Reddito di cittadinanza: pagamento rinnovo 13 o 16 novembre?

Reddito di cittadinanza: pagamento rinnovo 13 o 16 novembre? Facciamo chiarezza sulle date e le modalità di accredito dell'Rdc per chi ha esaurito i 18 mesi.

4' di lettura

Reddito di cittadinanza pagamento rinnovo venerdì 13 novembre o lunedì 16? Dopo che ieri vi abbiamo anticipato le risposte di Inps, la questione ha creato molta apprensione. Anche perché, pur trattandosi di qualche giorno, l’accredito è molto atteso. Facciamo chiarezza.

(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Indice:

  1. Pagamento quando?

  2. Come controllo il saldo

  3. Numero verde

  4. Sportello Postamat

  5. Date del pagamento

  6. Requisiti Rinnovo

Reddito di cittadinanza: pagamento quando?

Inps per la famiglia ha precitato che l’elaborazione delle domande di rinnovo del reddito di cittadinanza saranno concluse entro venerdì 13. Cosa significa? Che per quella data saprete, innanzitutto, qual è l’esito della vostra domanda di rinnovo è stata accolta o respinta. Ci rivolgiamo a chi a settembre ha terminato i diciotto mesi di sussidio e a ottobre non si è visto accreditare alcuna mensilità.

Due possono essere le date di accredito. Il pagamento, infatti, potrebbe essere contestuale e quindi avvenire poco dopo l’ora di pranzo di venerdì. In alternativa, poiché di mezzo ci sono sabato e domenica, gli accrediti potrebbero slittare a lunedì 16 novembre. Il pagamento del rinnovo avverrà sulla vecchia scheda, se il beneficiario è lo stesso dei primi diciotto mesi di sussidio. Altrimenti verrà consegnata una nuova carta rdc.

Come controllo il saldo

Saldo Reddito di cittadinanza: come vi abbiamo spiegato in una guida dedicata, per controllare l’importo residuo sulla propria card RdC (Qui tutto quello che c’è da sapere sulla Carta Reddito di Cittadinanza) ci sono tre modi. Si può chiamare un numero verde, recarsi presso uno sportello Atm di Poste oppure accedere al servizio reso disponibile sul portale web dedicato al sussidio.

Saldo reddito di cittadinanza
Saldo reddito di cittadinanza

Numero verde

Per controllare il saldo del Reddito di cittadinanza si può chiamare il numero verde 800 666 888 quindi digitare il tasto “1” e poi indicare le 16 cifre scritte sulla Carta. La telefonata è gratuita sia da telefono fisso che da cellulare. Attraverso il servizio telefonico si possono effettuare anche altre azioni come bloccare la card RdC in caso di smarrimento o furto oppure attivare il servizio sms con cui vengono segnalate tutte le operazioni effettuate e aggiornamenti vari sull’erogazione del Reddito.

Sportello Postamat

Oltre al servizio telefonico, si può controllare l’importo del saldo anche attraverso uno sportello Atm di Poste (Postamat). In pratica, non bisogna fare altro che inserire la card, come se si volesse solo prelevare, e accedere alla voce del menù riguardante la verifica della somma residua.

Reddito di cittadinanza pagamento in ritardo. Che succede (Foto di Roman Samborskyi per Shutterstock)
Reddito di cittadinanza pagamento quando? (Foto di Roman Samborskyi per Shutterstock)

Date del pagamento

In questo calendario dedicato al pagamento di tutti i bonus e alle scadenze fiscali di novembre, l’accredito dell’Rdc avverrà in due giorni diversi. Lunedì 16 novembre (non il 15 che sarà domenica) per chi lo riceve la prima volta.

Per tutti gli altri la data del versamento è previsto per venerdì 27 di novembre. Ulteriori slittamenti potrebbero esserci se, come accaduto nei mesi scorsi, l’Inps non avrà ancora messo appunto il suo sistema di controllo.

Reddito di cittadinanza. Esempio sul calcolo degli importi
Reddito di cittadinanza. Esempio sul calcolo degli importi

Requisiti rinnovo

Rinnovo del Rdc: chi vuole fare domanda di sussidio per la prima volta e chi vuole chiedere il rinnovo, deve rispettare questi requisiti (Qui abbiamo spiegato quali documenti servono):

  • Isee del nucleo familiare non superiore ai 9.360 euro

  • Reddito familiare non superiore a 6mila moltiplicato per la scala di equivalenza (dipende dalla composizione del nucleo), la soglia è elevata a 7.560 in casi si richieda la Pensione di cittadinanza e a 9.360 se il nucleo richiedente è in affitto

  • Essere cittadino italiano, di un paese Ue o extra Ue con permesso di soggiorno di lungo periodo

  • Residenza in Italia da 10 anni di cui gli ultimi 2 in modo continuativo, cioè senza interruzioni

  • Patrimonio mobiliare non superiore a 6mila euro (tale soglia aumenta nel caso di famiglie numerose e presenza di familiari disabili)

  • Patrimonio immobiliare non superiore ai 30mila euro (esclusa la casa di abitazione)

  • Nessun familiare del nucleo richiedente è intestatario di autoveicoli o motoveicoli immatricolati negli ultimi sei mesi (o negli ultimi 2 anni se la cilindrata è superiore a 1600cc nel caso delle auto o a 250cc nel caso di moto).  

Potrebbero interessarti:

  1. Bonus auto fino a 18mila euro

  2. Guida completa al Superbonus 110%

  3. Sismabonus: cosa devi sapere

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie