “nuova” ricarica a metà dicembre.

Reddito di cittadinanza pagamento in ritardo. Che succede (Foto di Roman Samborskyi per Shutterstock)
Reddito di cittadinanza. Come funzionano gli importi? (Foto di Roman Samborskyi per Shutterstock)

Tagli sugli importi non spesi

Per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza da segnalare che a novembre 2020 sarà operativo il taglio degli importi non spesi dai beneficiari: in sostanza, l’importo del sussidio che risulta non speso verrà decurtato, in breve, sottratto – nella misura massima del 20% – dal nuovo accredito mensile.

Per esempio, se si percepiscono 400 euro di RdC e a fine mese si ha un residuo di 100 euro, con la ricarica successiva il sussidio diminuisce di 80 euro. Da sottolineare, però, che il “taglio” non riguarderà gli arretrati ma soltanto le nuove ricariche.

Potrebbero interessarti:

  1. Reddito di emergenza anche nel 2021 col Ristori quater?

  2. Pagamento bonus Renzi Naspi novembre 2020: ecco la data

  3. Bonus tiroide Inps fake news: cosa vi spetta in realtà?

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie