Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza sospeso per accertamenti

Reddito di cittadinanza sospeso per accertamenti

Reddito di cittadinanza sospeso per accertamenti? Vediamo come scoprirlo e come risolvere il problema.

di Alda Moleti

Agosto 2023

Scopriamo come vedere se il Reddito di cittadinanza è sospeso per accertamenti e come risolvere il problema (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cosa fare se il Reddito di cittadinanza è sospeso per accertamenti?

Nei mesi di luglio e agosto il Reddito di cittadinanza è stato sospeso a molti percettori. Tuttavia, il motivo di questa sospensione può essere molteplice e a volte il Rdc può facilmente essere sbloccato.

Di seguito spiegheremo quali sono le cause di Reddito di cittadinanza sospeso e come provare a risolvere il problema.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Sospensione a causa delle 7 mensilità raggiunte

Nello specifico di agosto 2023, alcuni beneficiari del Reddito di cittadinanza potrebbero trovarsi con lo stato della domanda sospeso, a causa del raggiungimento della settima mensilità a luglio 2023.

Si tratta di quei nuclei composti da sole persone “occupabili”, tra 18 e 59 anni e non affetti da disabilità, o che hanno sottoscritto il Patto di inclusione sociale. Per loro infatti il Rdc termina allo scadere della settima ricarica del 2023.

Purtroppo, in questa situazione, non esiste una soluzione. I beneficiari di fatto non sono più idonei a ricevere il Rdc. La domanda è sospesa solo perché l’INPS sta attuando verifiche ulteriori, che porteranno alla revoca definitiva del beneficio. Trovate maggiori informazioni nel nostro articolo dedicato alla fine del Reddito di cittadinanza.

Sospensione per attività lavorativa non dichiarata

La sospensione del Rdc può derivare dal fatto che i beneficiari abbiano avviato un’attività lavorativa senza comunicarlo attraverso il modulo Rdc-Com esteso.

Tuttavia, attualmente la piattaforma dell’INPS non consente l’invio di un nuovo modulo Rdc-Com. Il modo più semplice per trovare una soluzione è quindi contattare direttamente l’INPS.

Sospensione per verifiche sull’ISEE da parte del Comune

In alcuni casi, la sospensione del Reddito di Cittadinanza può derivare da verifiche aggiuntive richieste dall’INPS al Comune sulla situazione ISEE dei beneficiari.

Se il Comune impiega del tempo a rispondere, la domanda può essere sospesa. La soluzione migliore è contattare le autorità comunali e sollecitare una rapida risoluzione per ripristinare il beneficio.

Sospensione per discordanza tra dati ISEE e registri anagrafici

Se si verifica una discordanza tra i dati dichiarati nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e quelli dei registri anagrafici, il Rdc può essere sospeso.

In questo caso, la soluzione è di aggiornare l’ISEE e presentare una nuova domanda di Rdc, in modo da allineare correttamente le informazioni e risolvere il problema.

Controlli aggiuntivi per nuclei monocomponenti con membri under 26

La sospensione del Rdc può riguardare i nuclei familiari monocomponenti con membri al di sotto dei 26 anni, a causa di verifiche aggiuntive dell’INPS.

In questa situazione, la soluzione ottimale è contattare direttamente l’INPS e richiedere una verifica dello stato della pratica per affrontare il problema in modo tempestivo.

Tabella riassuntiva delle cause della sospensione del Rdc e come risolvere il problema

Motivi della sospensione del RdcCome risolvere il problema
Raggiungimento della settima mensilità di Rdc a luglio 2023Non c’è modo di risolvere il problema. Non si ha più diritto al Rdc che presto sarà revocato
I percettori hanno intrapreso un’attività lavorativa senza comunicarlo tramite il modello Rdc-ComContattare l’INPS
L’INPS ha richiedesto al Comune verifiche aggiuntive sull’ISEE dei beneficiariContattare il Comune di residenza
C’è una discrepanza tra i dati dell’ISEE e quelli dei registri anagraficiPresentare una nuova domanda di Rdc
Si tratta di un nucleo familiare monocomponente formato da under 26Contattare l’INPS
Reddito di cittadinanza sospeso: motivi e come risolvere il problema

Come verificare se il Reddito di cittadinanza è sospeso per accertamenti

Per determinare se il Reddito di cittadinanza è stato soggetto a sospensione o revoca, sono disponibili diverse opzioni, ma tra le più pratiche vi è la possibilità di agire direttamente dal sito dell’INPS. È sufficiente accedere alla pagina dedicata al Reddito di cittadinanza e seguire la procedura indicata:

Reddito-di-cittadinanza-sospeso-per-accertamenti-INPS
La pagina del Rdc sul sito dell’INPS.

Come contattare l’INPS se il Reddito di cittadinanza è stato sospeso

Per ottenere chiarimenti dall’INPS riguardo a eventuali ritardi, sospensioni o revoche del Reddito di cittadinanza, è possibile comunicare con l’istituto attraverso diversi canali.

Contattare l’INPS online

Uno dei modi per contattare l’INPS è online, inviando una segnalazione tramite il servizio INPS Risponde.

Per farlo, basta visitare il sito di INPS Risponde e scegliere se inviare una segnalazione autenticandosi con SPID, CIE o CNS, oppure inviare un messaggio senza autenticazione.

È sempre consigliabile autenticarsi, poiché ciò permetterà all’INPS di comprendere meglio la vostra situazione grazie all’accesso ai vostri dati personali.

Per accedere, cliccate su “Accedi” in alto a destra sulla pagina e seguite la procedura di autenticazione. Successivamente, sarete in grado di inviare un messaggio all’INPS per esporre il vostro problema e richiedere assistenza.

Contattare l’INPS telefonicamente

Un’opzione alternativa consiste nel contattare l’INPS tramite telefono, utilizzando il Contact Center.

È possibile utilizzare il numero verde 803 164 per le chiamate da rete fissa, il quale è gratuito, oppure il numero 06 164 164 per le chiamate da cellulare. Si prega di notare che, nel caso delle chiamate da cellulare, potrebbe essere applicata la tariffa prevista dal proprio operatore telefonico.

FAQ: domande frequenti sul Reddito di cittadinanza

Quali sono i requisiti per mantenere il Reddito di cittadinanza?

Per mantenere il Reddito di cittadinanza è necessario rispettare alcuni requisiti. Questi includono la partecipazione a percorsi di inclusione sociale e lavorativa, la ricerca attiva di lavoro e la comunicazione tempestiva di eventuali cambiamenti nella situazione familiare o economica.

Reddito di cittadinanza requisiti per i single: cosa cambia?

I single dovranno rispettare gli stessi requisiti applicati agli altri nuclei familiari per ricevere l’Rdc. Leggi come funziona l’Rdc per i single.

Reddito di cittadinanza requisiti ISEE: quale soglia non superare?

Il tetto ISEE delle famiglie beneficiarie del Reddito di cittadinanza è fissato a 9.360 euro all’anno.

Reddito di cittadinanza spese ammesse 2023: quali sono?

Con i soldi del Reddito di cittadinanza si possono comprare beni di prima necessità, pagare bollette e servizi che non rientrano fra le spese vietate con l’Rdc: per esempio alcolici, tabacco, gioco d’azzardo, articoli di pellicceria e gioielleria, armi, materiale pornografico, servizi assicurativi e di trasferimento di denaro, noleggio, acquisto o leasing di navi e imbarcazioni da di porto nonché servizi portuali.

Posso verificare il saldo della carta Rdc sul sito dell’INPS?

No, sul sito dell’INPS non è possibile controllare il saldo del Redito di cittadinanza, ma solo lo storico dei pagamenti e lo stato della domanda.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp