Reddito di cittadinanza: perdita e sanzioni. Tutti i casi

Reddito di cittadinanza: un riepilogo delle motivazioni che possono far scattare la perdita del beneficio e le sanzioni previste per dichiarazioni false.

3' di lettura

Reddito di cittadinanza: un riepilogo delle motivazioni che possono causare la decadenza del sussidio (Consulta anche la nostra pagina speciale su RdC/Pdc e partecipa alla discussione sul nostro gruppo Facebook).

Indice:


(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Reddito di cittadinanza: come si può perdere?

Come può scattare la decadenza del Reddito di cittadinanza? Innanzitutto, bisogna ricordare che l’RdC è una misura “a tempo”, per così dire. In sostanza, la sua validità è fissata per un massimo di 18 mensilità dopodiché è possibile richiedere un rinnovo (dopo un mese di sospensione) per altre 18 mensilità:

  • tuttavia, se nel primo periodo si possono rifiutare, per dirla in breve, due offerte di lavoro “congrue” (si deve per forza accettare la terza), dopo il rinnovo, si deve accettare per forza la prima offerta di lavoro giunta al beneficiario altrimenti il beneficio decade.

Spesso infatti ci si dimentica del doppio binario che ha animato l’introduzione della misura di sostegno economico: da una parte la lotta alla povertà dall’altra il reinserimento lavorativo. Nonostante quest’ultimo ambito, in effetti, risulti al momento particolarmente “debole”, bisogna comunque sottolineare che la decadenza dell’RdC scatta anche

  • se non si sottoscrive il Patto per il lavoro con un centro per l’impiego

  • o non si partecipa ai lavori di pubblica utilità in cui il beneficiario viene coinvolto,

  • oppure se il percettore dell’assegno si assenta per due volte consecutive agli incontri di orientamento

  • o per tre volte consecutive dalle convocazioni presso il centro per l’impiego.

Reddito di cittadinanza requisiti: attenzione all’aggiornamento dell’Isee

Il Reddito di cittadinanza chiaramente decade anche se non si mantengono i requisiti che ne hanno determinato la concessione per tutto il periodo in cui viene percepito.


  • Il beneficio, invece, non decade automaticamente se si comincia a lavorare, tuttavia, il suo importo dovrà essere perimetrato in base all’ammontare della retribuzione. Detto ciò, oltre a perdere il diritto al beneficio e a dover restituire le somme indebitamente percepite, sono previsti fino a 6 anni di reclusione per chi percepisce il Reddito di cittadinanza lavorando in “nero”.

Reddito di cittadinanza: quando si può perdere il diritto al sussidio?
Reddito di cittadinanza: un riepilogo delle motivazioni che possono causare la decadenza del sussidio

Potrebbero interessarti:

  1. Reddito di cittadinanza pagamento dicembre e integrazioni

  2. Reddito di cittadinanza saldo online: pagamenti dicembre via

  3. Bonus affitti 2021: come chiederlo, importo, città escluse

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie